In mostra le bellezze del cosmo

cometa.jpgTra pochi giorni si aprirà a Siracusa un’interessante mostra scientifica. Si tratta di un’esposizione di fotografia astronomica amatoriale, organizzata dal Codas (Centro osservazione e divulgazione astronomica Siracusa). L’evento si terrà dall’8 al 10 aprile presso la sede dell’associazione in largo Amedeo di Savoia, in Ortigia. Si potranno ammirare galassie, nebulose ed ammassi stellari nelle immagini riprese da astrofili di varie parti della Sicilia. Oltre alle immagini amatoriali saranno esposte anche le più spettacolari riprese effettuate negli ultimi anni dal telescopio spaziale Hubble della NASA. Inoltre, collateralmente alla mostra fotografica, vi sarà un’esposizione di telescopi e strumenti astronomici e uno spazio dedicato alla fotografia naturalistica, curato dal gruppo micologico “Bianca” di Avola.
Gli astrofili del Codas accompagneranno ed introdurranno i visitatori alle meraviglie dell’astronomia. Maggiori informazioni sull’evento sono reperibili su www.codas.it

Immagine: cometa Hale-Bopp (foto www.codas.it)

Tutti a guardare l’alba !

eclisse2.jpgSe i fenomeni astronomici vi incuriosiscono almeno un po’, domattina, preparatevi per una levataccia per vedere il sorgere del sole. Perchè mai osservare l’alba quando il primo dell’anno è già passato ? Perchè mai preferire una gelida alba invernale ad un caldo tramonto estivo ?
Semplicemente perchè domattina anche da Siracusa sarà osservabile (come in gran parte d’Europa) un’eclisse parziale di Sole, la più grande dei prossimi anni. Gli orari e le caratteristiche del fenomeno variano a seconda della posizione geografica. Nella nostra città l’eclisse comincerà alle 7.48, quindi circa trenta minuti dopo il sorgere del sole che, pertanto sarà ancora molto basso sull’orizzonte. Col passare dei minuti il disco scuro della Luna coprirà sempre di più quello del Sole provocando una leggera diminuzione della luminosità del cielo (paragonabile a quello di una giornata nuvolosa). Il massimo dell’eclisse sarà raggiunto alle 9.06 quando circa il 64% del disco solare risulterà coperto. Poi la Luna comincerà nuovamente a liberare il Sole dall’occultamento, fino alle 10.34 quando l’intero fenomeno si concluderà.
Il clima spesso propizio delle nostre zone fa ben sperare che si riesca ad osservare il fenomeno. Basta avere un orizzonte sufficientemente sgombro come ad esempio il mare.
Gli astrofili del CODAS (Centro Osservazione e Divulgazione Astronomica – Siracusa) organizzeranno in occasione dell’eclisse una postazione osservativa nei pressi di un noto centro commerciale di C.da Targia, a partire dalle ore 8. Con telescopi e filtri sarà possibile osservare l’intero svolgersi del fenomeno e anche qualcosa in più. In ogni caso l’eclisse di sole è visibile anche ad occhio nudo o con piccoli strumenti. L’unica accortezza è di utilizzare dei filtri scuri adatti per evitare rischi per gli occhi. Maggiori informazioni sul fenomeno e consigli sulla sua osservabilità sono reperibili sull’apposita pagina del sito del CODAS

Un momento dell’eclisse parziale di sole osservata da Siracusa nel 2006 (foto: E.Schembri/CODAS)


.

