Il punteruolo rosso sbarca in città

palme.jpgEd infine, il punteruolo rosso, è sbarcato anche a Siracusa. Per quanti non ne avessero sentito ancora parlare, specifichiamo che dietro questo inquietante nome si nasconde un insetto, grande pochi centimetri, innocuo per l’uomo ma assolutamente micidiale per le palme.
Immagino già qualcuno di voi storcere il naso, pensando che questo punteruolo non potrà poi essere più fastidioso delle mosche o delle zanzare che ogni estate ci assillano.
Invece, l’invasione del Rhynchophorus ferrugineus -per volerlo chiamare col suo nome completo- ha raggiunto in Sicilia ormai livelli preoccupanti per il verde pubblico che, sicuramente, non è mai stato un fiore all’occhiello della nostra regione.
Il punteruolo è una specie esotica, di origini asiatiche che solo nel 2004 ha messo piede in Italia e da allora ha continuato la sua avanzata  in maniera inesorabile. L’insetto e le sue larve infatti vivono e si nutrono di palme. Scavano un foro e nidificano all’interno svuotandole letteralmente senza che inizialmente, da fuori, ci si accorga di nulla. Soltanto in fase avanzata le foglie cominciano ad allargarsi prendendo una strana punteruolo.jpgforma. La difficoltà nell’individuare la sua infestazione, unita alla mancanza di predatori naturali hanno determinato il grande successo della sua avanzata. La palma, al termine, crolla improvvisamente. E’ una sorte che è già toccata a numerose piante storiche di vari giardini pubblici siciliani. La provincia siracusana, finora, era stata relativamente risparmiata dall’infestazione del punteruolo ma, ultimamente, anche da noi ne sono stati segnalati casi, fino al più eclatante, la scorsa settimana, in Ortigia.
Nel cuore del centro storico, in via del Consiglio Reginale, una delle palme che adornano la piazzetta è risultata essere infestata dal parassita. Immediata è stata la decisione dell’intervento. Questo infatti deve avvenire seguendo determinate procedure per evitare l’ulteriorel diffondersi dell’infestazione.
Putroppo non tutto è andato per il verso giusto e, al momento di rimuovere la palma infestata, un nugolo di insetti è volato via in ogni direzione. Una pessima notizia questa che costringerà a tenere ancora maggiormente d’occhio le piante della città e ad intervenire tempestivamente per frenare la voracità del punteruolo. Varie splendide ed alte palme da numerosi anni abbeliscono gli angoli di Siracusa. Sarebbe un vero peccato se per incuria o disattenzione dovessero finire irrimediabilmente preda del famigerato punteruolo.