Andar per catacombe…

Anche quest’anno, come già avvenuto in passato, sarà possibile approfittare della calde serate estive per visitare alcuni siti archeologici e monumentali di Siracusa solitamente chiusi al pubblico. L’iniziativa, dal titolo “Siracusa Sacra” è promossa dalla cooperativa Kairos col patrocinio del comune di Siracusa, dell’arcidiocesi e della pontificia commissione di archeologia sacra. Dal 19 luglio al 29 agosto ben tre siti vigna-cassia.jpgsaranno visitabili in giorni settimanali prefissati. Si tratta delle catacombe di Vigna Cassia, delle catacombe di Santa Lucia e degli ipogei della chiesa di San Filippo Apostolo. Ognuno di questi siti è fruibile soltanto in occasioni particolari e, pertanto, quale occasione di questa per concedersi una passeggiata serale, quando finalmente le temperature calano un pochino, per scoprire angoli meno noti di Siracusa ?
Le catacombe di Vigna Cassia, ubicate vicino all’attuale caserma dei Vigili del Fuoco permettono di scoprire gli stretti cunicoli ed i resti di affreschi lasciati in questo cimitero dei primi secoli del cristianesimo. Simili le catacombe di Santa Lucia che aggiungono il fascino di collegare tra di loro sotterraneamente la chiesa di Santa Lucia ed il sepolcro. Una vera novità infine la chiesa di San Filippo Apostolo, in Ortigia, riaperta soltanto recentemente dopo un lungo restauro e sotto la quale insistono degli ipogei utilizzati fino alla scorso conflitto mondiale come rifugi antiaerei.
Le visite guidate si terranno con inizio alle ore 21 ed alle ore 22.  Il lunedì ed il giovedì sarà possibile visitare Vigna Cassia, martedì e venerdì Santa Lucia e mercoledì e sabato San Filippo. E’ consentito un massimo di 20 partecipanti e, pertanto, è necessaria la prenotazione telefonica al numero 0931.64694.

Immagine: le catacombe di Vigna Cassia (foto tratta da www.kairos-web.com)