Anche a Siracusa la videosorveglianza

videosorveglianza.jpgSembra che dal 2010 anche a Siracusa faranno il debutto dei sistemi pubblici di sorveglianza con l’ausilio di telecamere. Finora l’uso delle telecamere era sempre stata iniziativa di privati e ad uso esclusivo delle attività commerciali. Nel corso del prossimo anno invece dovrebbero fare la loro comparsa in città ben 80 telecamere distribuite in punti cruciali già individuati e gestite dalla sala operativa di vigili urbani e polizia.
I criteri con cui distibuire i dispositivi video sono già stati individuati in passato con dei vertici in prefettura per far fronte alle maggiori necessità cittadine. Si punta a migliorare la sicurezza ed il controllo delle vie principali (piazza Duomo, corso Umberto, corso Gelone), dei ponti di ingresso di Ortigia e delle zone a maggiore densità commerciale.
Negli ultimi anni in Italia vi sono state diverse “levate di scudi” nei confronti dell’utilizzo di telecamere e di qualsiasi altro mezzo che in qualche modo invada la privacy della persona. In altre parti del mondo, vedi Stati Uniti o Regno Unito, si toccano eccessi opposti e in pratica non è possibile trovare angolo dove non vi sia un “occhio elettronico”.
Probabilmente ancora una volta occorrerebbe usare il buon senso e non scadere nell’eccesso da nessuna delle due parti. Preservare la privacy è importante ma un numero equilibrato di videocamere piazzate in punti strategici della città può senza dubbio aiutare ad aumentare la qualità della vita individuando e prevenendo gesti criminali o semplicemente monitorando i punti sensibili per evitare atti vandalici.
Da tempo le forze dell’ordine cittadine lamentano l’assenza di abbastanza personale per poter svolgere al meglio il servizio. Occhi elettronici a vigilanza delle strade commerciali possono aiutare a prevenire furti e rapine così come incendi dolosi a carico di attività commerciali ed automezzi, fenomeni mai del tutto sopiti a Siracusa.
Allo stesso modo sarà possibile tenere d’occhio monumenti e aree pubbliche intervenendo tempestivamente per evitare i frequenti atti vandalici che deturpano la nostra città.
A quanto pare alcune telecamere verranno installate anche sui mezzi di servizio dei vigili urbani per filmare in modalità “live” le vie cittadine e poter individuare in un secondo momento gli automobilisti indisciplinati responsabili della diffusissima “sosta selvaggia“, vera piaga della viabilità cittadina.