Il periodo delle “piogge di stelle”

meteora.jpgEd eccoci arrivati nel pieno della stagione delle “stelle cadenti“. Il tradizionale 10 agosto, la notte di San Lorenzo con le sue “lacrime”, è in realtà già passato ma, ciò non toglie che qualche bella meteora potrà ancora essere osservata in questi giorni.
La tradizione infatti associa le stelle cadenti al giorno di San Lorenzo mentre, in realtà, tutta la prima metà del mese di agosto è un periodo propizio per alzare gli occhi al cielo in cerca di stelle cadenti. Ovviamente non si tratta di vere stelle ma semplicemente di pulviscolo e polvere rilasciata da antiche comete che entra in contatto con l’atmosfera terrestre e si incendia creando le bellissime scie che tutti conosciamo.
Gli studiosi ci dicono che quest’anno, il giorno più propizio per vedere le meteore (e perchè no, esprimere desideri) sarà intorno al 12-13 agosto.
In fin dei conti basta poco: un cielo buoio ed una sdraio o una stuoia per stare comodi.
In molti in questi giorni opteranno per la tradizionale nottata al mare, con tanto di musica e magari falò. Attenzione però: la capitaneria di porto ha vietato i falò in spiaggia programmando controlli lungo la costa. Inoltre, anche se un piccolo fuoco può non dar fastidio a nessuno, non bisogna mai dimenticare che la spiaggia e di tutti. Prima di abbandonarla ripuliamola allora dalle tracce lasciate per renderla nuovamente accogliente per i bagnanti che da li a poco andranno ad usufruirne.
Se invece volete cieli ancora più bui da cui vedere la Via Lattea e le stelle, magari con l’ausilio di esperti, il 13 agosto, le associazioni CODAS e Natura Sicula organizzano una serata di osservazione astronomica in campagna. La serata si terrà nella zona montana, lontani dai cieli cittadini. Per maggiori informazioni è possibile consultare il sito di Natura Sicula.

E’ ancora tempo di stelle

codas.jpgSan Lorenzo è passato e non avete visto nemmeno una stella cadente ? Non disperate, avete ancora qualche possibilità: il tempo delle meteore non è ancora passato.
La tradizione vuole che sia il 10 di agosto la “notte delle stelle” ma, in realtà, diversi giorni attorno a quella data sono buoni per scrutare il cielo, in particolar modo il 12 agosto.
Per questo motivo il CODAS (Centro Osservazione e Divulgazione Astronomica – Siracusa), organizza per questa sera la “Notte delle Perseidi”, una serata aperta al pubblico, dedicata all’osservazione degli astri.
La serata si terrà fuori città, nella zona balneare di Capo Murro di Porco, presso la Chiesa della Madonna della Roccia ubicata in via Mallia. L’appuntamento, per tutti gli interessati è a partire dalle ore 22.
Gli astrofili del CODAS metteranno a disposizione i loro telescopi per poter osservare i principali oggetti della volta celeste. Il pianeta Giove sarà uno degli obiettivi della serata ma non mancheranno altri oggetti come ammassi stellari e galassie.
Se non siete mai riusciti a riconoscere il Grande Carro o a trovare la Stella Polare, potrete imparare a farlo grazie alle indicazioni date dai responsabili del CODAS.
E poi ovviamente ci saranno le stelle cadenti, a cui è dedicata l’attività astronomica.
Le meteore però non sono osservabili attraverso binocoli o telescopi ma semplicemente ad occhio nudo. Armatevi quindi di sedia a sdraio e desideri, cercate un angolino buio e, con un po’ di pazienza anche voi sicuramente vedrete un lampo luminoso attraversare il cielo.
Per maggiori informazioni sull’attività è possibile consultare il sito dell’associazione:
www.codas.it

 

Foto: CODAS, persone in fila per scoprire le meraviglie dell’universo attraverso il telescopio