Ancora festa per l’unità d’Italia

 

mail.jpegContinuano i festeggiamenti e le manifestazioni per celebrare i 150 dell’unità d’Italia. Il comune di Siracusa ha reso noto il programma di eventi previsti. Questa mattina, a partire dalle ore 9, alla cittadella dello sport, le scuole cittadine presenteranno una serie di esibizioni musicali e sportive con tema l’Italia unita. Nel pomeriggio, alle 18 si terrà un concerto sul sagrato del duomo e, alla stessa ora, a piazza San Giuseppe, sempre nel centro storico verrà scoperta una lapide fatta restaurare dall’associazione Lamba Doria. Poco dopo, alle ore 19, a Palazzo Vermexio verrà inaugurata la mostra “1861 a Siracusa, dal risorgimento all’unità d’Italia”, curata dalla società di storia patria. Infine, in serata, ben tre concerti in programma. Alle 19.30 musica italiana presso Montevergini. Alle 21, presso la chiesa di Santa Lucia alla Badia si svolgerà il concerto organizzato dal Rotary Club dal titolo “Risorgimento in musica”. Allo stesso orario, presso il convento del ritiro, la società Dante Alighieri ha organizzato musiche, mostre ed una “cena tricolore”. Anche la soprintendenza ai beni culturali ha allestito una mostra. Si tratta di “Siracusa città nuova dopo l’unità d’Italia”. Sarà aperta dalle 20 alle 24. Dalle 20 alle 23.30 di oggi e dalle 9 alle 13 di domani, 17 marzo, saranno aperti al pubblico anche gli ipogei di piazza Duomo e castello Maniace.

 

Una mostra dedicata all’Annunciazione

1866583887.jpgNella ricca collezione di quadri presenti nelle chiese e nei musei siracusani, due opere spiccano per importanza su tutte le altre. Si tratta del Seppellimento di Santa Lucia del Caravaggio e dell’Annunciazione di Antonello da Messina.
L’Annunciazione, in particolar modo, rappresenta oggi il punto forte delle opere esposte nella Galleria Regionale di Palazzo Bellomo di via Capodieci in Ortigia. Si tratta di un quadro risalente al 1474 ed originariamente posto nella chiesa di Santa Maria Annunziata a Palazzolo Acreide. Il celeberrimo dipinto, raffigurante l’incontro tra la Madonna e l’angelo, dopo una lunga opera di restauro è tornato ad essere uno dei maggiori punti di richiamo del museo.
Oggi l’opera del maestro, riceve un omaggio da parte di un gruppo di artisti contemporanei. L’occasione è data dalla mostra “L’Annunciazione ed il contemporaneo” che si aprirà appunto presso la galleria Bellomo il prossimo 25 febbraio e che sarà visitabile fino al 18 marzo nei consueti orari di apertura del museo. Oltre all’opera originale saranno esposti dipinti ispirati al quadro di Antonello e realizzati dai pittori del cosidetto “Gruppo di Scicli“, la celebre scuola di pittura e scultura intorno a cui ruotano artisti come Guccione, Alvarez, Polizzi, Sarnari, Candiano, Colombo, Paolino e Zuccaro. L’originalità e la forza espressiva di questo gruppo artistico è stata ampiamente riconosciuta dalla critica e lo stesso Guttuso ne elogiò la “purezza di intenti” degli artisti del gruppo in raffronto al deserto della pittura italiana.
Un’interessante occasione quindi per vedere come ogni singolo autore si è confrontato ed ispirato all’Annunciazione oltre che per esplorare, ovviamente, anche le mille altre meraviglie esposte tra le sale del Bellomo.

