Alcune idee per il fine settimana

938851684.jpgEccoci giunti al consueto appuntamento di fine settimana con la segnalazione di alcuni eventi e manifestazioni che si terranno a Siracusa nei prossimi giorni.
Venerdì 25 febbraio, alle ore 17,30, presso il museo regionale Paolo Orsi si terrà la presentazione del libro “Anapos – canzuna ppi la Sicilia” di Corrado Di Pietro. Nel corso dell’appuntamento vi saranno relazioni a cura di Paolo Giansiracusa e Salvo Sequenzia oltre alla musica al flauto di Antonino Bonasera.
Continuano anche gli appuntamenti organizzati dalla Galleria Roma e dedicati al tema dei 150 di unità d’Italia. Sabato 26 febbraio presso la storica galleria di Ortigia si terrà un incontro a cura di Nino Portoghese sul tema “Idea e visione dell’Italia unita“. L’inizio della conferenza è previsto per le ore 18.30.
Per gli appassionati di teatro, invece, l’appuntamento è per domenica 27 febbraio. Alle ore 18, presso la sala Randone di via Malta, si terrà lo spettacolo “Le farse di Peppe Nappa”. Si tratta di una commedia dialettale in 3 atti. Lo spettacolo è a cura del gruppo di teatro della polizia municipale e vede la regia di Raffaele Zacco. L’ingresso allo spettacolo è libero.

E’ di nuovo filosofia in festa

Ieri, 18 novembre, l’Unesco ha proclamato la giornata mondiale della filosofia con lo scopo di promuovere e valorizzare in tutto il mondo “l’amore per la saggezza”.
Anche quest’anno, a Siracusa, grazie all’impegno profuso dall’associazione culturale Nuova Acropoli, in concomitanza con questo evento, si acropoli.jpgcelebra il festival della filosofia che, per l’edizione 2010, ha come tema di fondo “la filosofia ieri e oggi”. Dimenticate però i libri voluminosi dei tempi di scuola o le terribili interrogazioni su temi astratti in quanto, uno degli scopi che Nuova Acropoli si propone, è riproporre i valori classici della filosofia con un linguaggio fresco ed al passo coi tempi. Un modo per dimostrare che il pensiero di Platone, Seneca o Kant non è vecchio di secoli ma che contiene invece un messaggio sempre attuale. Il festival della filosofia si apre oggi e proseguirà fino a domenica con varie iniziative. Si parte alle ore 18.30 di oggi con un’originale “aperitivo filosofico“, una sorta di convivio in chiave moderna in cui, in un’atmosfera rilassata e stimolante, i partecipanti potranno discutere sul tema sempre attuale della ricerca della felicità. L’appuntamento è a Palazzo Impellizzeri in via Maestranza, in Ortigia.
Nella mattinata di sabato l’appuntamento sarà dedicato alle scuole con un seminario tenuto in collaborazione con i licei cittadini. Docenti di filosofia dei vari istituti, il prof. Roberto Fai del collegio siciliano di filosofia ed Elga Daniele, presidente di Nuova Acropoli, interverrano sul tema della “Filosofia ieri ed oggi“. L’appuntamento è alle ore 10, sempre a Palazzo Impellizzeri.
Spazio sarà dato anche agli amanti dello spettacolo. Alle ore 19 si esibiranno le “Ancee mediterranee” in concerto. Per il teatro invece sono previsti diversi appuntamenti. A partire dalle ore 11.30 si terranno gli spettacoli “Intervista a Talete, Anassimandro ed Anassimene” e, a seguire “Lo sguardo di Atena“. Alle ore 20, invece, sarà la volta del “Mito della caverna di Platone: ombre di ieri e di oggi“.
acropoli2.jpgGli spettacoli teatrali si terranno sabato al Palazzo della cultura mentre nel pomeriggio di domenica, a partire dalle ore 17, verranno messi in scena in maniera itinerante in vari punti del centro storico di Ortigia (tempio di Apollo, piazza Archimede, piazza Duomo, via Picherali).
La mattinata di domenica sarà dedicata alla riscoperta del patrimonio culturale cittadino. Nuova Acropoli ha adottato ormai da parecchio tempo il tempio di Apollo, curandone la manutenzione del verde. Per la prima volta, grazie anche alla disponibilità della soprintendenza ai beni culturali, il tempio verrà aperto al pubblico e sarà possibile partecipare a delle visite guidate direttamente tra i resti del monumento antico. Le visite cominceranno alle ore 10.
Il festival si concluderà idealmente il 25 novembre con l’apertura di un corso dal titolo “Filosofia attiva: l’arte di saper scegliere“. Il programma dettagliato e maggiori informazioni sul festival della filosofia sono reperibili sul sito internet dell’associazione culturale Nuova Acropoli.