Il periodo delle “piogge di stelle”

meteora.jpgEd eccoci arrivati nel pieno della stagione delle “stelle cadenti“. Il tradizionale 10 agosto, la notte di San Lorenzo con le sue “lacrime”, è in realtà già passato ma, ciò non toglie che qualche bella meteora potrà ancora essere osservata in questi giorni.
La tradizione infatti associa le stelle cadenti al giorno di San Lorenzo mentre, in realtà, tutta la prima metà del mese di agosto è un periodo propizio per alzare gli occhi al cielo in cerca di stelle cadenti. Ovviamente non si tratta di vere stelle ma semplicemente di pulviscolo e polvere rilasciata da antiche comete che entra in contatto con l’atmosfera terrestre e si incendia creando le bellissime scie che tutti conosciamo.
Gli studiosi ci dicono che quest’anno, il giorno più propizio per vedere le meteore (e perchè no, esprimere desideri) sarà intorno al 12-13 agosto.
In fin dei conti basta poco: un cielo buoio ed una sdraio o una stuoia per stare comodi.
In molti in questi giorni opteranno per la tradizionale nottata al mare, con tanto di musica e magari falò. Attenzione però: la capitaneria di porto ha vietato i falò in spiaggia programmando controlli lungo la costa. Inoltre, anche se un piccolo fuoco può non dar fastidio a nessuno, non bisogna mai dimenticare che la spiaggia e di tutti. Prima di abbandonarla ripuliamola allora dalle tracce lasciate per renderla nuovamente accogliente per i bagnanti che da li a poco andranno ad usufruirne.
Se invece volete cieli ancora più bui da cui vedere la Via Lattea e le stelle, magari con l’ausilio di esperti, il 13 agosto, le associazioni CODAS e Natura Sicula organizzano una serata di osservazione astronomica in campagna. La serata si terrà nella zona montana, lontani dai cieli cittadini. Per maggiori informazioni è possibile consultare il sito di Natura Sicula.

Tutti al Plemmirio a guardare le stelle !

codas.jpgL’estate, si sa, è anche la stagione delle notti passate a guardare il cielo stellato. Ecco allora che capita di proposito l’iniziativa promossa dal C.O.D.A.S. (Centro Osservazione e Divulgazione Astronomica – Siracusa). Domenica 18 luglio, l’associazione di astrofili attiva a Siracusa da quasi vent’anni, organizza una serata di osservazione astronomica pubblica. La serata, chiamata “Telescopi al Plemmirio” si svolgerà presso la Chiesa della Madonna della Roccia, al Plemmirio appunto, poco prima del faro di Capo Murro di Porco. La serata è aperta a quanti vogliano passare alcune ore con il naso all’insù ad ammirare le meraviglie del cielo stellato. Gli appassionati porteranno una serie di strumenti astronomici, dai binocoli ai telescopi, che verranno messi a disposizione dei partecipanti. Sarà così possibile vedere i crateri lunari o le bande gassose di Giove o ancora degli ammassi stellari, direttamente attraverso l’oculare di un telescopio. Spazio però verrà dato anche all’osservazione ad occhio nudo, che non perde mai il suo fascino. Ecco allora che con l’ausilio dei membri del Codas si potranno riscoprire gli allineamenti delle più celebri costellazioni estive e gli antichi miti che sono legati alle stesse.
Appuntamento domenica sera, allora, a partire dalle ore 21 presso la Chiesa del Plemmirio. Per maggiori informazioni è possibile consultare il sito dell’associazione www.codas.it

Immagine: serata di osservazione astronomica pubblica organizzata dal Codas (foto da www.codas.it)

