Riscoprire Siracusa antica

apollo.jpgChe Siracusa e la sua memoria archeologica siano un binomio indissolubile è cosa certa. Con l’arrivo della bella stagione primaverile frotte di visitatori stanno tornando a visitare il teatro greco e l’orecchio di Dionisio a dimostrazione della popolarità di cui tali monumenti godono fuori dai confini cittadini.
Ma, a ben vedere, ogni angolo di Siracusa mostra tracce del suo secolare passato. Negli ultimi mesi i lavori pubblici hanno portato alla scoperta dei resti della città romana, soprattutto nella zona della borgata e, in questi giorni, è stato annunciato ancora la scoperta dei resti di un antico quartiere artigianale di epoca imperiale.
E poi ci sono i tanti monumenti minori, purtroppo spesso dimenticati dai visitatori e dalla manutenzione. In questi mesi, a onor del vero, anche in tal senso sono stati fatti grandi passi avanti. Il Tempio di Apollo, uno dei monumenti cittadini più celebri, è stato adottato dall’associazione culturale Nuova Acropoli. I volontari dell’associazione, dando un’esempio che auspicabilmente dovrebbe essere seguito anche da altre realtà cittadine, curano regolarmente il taglio della vegetazione che, per lunghi anni, aveva messo in difficoltà gli enti a causa della carenza di fondi. Anche altri monumenti a lungo “sepolti” dalle erbacce sono tornati alla luce. La soprintendenza di Siracusa ha sperimentato dei nuovi diserbanti che permettono finalmente di rivedere le antiche forme dell’arsenale greco, posto vicino alla sbarcadero o i resti del santuario di Demetra e Kore, posti di fronte al Santuario della Madonna delle Lacrime. Insomma, frammenti di storia della città che per un periodo sono stati sepolti e che adesso tornano a nuova luce. Il passo successivo sarebbe adesso un nuovo interesse da parte della cittadinanza e dei programmi di valorizzazione che permettano a tutti di riscoprire la storia e le origini delle meraviglie che abbiamo sotto casa.

Immagine: volontari all’opera tra i resti del Tempio di Apollo (foto tratta dal sito dell’associazione Nuova Acropoli)