Ancora festa per l’unità d’Italia

 

mail.jpegContinuano i festeggiamenti e le manifestazioni per celebrare i 150 dell’unità d’Italia. Il comune di Siracusa ha reso noto il programma di eventi previsti. Questa mattina, a partire dalle ore 9, alla cittadella dello sport, le scuole cittadine presenteranno una serie di esibizioni musicali e sportive con tema l’Italia unita. Nel pomeriggio, alle 18 si terrà un concerto sul sagrato del duomo e, alla stessa ora, a piazza San Giuseppe, sempre nel centro storico verrà scoperta una lapide fatta restaurare dall’associazione Lamba Doria. Poco dopo, alle ore 19, a Palazzo Vermexio verrà inaugurata la mostra “1861 a Siracusa, dal risorgimento all’unità d’Italia”, curata dalla società di storia patria. Infine, in serata, ben tre concerti in programma. Alle 19.30 musica italiana presso Montevergini. Alle 21, presso la chiesa di Santa Lucia alla Badia si svolgerà il concerto organizzato dal Rotary Club dal titolo “Risorgimento in musica”. Allo stesso orario, presso il convento del ritiro, la società Dante Alighieri ha organizzato musiche, mostre ed una “cena tricolore”. Anche la soprintendenza ai beni culturali ha allestito una mostra. Si tratta di “Siracusa città nuova dopo l’unità d’Italia”. Sarà aperta dalle 20 alle 24. Dalle 20 alle 23.30 di oggi e dalle 9 alle 13 di domani, 17 marzo, saranno aperti al pubblico anche gli ipogei di piazza Duomo e castello Maniace.

 

Un pirata tra musica e versi

aretusa.jpgQuesta sera, venerdì 11 febbraio,alle ore 19, nella Sala Carabelli in via Torres 10 in Ortigia (l’ex cinema Lux) si terrà lo spettacolo dal titolo “Teoria del pirata” (ingresso € 10). Si tratta di un evento particolare, un concerto in voce narrante a cura del regista Agostino De Angelis che già in passato ha regalato alla città spettacoli di grande valore e suggestione, organizzati in luoghi dal grande valore scenografico e storico. Lo spettacolo fa parte del ciclo “Conosci gli artisti della tua città” che vede il patrocinio del comune e della provincia. L’organizzazione è affidata all’associazione Extramoenia. La particolarità di questo concerto in voce narrante è di cercare la fusione simmetrica tra poesia e musica, note e versi. Lo spettacolo vede anche le coreografie di Roberta Dell’Aquila e le musiche di Riccardo Raimondo. L’accompagnamento musicale al pianoforte sarà curato da Francesco Di Noto.
Perchè allora “Teoria del pirata” ? La figura del pirata richiama alla mente una serie di simbolismi e particolarità che lo spettacolo vuole ricreare nella mente degli spettatori. La figura romantica del pirata unisce un’idea di libertà e di continuo viaggio alla scoperta dell’ignoto alla quale però va unita la consapevolezza che ogni avventura ha un termine ed un ritorno. Maggiori informazioni su questo evento e sui prossimi in programma sono reperibili sul sito dell’associazione Extramoenia.

Immagine tratta dal sito di Extramoenia

 

Tra classico e moderno con le Amadeus

amadeus.jpgSebbene Natale sia ormai passato da un pezzo, la rassegna di eventi “Luci a Siracusa” continuerà a tenerci compagnia ancora per diverse settimane con concerti, mostre, visite guidate ed incontri culturali. In questi giorni sono previsti due nuovi eventi.
Il primo è dedicato agli amanti della musica pop-dance, si esibiranno infatti venerdì 4 febbraio alle ore 21 presso la Sala Randone di via Malta le quattro ragazze che compongono il gruppo delle “Amadeus Electric Quartet“. La particolarità di questo gruppo, proveniente dalla Romania, è di unire strumenti e ritmi moderni e classici in un’originale esibizione allietata anche dal look audace che la band si è voluta dare. Ecco allora che vedremo suonare insieme ad esempio un violino ed un basso elettrico rivisando temi da reportorio classico come la Carmen, il Guglielmo Tell o il Bolero.
Il secondo appuntamento è invece dedicato agli amanti dell’arte. Si apre sempre oggi e continuerà fino al 6 marzo 2011 la collettiva di arte contemporanea dal titolo “Il corpo e la luce – Caravaggio e Lucia a Siracusa“, curata da Nino Portoghese e Lucia Trombadore. La mostra si tiene nei locali dell’Ex Convento del Ritiro in via Mirabella 31. La mostra, con ingresso libero, rimarrà aperta dal martedì al sabato dalle 17.30 alle 20.30 e domenica e festivi dalle 10.30 alle 13 e dalle 17.30 alle 21.