Anche Siracusa si illumina di meno

Da alcuni anni è ormai divenuto un appuntamento fisso la manifestazione nazionale “M’illumino di meno“, promossa dalla trasmissione radiofonica Caterpillar di Radio2 RAI. Si tratta di una serie di eventi, organizzati in tutta Italia, per sensibilizzare in vari modi sui temi del risparmio energetico.
Anche a Siracusa, da diversi anni, si organizzano appuntamenti legati a questa importante giornata di salvaguardia ambientale.
codas.jpgPertanto, se questa sera, passeggiando nel centro storico troverete Piazza Duomo a “luci spente“, non meravigliatevi: non si tratta di un guasto. L’associazione ambientalista Natura Sicula ha organizzato una fiaccolata simbolica ed ha richiesto al Comune di aderire simbolicamente a “M’illumino di meno” spegnendo per alcune ore le luci della piazza centrale.
Le torce delle fiaccole saranno alimentate dagli olii vegetali esausti che l’associazione da alcuni mesi raccoglie tra soci e sostenitori.
Altra associazione cittadina che da anni aderisce a “M’illumino di meno” sono gli astrofili del CODAS (Centro Osservazione e Divulgazione Astronomica – Siracusa) che da sempre lottano sul fronte dei temi della lotta all’inquinamento luminoso ovvero lo spreco di illuminazione pubblica e privata anche in contesti dove non è necessaria e la contestuale scomparsa del cielo stellato.
Ogni anno il CODAS ha organizzato una serata di osservazione astronomica pubblica in piazza Duomo mettendo a disposizione i propri strumenti astronomici.
Sebbene programmata, al momento, l’associazione non è in grado di confermare lo svolgersi della manifestazione a causa di intoppi burocratici legati al rilascio delle autorizzazioni e (cosa non indifferente) a causa delle condizioni meteo avverse che in ogni caso impedirebbero l’osservazione del cielo.
Per aggiornamenti sulle attività previste domani si segnalano pertanto i seguenti siti internet:

Il sito nazionale della manifestazione “M’illumino di meno”
Il sito dell’associazione ambientalista Natura Sicula
Il sito dell’associazione astrofili CODAS

Osservare le stelle… anche d’autunno

telescopio.jpgSe appartenete alla folta schiera di coloro che amano osservare il cielo stellato, non perdete sabato 28 novembre l’appuntamento con la manifestazione “La Notte di Galileo”.
Si tratta di una serata di osservazione astronomica ad occhio nudo e al telescopio aperta al pubblico che si svolgerà a partire dalle ore 21 in piazza Duomo.
L’evento è promosso dall’associazione di astrofili C.O.D.A.S. (Centro Osservazione e Divulgazione Astronomica – Siracusa) e fa parte di una serie di serate analoghe promosse in tutta Italia dall’U.A.I. (Unione Astrofili Italiani).
La serata richiama il noto Galileo Galilei in quanto il 2009 è “L’anno dell’astronomia”, e si commemora con una serie di iniziative il quarto centenario delle osservazioni astronomiche compiute dal pisano.

Il 28 di novembre saranno visibili in cielo alcuni degli oggetti celesti osservati da Galileo: la Luna e il pianeta Giove.
Il pubblico presente in piazza Duomo avrà modo di essere introdotto dai volontari del CODAS alle meraviglie della volta celeste. In realtà, la città, con le sue luci artificiali non è il luogo ideale per compiere delle osservazioni del cielo. Nonostante ciò, dei responsabili dell’associazione, con l’ausilio di un potente puntatore laser illustreranno ai partecipanti le costellazioni visibili nel cielo autunnale ed i miti ad esse legati. Un modo per imparare ad orientarsi nella volta celeste, cosa oggi sempre più spesso ignorata.
Al contempo saranno presenti in piazza diversi telescopi che punteranno gli oggetti più luminosi del cielo. Guardando attraverso l’oculare si potranno osservare in dettaglio i crateri, le montagne ed i “mari” lunari oppure sarà possibile vedere le bande di nubi scure sul disco del pianeta Giove ed i satelliti galileiani che ruotano attorno al pianeta gigante.
Insomma, questo sabato copriamoci per benino e andiamo tutti in piazza Duomo ad osservare il cielo in barba alle temperature rigide.
Maggiori informazioni sulla serata sono disponibili sul sito internet dell’associazione www.codas.it o possono essere richieste direttamente presso la sede del CODAS in largo Amedeo di Savoia nei pressi della Porta Marina (apertura ogni venerdì dalle 18 alle 20).

