“Capitale europea della cultura” e nuovi progetti autodromo

circuito.jpgMentre la stampa locale, nella settimana pre-pasquale, informava i lettori su alcune novità abbastanza impreviste (sembra verrà finalmente avviato il piano di lavori per il completamento dell’autostrada Siracusa-Gela con finanziamento UE, sembra, di quasi 200 milioni di euro) e notifiche di retromarce, invece abbastanza consuete, sui solarium in previsione della stagione estiva (in particolare per il Forte Vigliena pare che l’assessorato non abbia più i fondi necessari per l’installazione e che la competenza sia passata alla Regione, misteri della burocrazia), caritas.jpgla Caritas di Siracusa ha reso noto che, purtroppo, il numero delle persone che in città si rivolgono all’istituzione caritatevole e di assistenza per il sostentamento alimentare quotidiano è quasi triplicato e ogni giorno tantissimi affollano la mensa del Centro di accoglienza “San Martino di Tours”, in cui l’omonima comunità di volontari (più di ottanta) si adopera instancabilmente per la preparazione e la distribuzione dei pasti.

L’amministrazione comunale ha presentato il progetto “Siracusa e il Sudest siciliano”, ovvero la candidatura a Capitale Europea della cultura 2019, in collaborazione con gli amministratori delle città del Val di Noto che fanno parte dell’omonimo Distretto. Fra le altre candidate ci sono, per ora, anche le città di Palermo e Venezia, che concorreranno alla scelta finale del 2015 e si vedrà nei prossimi mesi quale potranno essere le possibilità e le progettualità di un’impresa tanto ambiziosa.

Sulle belle pagine del sito www.autodromosiracusa.com, viene illustrata la “biografia” dello storico autodromo di Siracusa, dove si ricorda come dal 1951 al 1967 il mondiale di F1 fu protagonista nella nostra città tanto che si  videro allineati sulla linea di partenza piloti come Ascari, Villoresi, Farina, Fangio, Musso, Von Trips, Siffert e gli inglesi Brooks, Collins, Moss, Surtees, Parkes, Clark ecc.” Su questo tema, recentemente, la società che gestisce l’Autodromo Internazionale di Siracusa, con il patrocinio della Provincia Regionale di Siracusa e il Comune di Siracusa, ha ospitato in città il Comitato Direttivo dell’UEM (Unione Europea di Motociclismo) che ha anche visionato in loco e preso atto dei nuovi progetti per la fruizione futura del sito per il quale la società A.I.S. ha l’incarico di completare i lavori di riqualificazione e ammodernamento per la fine dell’anno, da cui poi si spera possano essere avviate le procedure per le competizioni internazionali. Come si evince dallo stesso sito, la struttura prevederà: 14 box divisibili dotati di servizi igienici; uffici Direzione Autodromo; uffici Direzione Corse; Race Control; centro medico; Media Center e sala conferenze; sala Briefing Piloti; sala Briefing Commissari; sala Cronometristi; postazione Commentatori radio/TV; podio Premiazioni; Area Ospitalità con ampio terrazzo coperto, area ristorazione, hall area vip con terrazze indipendenti.

Non resta, allora, che aspettare la bandiera a scacchi…

 

 

 

Nuovi progetti e vecchie magagne

ortofoto.jpg“…è una storia che va avanti da troppo tempo, anche con interventi di riparazione discutibili. Abbiamo ripetutamente sollecitato chiarimenti all’impresa che ha realizzato i lavori ma le risposte sono state insoddisfacenti e i risultati sono sotto gli occhi di tutti. Adesso è arrivato il momento di individuare i responsabili”. Con queste parole “bellicose” l’amministrazione comunale di Siracusa, con la voce diretta del sindaco, avvia una nuova strategia nei confronti delle aziende che si occupano della gestione dei servizi cittadini ed in particolare sul ripristino della pavimentazione stradale  a seguito dei lavori relativi ad impianti elettrici, telefonici, fognari e quant’altro. Su tutti i quotidiani locali si sottolinea la svolta, sollecitata in parte anche dall’opinione pubblica sempre più insofferente verso le intollerabili situazioni che ogni cittadino si trova ad affrontare.