Tra classico e moderno con le Amadeus

amadeus.jpgSebbene Natale sia ormai passato da un pezzo, la rassegna di eventi “Luci a Siracusa” continuerà a tenerci compagnia ancora per diverse settimane con concerti, mostre, visite guidate ed incontri culturali. In questi giorni sono previsti due nuovi eventi.
Il primo è dedicato agli amanti della musica pop-dance, si esibiranno infatti venerdì 4 febbraio alle ore 21 presso la Sala Randone di via Malta le quattro ragazze che compongono il gruppo delle “Amadeus Electric Quartet“. La particolarità di questo gruppo, proveniente dalla Romania, è di unire strumenti e ritmi moderni e classici in un’originale esibizione allietata anche dal look audace che la band si è voluta dare. Ecco allora che vedremo suonare insieme ad esempio un violino ed un basso elettrico rivisando temi da reportorio classico come la Carmen, il Guglielmo Tell o il Bolero.
Il secondo appuntamento è invece dedicato agli amanti dell’arte. Si apre sempre oggi e continuerà fino al 6 marzo 2011 la collettiva di arte contemporanea dal titolo “Il corpo e la luce – Caravaggio e Lucia a Siracusa“, curata da Nino Portoghese e Lucia Trombadore. La mostra si tiene nei locali dell’Ex Convento del Ritiro in via Mirabella 31. La mostra, con ingresso libero, rimarrà aperta dal martedì al sabato dalle 17.30 alle 20.30 e domenica e festivi dalle 10.30 alle 13 e dalle 17.30 alle 21.


Uno sguardo agli eventi del week-end

maniace-night.jpgAnche questa settimana volge al termine e, in attesa delle manifestazioni natalizie ormai alle porte, proviamo un po’ a vedere cosa ci offre Siracusa questo week-end. Le iniziative pubbliche e private sono numerose e varie, elenchiamone allora qualcuna.
Per gli amanti della cultura, in particolar modo della storia e dell’archeologia, segnaliamo un’interessante convegno che si terrà oggi pomeriggio. Titolo dell’evento “Gli Ebrei e Federico II“, una serie di relazioni che prendono spunto dagli ultimi lavori di restauro effettuati al castello Maniace. Sono previsti quattro interventi tra cui quello dell’ex soprintendente ai beni culturali, Mariella Muti. Il convegno comincerà alle ore 17 a Palazzo Greco, in corso Matteotti 29 e vede il patrocinio della Regione Siciliana, dell’Università di Catania, della Soprintendenza di Siracusa e della Fondazione Federico II. Il programma completo è reperibile a questo link.
Sabato 27 e domenica 28 novembre, invece, gli spazi dell’antico mercato di via Trento ospiteranno un evento dal carattere più “giocoso”. Si tratta della prima edizione dell’esposizione di modellismo statico e dinamico. La mostra sarà visitabile nel week-end dalle ore 9 alle 23 e darà la possibilità di ammirare accurati modelli in tutti i principali campi del modellismo: ferroviario, navale, aereo ed automobilistico. E’ previsto anche un mercatino per collezionisti ed una pista di slot car, quella particolare branca del modellismo automobilistico che prevede le corse di automobili in miniatura su circuiti elettrificati… insomma, un sapori-perduti.jpgsogno che molti portano dentro fin dall’infanzia. Recapiti ed informazioni sull’evento sono disponibili a questo link.
Per quanti amano i mercatini, le sagre ed i prodotti tipici, si segnala invece l’apertura, sabato 27 novembre, della manifestazione agroalimentare “Sapori perduti”. Questa fiera, dedicata in particolar modo ai prodotti alimentari tipici, si terrà nel quartiere Tiche, confermando l’impegno a decentrare rispetto al centro storico una parte delle manifestazioni cittadine. L’appuntamento pertanto è in viale Santa Panagia, nelle vicinanze del tribunale, dalle ore 8.30 alle ore 20.30. Verranno montati gazebi e bancarelle per l’esposizione e la degustazione dei prodotti. L’intera manifestazione “Sapori perduti” si protrarrà per tre giornate con tematiche diverse. Domani sarà la volta della “Magia del dio Bacco”, con una predilezione per i vini novelli, come il titolo fa intendere. La manifestazione sarà allietata nel pomeriggio anche da un’esposizione di auto d’epoca e del Vespa club. Sabato 4 dicembre  e mercoledì 8 dicembre saranno invece dedicati rispettivamente a “L’oro verde del Mediterraneo”, l’olio d’oliva e “Street food – cibo da strada”, che volgerà l’attenzione ai piatti della tradizione siciliana. Il manifesto ufficiale dell’iniziativa è disponibile a questo link.