Immagini: locandina ed un momento dello scorso festival della filosofia (foto tratte dal sito dell’associazione Nuova Acropoli)

 


Incontri e conferenze per tutti i gusti

papiro.jpgUna chiusura di settimana ricca di appuntamenti culturali quella che attende i Siracusani. Venerdì 16 aprile si apre a livello nazionale la XII settimana della cultura e, pertanto, anche a Siracusa monumenti e musei saranno visitabili gratuitamente. In tale occasione, nella splendida cornice del medievale Castel Maniace è prevista anche una conferenza-spettacolo dal titolo “Poeti e poesie alla corte di Federico II“. Lo spettacolo inizierà alle ore 17 ed è a cura dell’attore e regista Agostino De Angelis oltre a vedere come relatrice la Dott.ssa Marika Bedogni.
Sempre venerdì prenderà il via una mostra dedicata al papiro, pianta di cui la città fa giustamente il proprio vanto. Titolo della mostra “Intersezioni, il papiro aretuseo dialoga con il Bellomo“. La mostra è a cura di Maria Teresa Gulino e sarà ospitata fino al prossimo 25 aprile nei locali dell’ex Convento del Ritiro, in via Mirabella 32 in Ortigia. Nella stessa sede, alle ore 17 di venerdì si terrà l’incontro di studi “Papiro: dall’antico al contemporaneo”.
Per gli appassionati di letteratura alle ore 18.30, nei locali di Palazzo Greco, in Corso Matteotti, sede dell’INDA, si terrà un incontro dal titolo “L’eredità morale di Leonardo Sciascia“.
Chi si interessa di scienza o di fenomeni inspiegabili, infine, potrà seguire la conferenza organizzata dall’associazione di astrofili CODAS in collaborazione con il CICAP Sicilia dal titolo “Segnali dal cielo ? Un’indagine scettica su fenomeni luminosi ed avvistamenti UFO“, a cura del Dott. F.Pulvirenti. L’incontro si terrà nella sala conferenze dell’associazione in Largo Amedeo d’Aosta a partire dalle ore 18.

Immagine: Piante di papiro nella Fonte Aretusa (foto: Rollopack/Wikimedia)

Musica e cultura dall’Olympieion all’anfiteatro

anfiteatro.jpgSembra proprio che quest’autunno avremo il piacere di potere riscoprire e vedere valorizzati siti archeologici siracusani difficilmente fruibili o chiusi da troppo tempo
Questo grazie ad una serie di iniziative messe in atto dalla soprintendenza ai beni culturali di Siracusa, in collaborazione con altri partner che mirano a creare un connubbio tra musica, teatro ed archeologia.
A partire da questa domenica e per tutto il mese di ottobre alcuni siti archeologici verranno infatti utilizzati come incantevole sfondo naturale per rappresentazioni musicali classiche o rappresentazioni a tema storico. Un ulteriore merito va segnalato nel biglietto gratuito per tutte le iniziative fino all’esaurimento dei posti disponibili.
La prima occasione “speciale” sarà questa domenica. A partire dalle ore 21 verrà messo in scena lo spettacolo “Rievocazioni mitiche” con musiche di Amato, Davis e Parker. Ma la vera particolarità sta nella location scelta: il tempio di Giove – Olympieion o meglio “Le due colonne” come affettuosamente le conoscono i Siracusani. Dopo lungo tempo il monumento sarà nuovamente fruibile al pubblico che oltre ad assistere allo spettacolo potrà scoprire la nuova illuminazione artistica dello stesso.
Le “chicche” però non finiscono qui: altre manifestazioni sono previste nell’ambito delle giornate europee per il patrimonio. Tra quelle imminenti segnaliamo quella di mercoledì 23 settembre.
Al Castello Eurialo, a partire dalle ore 21 si terrà una conferenza-spettacolo ideata dall’attore e regista Agostino De Angelis, dal titolo “Dionigi il Grande ed il saccheggio del santuario di Pyrgi”, relatrice la dott.ssa Vincenza Iorio.
A pochi giorni di distanza la cittadinanza potrà riappropriarsi di un ulteriore monumento, l’anfiteatro romano. Da parecchi anni è fruibile soltanto nella parte superiore ed in pochi ricordano i suggestivi spettacoli musicali che un tempo si tenevano nell’arena. Giovedì 24 settembre e venerdì 25, sempre alle ore 21, sarà possibile assistere a due conferenze-spettacolo all’interno del monumento. I titoli sono “Teocrito e Virgilio: la natura raccontata da un greco e da un romano” e “La Roma di Vespasiano e dei Flavi” entrambe ideate dal regista Agostino De Angelis e che vedranno come relatrice Vincenza Iorio. Non c’è che dire, una settimana all’insegna dell’archeologia e della cultura quella che si preannuncia in città.

Per maggiori informazioni sullo spettacolo al tempio di Giove è possibile telefonare al numero 0931.450804 dalle 9 alle 13 (calendario completo a questo indirizzo). Gli altri spettacoli vengono invece organizzati dall’Associazione Extramoenia. Info 349.4055382 e 329.3323562, e-mail
us.extramoenia@live.it (calendario completo a questo indirizzo).

Foto: Anfiteatro romano (da Wikipedia)