 

Nel mirino delle lamentele e delle minacce degli amministratori cittadini anche la gestione a dir poco  insoddisfacente dell’AST che gestisce il trasporto pubblico (?) nella città, e della società IGM accusata di non provvedere adeguatamente alla pulizia ordinaria delle strade urbane ed extraurbane (con particolare riferimento a quelle balneari che versano, ormai a pochi mesi dalla stagione estiva, in stato indecente), tanto da aver ricevuto una direttiva ben precisa per procedere ad un vera e propria “pulizia straordinaria” da avviarsi in tutto il territorio cittadino.     

 

lavori-cantieri.jpgNel frattempo la città ha ospitato il convegno  “Siracusa in cantiere, la città si racconta nella sua nuova programmazione” contestualmente alla mostra di architetturaArchitettura in con/corso. L’esperimento di Qualità Italia”, che si propongono entrambi di rilanciare con idee, progetti urbanistici e collegamenti interculturali l’aspetto e le possibilità socio-economiche. In particolare, per quanto riguarda la gestione del polo universitario siracusano, a fronte delle polemiche recenti sulla possibile dismissione della facoltà di architettura, il sindaco ha dichiarato a tutti gli organi di stampa che “non si lascia ma anzi si raddoppia”: “L’Ateneo a rete non solo consentirà di confermare la presenza a Siracusa della facoltà di Architettura ma crea le basi per un’attività didattica e di ricerca al passo con i tempi… Siracusa ha le carte di regola perché sta rispettando appieno gli impegni presi con la convenzione e sono stati rispettati le indicazioni e i tagli previsti dalla riforma Gelmini…, assieme all’Ateneo è già stato individuato un percorso per far diventare la nostra facoltà di Architettura un punto di riferimento ancor più qualificato”.

 

Sul fronte della nuova progettazione urbanistica seppur fra mille difficoltà (“Ci sono circa 23 milioni di euro di cui il Comune di Siracusa non può disporre a causa di ritardi burocratici e del patto di stabilità e che, se utilizzati, potrebbero cambiare il volto della città”), il Comune ha avviato 14 fra programmi e progetti innovativi: piano strategico “Innova Siracusa 2020” sulla gestione strategica condivisa del territorio (www.pianostrategicosiracusa.it); progetto di territorio “Reti e materiali”; Pist (piano integrato di sviluppo territoriale) “Neapolis-Eloro” che prevede la copertura economica per edilizia scolastica con la realizzazione di impianti fotovoltaici, elettrici e antincendio (www.euroinfosicilia.it); Pisu (piano integrato di sviluppo urbano) “Aretusa contemporanea” ovvero la riqualificazione urbana del lungomare di Levante, waterfront del Porto piccolo lotto sud (Calafatari) e lotto nord, della connessione stazione ferroviaria-piazzale Marconi, di piazza Euripide e via Piave, piazza Euripide e largo Gilippo, delle latomie dei Cappuccini, del Centro naturale commerciale di via Pitia-via Tisia, del Centro naturale commerciale della “borgata”, del recupero del complesso della Sala Randone “per la realizzazione di un urban center” (www.euroinfosicilia.it).

A Palazzo Borgia per la Giornata FAI 2012

scatta-la-primavera.jpgPer la ventesima “Giornata FAI di Primavera”, in cui ogni anno il Fondo Ambientale Italiano apre al pubblico centinaia di siti e monumenti di rilevanza storica e culturale (quest’anno quasi 700), a Siracusaè prevista l’apertura dello storico e prestigiosoPalazzo Borgia-Specchi (sabato 24 e domenica 25, dalle 10 alle 19), costruito nel 1760 da Giuseppe Maria Borgia dei Baroni del Casale, a due passi dal Duomo, esempio di architettura barocca. All’interno saranno allestiti due mostre inerenti la famiglia proprietaria dello stabile. L’ingresso è a contributo libero.

