Tantissimi eventi per Volalibro 2010

volalibro.jpgComincia oggi a Noto la terza edizione di Volalibro, il festival della cultura per ragazzi che, anno dopo anno, riscuote sempre più consensi e pubblico. Questa grande festa della cultura per i più giovani che si tiene nella cittadina barocca, rappresenta sicuramente un “unicum” nella nostra provincia. L’edizione 2010 si terrà dal 12 al 21 novembre e prevede ben 140 eventi in calendario, 4 mostre tematiche e 50 ospiti, alcuni dei quali di grande rilevanza nazionale. E’ veramente difficile sintetizzare in poche righe le numerose proposte di Volalibro 2010. La manifestazione si rivolge ai ragazzi dai 5 ai 19 anni e, ponendo il libro come punto focale, propone laboratori, letture, spettacoli, visite guidate, concorsi e tanto altro. I laboratori sono divisi per età ed hanno varie tematiche didattiche: dalla paura al bullismo, dall’alimentazione alla creatività. Per il periodo della manifestazione, come detto, sarà possibile visitare anche 4 mostre: dal libro antico al libro per ragazzi e anche un’esposizione dedicata a Noto e all’unità d’Italia. Ci saranno anche letture di libri dal vivo o le tradizionali tragedie classiche presentate ai più giovani. Tra i momenti di confronto, da annotare un laboratorio RAI organizzato dal GT Ragazzi e un dibattito sulla mafia e ancora un concorso per piccoli autori e laboratori di giornalismo. Saranno tanti anche gli ospiti con cui i ragazzi avranno apposite occasioni di incontro. Tra questi ricordiamo il cantautore Roberto Vecchioni, lo sportivo Enzo Maiorca, il giornalista Oliviero Beha, l’attrice Piera Degli Esposti ed il sacerdote Don Fortunato di Noto.
Maggiori informazioni su Volalibro 2010 sono reperibili sul sito internet ufficiale www.volalibro.it, dal quale è possibile scaricare anche la brochure con il programma completo degli eventi.

Foto: un’immagine delle passate edizioni di Volalibro (tratta da www.volalibro.it)


Al via Tragodia 2010

bellomo3.jpgIn concomitanza con le rappresentazioni classiche del’INDA a Siracusa, si moltiplicano, come sempre le iniziative culturali dedicate al teatro ed alla cultura classica. Tra queste “Tragodia 2010 – Carnefice e vittima“, iniziativa promossa dall’associazione L’arco e la fonte, il cui primo appuntamento si svolgerà martedì 25 maggio alle ore 21 nei locali della Galleria regionale Bellomo in Via Capodieci.
Il progetto ha come tema filosofico portante l’impulso dionisiaco, la pulsione vitale, tanto presente nella tragedia greca. Tragodia 2010 prevede una serie di letture sceniche, la prima delle quali, dal titolo “Il nascere ed il morire delle cose”, sarà dedicata al De rerum natura di Lucrezio.
Seguiranno il 29 maggio, sempre alle ore 21, “La nostalgia delle canzoni”, tratta dai testi del poeta arabo Ibn Hamdis ed il 2 giugno “Il sentimento del luogo”, tratto da Costantino Kavafis.
I testi verranno interpretati da Antonio Zanoletti, attore che in questi giorni sta recitando anche al teatro greco di Siracusa, interpretando il ruolo di Ulisse nella tragedia Aiace di Sofocle.
L’iniziativa vede la collaborazione dell’INDA, della Galleria regionale Bellomo e dell’assessorato regionale e provinciale ai beni culturali.

La settimana della cultura araba alla Galleria Roma

settimana_araba.jpgUna settimana per scoprire e conoscere la cultura araba. E’ questa l’iniziativa che prenderà il via sabato 11 luglio presso la Galleria Roma, in via Maestranza 110 a Siracusa. Il titolo della mostra è “Mirage” e ad essa, nell’arco della settimana sono associati una serie di eventi culturali per approfondire la cultura araba che tanto ha dato alle radici culturali siciliane.
Ad aprire la settimana sarà la mostra di calligrafici del pittore tunisino Ramzi Harrabi. L’inaugurazione è prevista per sabato alle 18.30 con ingresso libero. L’artista ormai da diversi anni è trapiantato a Siracusa dove lavora come docente presso il Mediterranean Center for Arts and Sciences. Harrabi è particolarmente impegnato nei temi del dialogo tra le culture e oltre che pittore è anche poeta e musicista. In numerose occasioni ha svolto un ruolo da “rappresentante” della cultura araba nel nostro paese.
Nell’arco della settimana sono prevista anche altre iniziative collaterali alla mostra:
  • martedì 14 luglio alle ore 19 una serata dedicata alla poesia araba
  • giovedì 16 luglio alle ore 19 un workshop di tecniche artistiche aperto agli artisti e agli amanti dell’arte
  • sabato 18 luglio alle ore 19 la proiezione del documentario “Mirage”, diretto dallo stesso Ramzi Harrabi
Un’occasione insomma per scoprire qualcosa in più dell’affascinante mondo culturale arabo. Per maggiori informazioni è possibile collegarsi al sito della Galleria Roma www.galleriaroma.it mentre l’artista Ramzi Harrabi possiede anche un proprio sito www.ramziharrabi.com
Foto: “Barca della morte”, opera di Ramzi Harrabi, immagine tratta da www.ramziharrabi.com