 


150 anni di carabinieri in mostra

carabinieri.jpgIl maltempo che in questi giorni ha imperversato su Siracusa e che, a quanto pare, darà solo parzialmente tregua, nei prossimi giorni, può essere un’occasione per intraprendere qualcosa in città, magari sotto un tetto accogliente. Perchè allora non approfittarne per visitare una mostra curiosa e piena di fascino, inaugurata appena ieri ? Si tratta della mostra “L’arma e le armi – 150 di storia” che si tiene presso la galleria regionale di Palazzo Bellomo, in Ortigia. La mostra, dedicata appunto alla storia dell’Arma dei Carabinieri, dall’unità d’Italia ai giorni nostri, si affianca alle tradizionali collezioni del museo Bellomo e sarà visitabile tutti i giorni fino al prossimo 22 novembre. Si tratta di un affascinante “viaggio nel tempo” nella storia della Benemerita. Il tutto attraverso l’esposizione di una serie di pregiate uniformi ed armi delle varie epoche. La mostra viene ulteriormente arricchita da un’espozione parallela, curata dalla Galleria Bellomo. Si tratta di una mostra di varie tipologie di armi, dalle armi bianche a quelle da fuoco, a partire dal quattrocento in poi e che non hanno mai avuto modo di essere esposte al pubblico. Tra i pezzi più pregiati anche un’armatura del XVI secolo. La mostra vede la felice collaborazione tra l’Arma dei Carabinieri, la Galleria Bellomo e l’associazione Lamba Doria. L’esposizione sarà visitabile dal martedì al sabato dalle ore 9 alle 18.30 e la domenica dalle 9 alle 13.


Jeep d’epoca in giro per la provincia

armistizio1.jpgNon meravigliatevi se in questi giorni, girovagando per la provincia, doveste incrociare una colonna di jeep militari degli anni quaranta. State tranquilli, non si tratta di allucinazioni ma, semplicemente, di uno degli eventi connessi alle celebrazioni per la firma dell’armistizio.
In questi giorni sono in atto infatti varie iniziative commemorative che ruotano attorno alla firma dell’armistizio tra l’Italia e le forze alleate, avvenuto nel settembre 1943. Nel mese di luglio lungo le coste siracusane e quelle della Sicilia meridionale era avvenuto l’inarrestabile sbarco delle truppe anglo-americane. Il 3 settembre, a Cassibile, allora minuscola frazione agricola di Siracusa, avvenne la firma del trattato che venne poi divulgato solamente l’8 settembre.
Per ricordare questo evento storico di grande portata per il nostro paese, anche quest’anno in quel di Cassibile si terrà una cerimonia militare e, dall’inizio del mese di agosto, è possibile visitare una mostra di cimeli storici allestita presso la scuola elementare della frazione siracusana (orari tutti i giorni dalle 19.30 alle 23.00) e fortemente voluta dall’associazione Kakiparis che da anni sollecita la creazione di un museo permanente.
armistizio2.jpgL’iniziativa più curiosa però è legata alla prima sfilata storica organizzata grazie all’associazione “Fantasmi su ferri vecchi“. Dall’1 al 6 settembre dei mezzi militari d’epoca e dei figuranti in costume ripercorreranno i luoghi dello sbarco e rimarranno in esposizione per curiosi ed interessati. Un vero e proprio “tuffo nel passato”. Tra i luoghi toccati vi sono già stati la costa di Noto, Avola e Siracusa, luogo dello sbarco. Nella giornata di oggi, venerdì 3 settembre, a partire dalla ore 17, i mezzi saranno in mostra a Cassibile per rievocare la giornata della firma dell’armistizio. Nei prossimi giori invece si sposteranno in altri luoghi che hanno visto cruenti scontri durante la seconda guerra mondiale: la zona nord dela provincia, il Ponte Primomsole ed i cimiteri militari inglese e tedesco.
Pur dopo 67 anni, iniziative come questa rimangono importanti per non dimenticare quanto accaduto e trasmettere ai giovani gli avvenimenti di quei giorni, perchè no, anche sfruttando un po’ la curiosità generata da mostre ed espozioni come queste.