Foto tratta da www.iau.org

E’ ancora tempo di stelle

codas.jpgSan Lorenzo è passato e non avete visto nemmeno una stella cadente ? Non disperate, avete ancora qualche possibilità: il tempo delle meteore non è ancora passato.
La tradizione vuole che sia il 10 di agosto la “notte delle stelle” ma, in realtà, diversi giorni attorno a quella data sono buoni per scrutare il cielo, in particolar modo il 12 agosto.
Per questo motivo il CODAS (Centro Osservazione e Divulgazione Astronomica – Siracusa), organizza per questa sera la “Notte delle Perseidi”, una serata aperta al pubblico, dedicata all’osservazione degli astri.
La serata si terrà fuori città, nella zona balneare di Capo Murro di Porco, presso la Chiesa della Madonna della Roccia ubicata in via Mallia. L’appuntamento, per tutti gli interessati è a partire dalle ore 22.
Gli astrofili del CODAS metteranno a disposizione i loro telescopi per poter osservare i principali oggetti della volta celeste. Il pianeta Giove sarà uno degli obiettivi della serata ma non mancheranno altri oggetti come ammassi stellari e galassie.
Se non siete mai riusciti a riconoscere il Grande Carro o a trovare la Stella Polare, potrete imparare a farlo grazie alle indicazioni date dai responsabili del CODAS.
E poi ovviamente ci saranno le stelle cadenti, a cui è dedicata l’attività astronomica.
Le meteore però non sono osservabili attraverso binocoli o telescopi ma semplicemente ad occhio nudo. Armatevi quindi di sedia a sdraio e desideri, cercate un angolino buio e, con un po’ di pazienza anche voi sicuramente vedrete un lampo luminoso attraversare il cielo.
Per maggiori informazioni sull’attività è possibile consultare il sito dell’associazione:
www.codas.it

 

Foto: CODAS, persone in fila per scoprire le meraviglie dell’universo attraverso il telescopio

Tutti ad osservare la Luna con il Codas

luna.jpgAnche Siracusa ricorda i quarant’anni dallo sbarco sulla Luna. Questo grazie al CODAS (Centro Osservazione e Divulgazione Astronomica – Siracusa), un’associazione di astrofili attiva in città da oltre quindici anni. Questo sabato, a partire dalle ore 21, l’associazione sarà presente in piazza Duomo con i propri strumenti – binocoli e telescopi – per la manifestazione “Le notti della Luna” durante la quale grandi e piccini potranno scoprire le meraviglie del cielo stellato. L’obiettivo principale sarà ovviamente la Luna che al telescopio svelerà la sua superficie ricoperta da innumerevoli crateri invisibili ad occhio notti_della_luna_2009_A5.jpgnudo. E per quanti volessero imparare ad orientarsi tra le costellazioni ? Anche qui gli appassionati del CODAS verranno in aiuto. In realtà la città, con le sue luci non è un buon luogo per osservare il cielo stellato. In ogni caso, con l’aiuto di un potente fascio laser a fare da indicatore, verranno mostrate le principali costellazioni che caratterizzano il cielo estivo: dal Cigno alla Lira, dallo Scorpione all’Aquila. A concludere la serata ci sarà poi Giove, il gigante tra i pianeti. Ad occhio nudo si mostra solamente come una stella molto luminosa ma al telescopio si rivela come un disco su cui è possibile scorgere dei particolari dell’atmosfera come le bande brune, la “grande macchia rossa” o le ombre che i suoi satelliti proiettano sulle nubi.
Ecco quindi una proposta per una serata diversa e piena di fascino ! Questo sabato, andando a passeggiare in Ortigia o a prendere un gelato, non dimenticate di fare un salto in piazza Duomo per ammirare le meraviglie della volta celeste. Potete avere maggiori informazioni sulla serata e sulle altre attività promosse dal CODAS collegandovi al sito dell’associazione,
www.codas.it

 

Foto: D. Barucco/www.codas.it