 

Altri eventi:

venerdì 23, alle ore 21.30, per il ciclo “Rocketta Light” al pub Buzz, Paolo Benvegnù live: ex leader degli Scisma, “con una carriera solista matura e impeccabile che lo ha portato a ricevere riconoscimenti unanimi dalla critica e dal pubblico. La sua discografia è costellata di pietre miliari della canzone italiana. La scrittura fluida e le liriche appassionate, l’autoironia e l’impatto travolgente del live, rendono i suoi concerti degli eventi unici e imperdibili”;

porto e città.jpgsabato 24, alle ore 16 presso la sala “Costanza Bruno” del Palazzo della Provincia di via Malta, conferenza-incontro con istituzioni sul tema del progetto del Porto Grande di Siracusa, organizzato da Legambiente Siracusa e Natura Sicula Onlus, alla presenza del sindaco e del presidente della provincia di Siracusa, per discutere e confrontarsi su quello che è “un patrimonio storico e ambientale dal valore inestimabile” e per “una prospettiva economica che però sia sostenibile e che abbandoni modelli incompatibili con l’ambiente e il paesaggio come interramenti e isole artificiali”. Interventi di  Beatrice Basile (Direttrice Museo Archeologico Regionale “Paolo Orsi”), Dora Profeta (Responsabile U.O. Controlli Ambientali ARPA Sicilia) Zaira Dato (Facoltà di Architettura di Siracusa), Carmelo Maiorca (Consigliere Nazionale Slow Food), Sebastiano Venneri  (Resp. nazionale settore mare di Legambiente), Andrea Corso (Assessore al Turismo del Comune di Siracusa), Enzo Incontro (Direttore Area Marina Protetta del Plemmirio), Enzo Maiorca (in rappresentanza di “SOS Siracusa”) e operatori commerciali del porto e di Ortigia;

sabato 24 alle 21.30, presso la Sala Randone di via Malta, GUITAR CIRCUS, maratona di chitarristi con musiche di  Eric Clapton, Mark Knopfler, Jimi Hendrix, Slash, Santana ed altri, ingresso euro 5;

domenica 25  alle ore 18, presso l’Istituto Musicale Privitera di viale R. Margherita 19, concerto per pianoforte e clarinetto di Antonella de Vinco e Giovanni D’Auria (ingresso euro 7).

 

 

 

“16 gennaio 2012” e la nascita dei “Forconi”

aldo_p1.jpg16 gennaio 2012” di Aldo Mantineo, giornalista siracusano e curatore della rubrica letteraria “Pagina3” su FM Italia, è l’autore dell’instant book consultabile direttamente sul web, che narra le origini e lo sviluppo del “Movimento dei forconi” che nel mese di gennaio ha paralizzato l’intera Sicilia e ha diffuso il malessere e le difficoltà di un intero settore economico anche ad altre zone d’Italia.“Alle radici della protesta dei Forconi” è il sottotitolo di un’opera giornalistica, edita da Melino Nerella Edizioni, un “fast book” (come spiega l’editore) che spiega come, molto prima del 16 gennaio 2012, si sia sviluppato “un anno di iniziative, di movimenti e attività” che ebbero origine il 20 maggio 2011, e attraverso documenti e testimonianze dirette mette in luce i tentativi di dialogo con le istituzioni  e le autorità competenti per avere un riscontro ai problemi che assillano l’economia siciliana, ben prima dell’esplosione della protesta.