Musiche, luci e narrazioni rievocano l’antica Siracusa

734.jpgSabato 29 gennario ritorna, per il secondo anno consecutivo, la manifestazione “734aC“. L’evento prende il nome dall’anno di fondazione di Siracusa. L’originale idea, che ha preso il via nel 2010, è infatti quella di proporre uno spettacolo che sia al contempo ricordo delle origini della città aretusea e celebrazione della sua importanza storica. Lo scorso anno 734aC si svolse a ridosso della darsena e del porto. Per quest’anno, pur rimanendo nel centro storico di Ortigia, cambierà lo scenario. Lo spettacolo infatti avrà luogo sul sagrato del Duomo e nella piazza a partire dalle ore 21. Anche per l’edizione 2011 si punterà su un mix tra classico, ricordo del mito e spettacolari effetti speciali. La voce narrante dell’attrice Alessandra Gatto rievocherà agli spettatori le fasi salienti della storia di Siracusa mentre l’Orchestra del Mediterraneo, diretta dal Maestro Pupillo ed i cantanti lirici Piera Bivona e Antonino Interisano, accompagneranno l’evento. Tra le musiche proposte vi saranno brani presi dalle tragedie classiche, musiche di autori come Mozart, Verdi, Puccini ed anche brani moderni come la colonna sonora de “Il Gladiatore” di F.Zimmer. A fare da sfondo uno spettacolare gioco di luci ed immagini che verranno proiettati sui monumenti di piazza Duomo.
Si tratta di una manifestazione del ciclo “Luci a Siracusa”, un evento particolare e sicuramente da non perdere in quanto ha il doppio merito di cadere in un periodo dell’anno solitamente povero di iniziative e, al contempo, di offrire una grande originalità rispetto a tante altre iniziative che molto spesso hanno caratteristiche simili tra loro.

Capodanno a Siracusa

capodanno.jpgAvete già fatto i vostri progetti per questa sera ? Avete prenotato il ristorante od organizzato la serata a casa di amici ? In tal caso avete già risolto l’incombente problema del capodanno. Per quanti invece sono ancora indecisi, diamo qualche spunto su quello che viene proposto in provincia di Siracusa in questa notte di fine 2010.
Nel capoluogo, come già avvenuto negli anni passati, piazza Duomo, a partire dalle 23.30 sarà animata dallo staff di Radio FM Italia che con tanta  musica ed allegria accompagnerà quanti raggiungeranno il centro storico nel passaggio nel nuovo anno.
Per la mattina del primo gennaio, invece, presso la Chiesa di Santa Lucia alla Badia, alle ore 12 è previsto un concerto di musica della tradizione natalizia siciliana a cura di Carlo Muratori mentre alle ore 19, in cattedrale, si terrà il concerto di capodanno a cura dell’orchestra bulgara.
Ricordiamo a quanti vogliono recarsi nel centro storico che, in occasione delle festività, cambiano gli orari della ZTL (zona a traffico limitato). Il 31 dicembre sarà attiva dalle 23 alle 4 mentre l’1 gennaio sarà attiva dalle 21 alle 2.
Anche nella vicina cittadina barocca di Noto, l’attesa per il nuovo anno sarà a suon di musica. A partire dalle ore 23, in piazza XVI maggio ci sarà un house music party. Tra gli ospiti e gli animatori del capodanno netino vi saranno Angelo Marotta della trasmissione Amici di Maria de Filippi, Elisa Nausica di NBNight e i DJ Mario Impellizzeri e Majo. Il capodanno di Noto potrà anche essere seguito in streaming su NBTV.
Nella cittadina montana di Palazzolo Acreide, a fronte di una nottata senza particolari eventi in programma, nel pomeriggio dell’1 gennaio, sarà ancora possibile visitare il tradizionale presepe vivente presso il castello medievale, che quest’anno sta riscuotendo notevole successo.
Anche a Melilli nei prossimi giorni sarà ancora possibile ammirare presepi, in particolar modo presso il convento dei cappuccini e presso la chiesa madre. Il 31 dicembre, alle ore 17, presso l’auditorium “Carta” si terrà il concerto di fine anno mentre il primo dell’anno, alle ore 19.30, presso la chiesa di San Sebastiano, vi sarà un concerto di capodanno con i tradizionali valzer viennesi.
Infine, per i tanti che decideranno di attendere l’alba e vedere lo spuntare del primo Sole del nuovo anno da uno dei numerosi e magnifici panorami siracusani, ricordiamo che il disco solare apparirà sull’orizzonte soltanto alle ore 7.12. Questo a dispetto del chiarore dell’alba che ogni anno inganna in tanti che coraggiosamente (e prematuramente) attendono per lungo tempo al freddo lo spuntare del nostro astro.