Immaginei: foto tratte dal sito dell’associazione “Fantasmi su ferri vecchi”

I “centoeventi” estivi della provincia

centoeventi.jpgCon l’estate ampiamente inoltrata ecco che anche la provincia di Siracusa ha comunicato il programma di eventi organizzati per la bella stagione.
Come sovente accade nella nostra città, la comunicazione e le date di inizio degli spettacoli non brillano per tempestività ma, considerando che la lunga estate siciliana ci regalerà ancora quasi due mesi di bel tempo, non dispiace certamente poter ancora disporre di questa nuova serie di iniziative per il tempo libero.
Il ciclo di manifestazione è stato battezzato “Centoeventi” per rimarcare l’alto numero di iniziative previste nei prossimi trenta giorni a Siracusa e in provincia.
E’ stato attivato un sito ufficiale della manifestazione, www.centoeventi.info, dal quale è possibile scaricare anche il programma, in formato pdf, di ben dodici pagine.
Le iniziative spaziano tra tutti i generi: dal blasonato festival internazionale del balletto, in corso di svolgimento in questi giorni al Castello Maniace di Siracusa, a spettacoli teatrali nelle piazze dei vari paesi della provincia, da esibizioni canore a spettacoli di cabaret.
Ampio spazio viene dato anche alle realtà locali: associazioni e compagnie teatrali che eseguiranno spettacoli folkloristici o dialettali. Tanti, poi, gli appuntamenti anche per gli appassionati di disco-music.
Tra le tante proposte da notare il richiamo alle tradizioni, con l’opera dei pupi, il fascino della mostra internazionale di liuteria che verrà allestita nel capoluogo e la suggestione del concerto della fanfara dei carabinieri che invece avrà luogo ad Augusta.
Insomma, un programma tutto da scorrere in quanto chiunque troverà qualcosa per i propri gusti in questa lunga estate di eventi che terminerà solamente il 3 ottobre.

Foto tratta da: www.centoeventi.info

Incontri e conferenze per tutti i gusti

papiro.jpgUna chiusura di settimana ricca di appuntamenti culturali quella che attende i Siracusani. Venerdì 16 aprile si apre a livello nazionale la XII settimana della cultura e, pertanto, anche a Siracusa monumenti e musei saranno visitabili gratuitamente. In tale occasione, nella splendida cornice del medievale Castel Maniace è prevista anche una conferenza-spettacolo dal titolo “Poeti e poesie alla corte di Federico II“. Lo spettacolo inizierà alle ore 17 ed è a cura dell’attore e regista Agostino De Angelis oltre a vedere come relatrice la Dott.ssa Marika Bedogni.
Sempre venerdì prenderà il via una mostra dedicata al papiro, pianta di cui la città fa giustamente il proprio vanto. Titolo della mostra “Intersezioni, il papiro aretuseo dialoga con il Bellomo“. La mostra è a cura di Maria Teresa Gulino e sarà ospitata fino al prossimo 25 aprile nei locali dell’ex Convento del Ritiro, in via Mirabella 32 in Ortigia. Nella stessa sede, alle ore 17 di venerdì si terrà l’incontro di studi “Papiro: dall’antico al contemporaneo”.
Per gli appassionati di letteratura alle ore 18.30, nei locali di Palazzo Greco, in Corso Matteotti, sede dell’INDA, si terrà un incontro dal titolo “L’eredità morale di Leonardo Sciascia“.
Chi si interessa di scienza o di fenomeni inspiegabili, infine, potrà seguire la conferenza organizzata dall’associazione di astrofili CODAS in collaborazione con il CICAP Sicilia dal titolo “Segnali dal cielo ? Un’indagine scettica su fenomeni luminosi ed avvistamenti UFO“, a cura del Dott. F.Pulvirenti. L’incontro si terrà nella sala conferenze dell’associazione in Largo Amedeo d’Aosta a partire dalle ore 18.

Immagine: Piante di papiro nella Fonte Aretusa (foto: Rollopack/Wikimedia)