I “centoeventi” estivi della provincia

centoeventi.jpgCon l’estate ampiamente inoltrata ecco che anche la provincia di Siracusa ha comunicato il programma di eventi organizzati per la bella stagione.
Come sovente accade nella nostra città, la comunicazione e le date di inizio degli spettacoli non brillano per tempestività ma, considerando che la lunga estate siciliana ci regalerà ancora quasi due mesi di bel tempo, non dispiace certamente poter ancora disporre di questa nuova serie di iniziative per il tempo libero.
Il ciclo di manifestazione è stato battezzato “Centoeventi” per rimarcare l’alto numero di iniziative previste nei prossimi trenta giorni a Siracusa e in provincia.
E’ stato attivato un sito ufficiale della manifestazione, www.centoeventi.info, dal quale è possibile scaricare anche il programma, in formato pdf, di ben dodici pagine.
Le iniziative spaziano tra tutti i generi: dal blasonato festival internazionale del balletto, in corso di svolgimento in questi giorni al Castello Maniace di Siracusa, a spettacoli teatrali nelle piazze dei vari paesi della provincia, da esibizioni canore a spettacoli di cabaret.
Ampio spazio viene dato anche alle realtà locali: associazioni e compagnie teatrali che eseguiranno spettacoli folkloristici o dialettali. Tanti, poi, gli appuntamenti anche per gli appassionati di disco-music.
Tra le tante proposte da notare il richiamo alle tradizioni, con l’opera dei pupi, il fascino della mostra internazionale di liuteria che verrà allestita nel capoluogo e la suggestione del concerto della fanfara dei carabinieri che invece avrà luogo ad Augusta.
Insomma, un programma tutto da scorrere in quanto chiunque troverà qualcosa per i propri gusti in questa lunga estate di eventi che terminerà solamente il 3 ottobre.

Foto tratta da: www.centoeventi.info

Al via il festival “Magie Barocche”

santaluciabadia.jpgE’ stato inaugurato ieri a Roma ed avrà una parallela inaugurazione domani a Siracusa il 3° festival internazionale del Val di Noto “Magie Barocche”.
Si tratta di una serie di manifestazioni che per l’intera estate (dal 10 giugno al 4 settembre) metterà insieme musica di altissimo livello con gli splendidi scenari barocchi del Val di Noto. La manifestazioe vede il patrocinio del ministero per i beni e le attività culturali. Il primo appuntamento, come detto, è previsto per sabato 12 giugno, alle ore 21 presso la Chiesa di Santa Lucia alla Badia, in Piazza Duomo a Siracusa. Il titolo dell’evento musicale è “Magie d’ombra et di luce. Historia senza attione, intorno a Michelangelo Merisi”. Lo scenario è stato scelto proprio in quanto la chiesa di Santa Lucia alla Badia ospita il dipinto “Seppellimento di Santa Lucia”, realizzato dal Caravaggio a Siracusa.
Si tratterà di un concerto di suoni, luci e parole, ideato per la ricorrenza del IV centenario della morte del Caravaggio. Ad esibirsi sarà l’Ensemble Seicentonovecento & Cappella Musicale di San Giacomo mentre Galatea Ranzi ed Enrico Lo Verso saranno le voci recitanti. Le musiche sono di Paolo D’Aragona, Emilio De’ Cavalieri, Girolamo Frescobaldi, Paolo Quagliati e Scipione Stella con la direzione di Flavio Colusso e la regia di Marco Andriolo.
Dopo il primo evento, il programma proseguirà con una ricca serie di avvenimenti che toccheranno i più incantevoli centri barocchi del sud-est, affiancati sempre dai più raffinati esecutori contemporanei di musica barocca.
Maggiori informazioni ed il programma completo sono reperibili sul sito ufficiale del festival “Magie Barocche”.

Immagine: la chiesa di Santa Lucia alla Badia dove si terrà il concerto di sabato (foto: cortesia C. Larosa)

Un lungo week-end di inizio anno

caravaggio.jpgSicuramente non c’è modo migliore di iniziare l’anno nuovo che con un week-end allungato da poter dedicare alla famiglia, agli amici, al relax.
Siracusa è “scivolata” nel 2010 con temperature e clima veramente invidiabili: uno splendido cielo azzurro e giornate degne della stagione primaverile. Insomma, nulla di meglio per godersi ancora un po’ la nostra città e gli appuntamenti di questo week-end.
Eccovi allora qualche spunto. Se nonostante la lunga notte di capodanno state leggendo questo blog di buon mattino… affrettatevi ! Anche a Siracusa quest’anno si terrà il concerto del primo dell’anno. L’appuntamento è per le ore 12.30 in cattedrale.
Per sabato e domenica sono previsti due ulteriori appuntamenti musicali. Si tratta di due concerti del ciclo “Le Bellissime”: sabato 2, alle ore 21:15 presso la chiesa di San Benedetto (via Capodieci) si esibirà La Giga Ensemble. Domenica 3 gennaio alle ore 20 presso la chiesa di Santa Lucia alla Badia (piazza Duomo) saranno invece i Cantonovu ad esibirsi. Il ciclo “Le Bellissime” sta riscontrando un notevole successo di pubblico in tutti gli appuntamenti. L’originale idea vuole valorizzare alcune delle chiese “minori” (ma non per questo artisticamente meno interessanti) della città. Si tratta appunto di nove chiese “bellissime” dove nel corso del periodo natalizio si svolgeranno dei concerti. Prima di ogni concerto lo storico dell’arte Paolo Giansiracusa fornisce delle informazioni sulla storia e sulle opere d’arte contenute nei vari edifici religiosi.
Questa iniziativa è stata negli ultimi giorni anche l’occasione per portare alla ribalta la problematica di numerose chiese di pregio i cui lavori di restauro sono da lungo tempo bloccati per mancanza di fondi. Si tratta di importanti testimonianze barocche della città quali la chiesa dei Gesuiti o la chiesa di San Filippo. Uno degli auguri per l’anno nuovo è che la nuova attenzione portata su questi beni culturali possa presto sbloccarne le sorti e restituirle alla città.
Ricordiamo anche che domenica alle ore 10.30 presso la chiesa di Santa Rita si esibirà il coro di voci bianche.
Per quanti invece vogliono unire divertimento, tradizione e beneficenza, sempre domenica, alle ore 20, all’antico mercato di Ortigia si svolgerà la tombolata di beneficenza organizzata dall’associazione Emergency.

L’anno che verrà

fuoco-artificio.jpgEd eccoci arrivati alla fine del 2009, pronti a spiccare il balzo nel nuovo anno !
Come è stato l’anno che sta terminando per Siracusa ? A mio avviso un anno di transizione: la crisi si è fatta sentire pesantemente in città come in tutta Italia e, le nuove amministrazioni al comune ed alla provincia hanno cominciato a muovere i primi passi per cui è troppo presto per fare un bilancio sul lavoro svolto anche se, fuor di dubbio, nei mesi a venire non poche gravi problematiche (di lunga data) si presenteranno ai governanti cittadini con l’obiettivo di migliorare la qualità della vita a Siracusa.
Già, perchè se c’è una cosa su cui tutti i sondaggi concordano è che la qualità della vita a Siracusa è estremamente bassa, a dispetto delle sue bellezze artistiche e naturali.
Speriamo allora che il 2010 porti la svolta ambientale ed ecologica e che i valori di inquinamento da pm10 calino in città. Purtroppo nel 2009 si sono sfiorati i limiti di guardia per più di 300 giorni: veramente tanti !
Migliorare le condizioni ambientali innescherebbe una bella reazione a catena che porterebbe ad occuparsi anche di altri problemi cittadini quali il traffico, il verde, il trasporto pubblico ecc.
Con lo scadere del nuovo anno è stata finalmente inaugurata l’autostrada Siracusa-Catania, attesa da quarant’anni. Un’opera che può essere un rilancio per l’economia cittadina che ancora non riesce a capire se il suo futuro sarà turistico o industriale.
Insomma, quel che è certo è che i Siracusani dal 2010 si attendono novità e cambiamenti, speriamo in positivo.
Al momento rimangono da godere ancora gli ultimi momenti del vecchio anno che, per quanti lo desiderano, sarà possibile festeggiare in piazza Duomo. La passeggiata in Ortigia, dopo la mezzanotte è un “classico” per molti Siracusani. Per molti anni, purtroppo nessuna animazione ha accompagnato lo scoccare della mezzanotte in città. Quest’anno in piazza vi sarà lo staff dell’emittente radiofonica FM Italia ad allietare i presenti.
La mattina seguente poi, in cattedrale, l’arrivo dell’anno nuovo sarà accompagnato dal Concerto di Capodanno a cura dell’orchestra da camera ucraina e del soprano Yumi Chong. Buon anno a tutti allora e arrivederci al 2010 !