Fine settimana con il FAI

maniace.jpgQuesto fine settimana, anche a Siracusa si svolgeranno, come ormai tradizione da diversi anni, le “Giornate di Primavera” del FAI (Fondo Italiano Ambiente). Si tratta di un’occasione per tutti gli appassionati di arte e storia cittadina in quanto verrà data la possibilità di visitare alcuni monumenti della città solitamente chiusi al pubblico. Delle visite guidate saranno tenute grazie al progetto “Apprendisti Ciceroni”.
I monumenti siracusani che verranno aperti quest’anno sono la Chiesa di San Filippo Apostolo ed i suoi ipogei, da poco restaurati, nel quartiere della Giudecca, in Ortigia e la Chiesa di San Francesco di Paola con il convento dei minimi. I due monumenti saranno aperti sabato 27 e domenica 28, dalle 9.30 alle 12 e dalle 18 alle 20.
Tra le 12 e le 18 sarà possibile l’accesso ai soci del FAI e vi sarà la possibilità per gli interessati di ricevere informazioni e di iscriversi. Al convento dei minimi sarà presente anche una mostra documentale contenente tra l’altro una preziosa pala d’altare della Madonna, proveniente dalla Chiesa di Santa Lucia alla Badia.
Al Castello Maniace, in questi giorni sarà visitabile la mostra “L’arma per l’arte in Sicilia”, a cura dei Carabinieri del nucleo Beni Culturali che esporranno le opere d’arte rubate recuperate negli ultimi anni nel corso delle attività svolte dall’arma. Tra l’altro sarà esposto il prezioso rostro metallico di un’antica nave romana.

Gli eventi siracusani delle feste

luci-a-siracusa2.jpgAbbiamo già avuto un assaggio nelle pagine di questo blog della ricca serie di appuntamenti previsti per il periodo festivo a Siracusa, in particolar modo nell’ambito della tradizionale rassegna “Luci a Siracusa“, giunta alla sua quarta edizione. Vediamo adesso un pochino più nel dettaglio cosa ci riserva la città nei prossimi giorni di festa, quando scartati i regali e digerite le ultime fette di panettone viene la voglia di passeggiare per Siracusa per riscoprire luoghi insoliti della città o per vedere eventi natalizi.
Per gli amanti della musica sono previsti una serie di concerti, dal gospel al jazz alla musica classica.
Il 27 dicembre alle ore 21 in cattedrale si terrà un concerto gospel di Isaac Simpson & Divina Provvidenza. L’evento rientra in un minicartellone chiamato “Le bellissime” dedicato alle nove chiese più suggestive di Siracusa. Visite guidate e musica si alterneranno nei vari edifici religiosi per tutte le festività. Il giorno dopo, 28 dicembre, sempre in Ortigia, presso la chiesa di San Francesco all’Immacolata, alle ore 21.15 si esibirà il coro delle voci bianche mentre alla stessa ora ma all’Antico Mercato sarà la volta del concerto jazz del Peter King Quartet.
luci-a-siracusa3.jpgIl 29 dicembre la musica diviene itinerante per le vie del centro storico grazie al concerto itinerante della Size 46 Street Band (inizio ore 18.30). Lo stesso giorno si esibirà anche il duo di chitarra classica composto da Roberto Salerno e Marcello Cappellani.

Se volete vedere qualche mostra approfittate di questi giorni per visitare la Galleria Regionale “Bellomo”. Durante il periodo natalizio i residenti in provincia di Siracusa potranno accedervi con un biglietto ridotto di soli 2 €. Inoltre all’intero del museo è temporaneamente allestita una mostra tematica dedicata ai presepi di cera e di terracotta siciliani. La mostra resterà visitabile fino alla fine di gennaio ma martedì 29 dicembre alle ore 17 lo storico d’arte Paolo Nifosì terrà una conferenza per illustrare le peculiarità dei presepi artigianali siciliani, in particolar modo i bellissimi presepi in terracotta prodotti a Caltagirone.

Potete anche approfittare di questi giorni di festa per visitare alcune chiese del centro storico solitamente chiuse al pubblico. Questo grazie alle visite guidate promosse dall’associazione Kairos per il ciclo “Nell’arte la luce della fede“. Le chiese coinvolte saranno S.Maria ai Miracoli, S.Pietro al Carmine, S.Giovanni Battista all’Immacolata, S.Martino e S.Lucia alla Badia. Le visite si terranno il 26 e 27 dicembre e poi il 2,3,9 e 10 gennaio.

Infine un evento particolare avrà luogo il 29 dicembre a piazza Duomo, si tratta di Domus Picta, un gioco di luci e proiezioni sui monumenti della piazza voluto dalla soprintendenza ai beni culturali di Siracusa.

Immagini: Un momento di un esibizione del Peter King Jazz Quartet (foto da www.jazzeddie.f2s.com) e il musicista Isaac Simspon (foto da http://gospelmusicbites.com)