 

Foto: Kropsoq/Wikipedia

Gli eventi siracusani delle feste

luci-a-siracusa2.jpgAbbiamo già avuto un assaggio nelle pagine di questo blog della ricca serie di appuntamenti previsti per il periodo festivo a Siracusa, in particolar modo nell’ambito della tradizionale rassegna “Luci a Siracusa“, giunta alla sua quarta edizione. Vediamo adesso un pochino più nel dettaglio cosa ci riserva la città nei prossimi giorni di festa, quando scartati i regali e digerite le ultime fette di panettone viene la voglia di passeggiare per Siracusa per riscoprire luoghi insoliti della città o per vedere eventi natalizi.
Per gli amanti della musica sono previsti una serie di concerti, dal gospel al jazz alla musica classica.
Il 27 dicembre alle ore 21 in cattedrale si terrà un concerto gospel di Isaac Simpson & Divina Provvidenza. L’evento rientra in un minicartellone chiamato “Le bellissime” dedicato alle nove chiese più suggestive di Siracusa. Visite guidate e musica si alterneranno nei vari edifici religiosi per tutte le festività. Il giorno dopo, 28 dicembre, sempre in Ortigia, presso la chiesa di San Francesco all’Immacolata, alle ore 21.15 si esibirà il coro delle voci bianche mentre alla stessa ora ma all’Antico Mercato sarà la volta del concerto jazz del Peter King Quartet.
luci-a-siracusa3.jpgIl 29 dicembre la musica diviene itinerante per le vie del centro storico grazie al concerto itinerante della Size 46 Street Band (inizio ore 18.30). Lo stesso giorno si esibirà anche il duo di chitarra classica composto da Roberto Salerno e Marcello Cappellani.

Se volete vedere qualche mostra approfittate di questi giorni per visitare la Galleria Regionale “Bellomo”. Durante il periodo natalizio i residenti in provincia di Siracusa potranno accedervi con un biglietto ridotto di soli 2 €. Inoltre all’intero del museo è temporaneamente allestita una mostra tematica dedicata ai presepi di cera e di terracotta siciliani. La mostra resterà visitabile fino alla fine di gennaio ma martedì 29 dicembre alle ore 17 lo storico d’arte Paolo Nifosì terrà una conferenza per illustrare le peculiarità dei presepi artigianali siciliani, in particolar modo i bellissimi presepi in terracotta prodotti a Caltagirone.

Potete anche approfittare di questi giorni di festa per visitare alcune chiese del centro storico solitamente chiuse al pubblico. Questo grazie alle visite guidate promosse dall’associazione Kairos per il ciclo “Nell’arte la luce della fede“. Le chiese coinvolte saranno S.Maria ai Miracoli, S.Pietro al Carmine, S.Giovanni Battista all’Immacolata, S.Martino e S.Lucia alla Badia. Le visite si terranno il 26 e 27 dicembre e poi il 2,3,9 e 10 gennaio.

Infine un evento particolare avrà luogo il 29 dicembre a piazza Duomo, si tratta di Domus Picta, un gioco di luci e proiezioni sui monumenti della piazza voluto dalla soprintendenza ai beni culturali di Siracusa.

Immagini: Un momento di un esibizione del Peter King Jazz Quartet (foto da www.jazzeddie.f2s.com) e il musicista Isaac Simspon (foto da http://gospelmusicbites.com)