Mariano Ferro, leader del movimento, intervenuto alla presentazione del libro, in streaming on line su FM Italia, ha annunciato che per domani, 6 marzo, è prevista la manifestazione a Palazzo d’Orleans, sede del governo regionale siciliano: “Non chiediamo dimissioni ma vogliamo sapere cosa stanno facendo e chiediamo quali sono i progetti e l’entità di questi progetti, per il rilancio e le forme di aiuto al settore agricolo e autotrasporto”.

 

“Siracusa d’Inverno”: il turismo aretuseo alla Bit2012

logosiracusadinverno.jpg“The new way to exhibit”: come ogni anno, alla FieraMilano del capoluogo lombardo, va in scena la fiera internazionale del turismo con la rappresentanza di oltre 5.000 offerte turistiche di 130 paesi  per 100.000 metri quadrati di estensione e 4.000 giornalisti di 18 paesi, che raggruppa istituzioni, enti turistici, associazioni di categoria e consorzi turistici, tour operator e agenzie di viaggi.

Bit 2012, anche quest’anno (dal 16 al 19 febbraio), come negli anni scorsi, prevede la presenza anche degli espositori degli operatori turistici della Sicilia e, in particolare, della Provincia di Siracusa. Punta di diamante delle proposte turistiche nostrane, il piano turistico di valorizzazione “Siracusa d’inverno” (vedi omonimo sito internet), che offre contributi di spesa viaggio per tutti coloro che soggiorneranno in città per almeno tre notti (entro il 30 marzo 2012).

Diretta degli eventi principali della Bit 2012 in diretta su Fm Italia Siracusa.

(immagine: siracusadinverno.it)

 

“Una statua per Archimede”

statua archimede.jpg“Nemo profeta in patria”: il sindaco Roberto Visentin, l’assessore alle Politiche culturali, Mariella Muti ed il presidente del “Comitato per la statua di Archimede”, Cettina Voza, hanno annunciato che l’illustre personaggio e scienziato siracusano avrà (finalmente) un suo monumento che lo ritrarrà e a tal fine sarà istituito un sondaggio (sul web, a quanto pare) per la scelta del luogo in cui installarlo.  

Le location opzionabili saranno: Largo XXV Luglio, piazzale Marconi, il Rivellino del ponte umbertino ed il castello Maniace. Considerato che è possibile ammirare una statua del nostro famoso concittadino persino a Berlino (fonte Wikipedia) è proprio il caso di dire “meglio tardi che mai”…

Nell’ambito delle tematiche inerenti la figura di Archimede, è, inoltre, in programma. venerdì 3 febbraio alle ore 19, presso la sala conferenze dell’A.C.I. di via Foro Siracusano 27, il “I Simposio Archimedeo 2012”, in previsione del 2300° anniversario della nascita che ricorrerà nel 2013.

Altri eventi del weekend:

* venerdì 3 febbraio, ore 16,30 a The Hub Siracusa in via Mirabella, nell’ambito degli incontri “Meet the business Guru”, incontro sulle agevolazioni per i disoccupati che vogliano intraprendere un’attività o trovare un nuovo impiego;

* venerdì 3 febbraio, alle ore 18, presso il Museo del Cinema di via Alagona 45, proiezione del film “Il leone del deserto”, a cura dell’Associazione Culturale Italo-Tedesca (ingresso euro 4);

* venerdì 3 febbraio, alle ore 22.30, presso il pub Buzz, Rocketta Light propone il concerto di Sea+Air, “il duo di songwriter tedesco che ha da poco dato alle stampe il suo esordio discografico “My Heart’s sick chords”. Atmosfere delicate e sognanti che hanno già fatto il giro del mondo con un tour che in due anni ha toccato i cinque continenti”;

*  da venerdì 3 e fino al 10 febbraio, presso ex Monastero del Ritiro di via Mirabella, mostra di Michele Romano,  “Luce Contemporanea. L’invisibile nella visione delle arti”;

*  mostra foto.jpgda sabato 4 e fino al 28 febbraio, presso Galleria Roma di piazza S. Giuseppe, mostra fotografica interattiva “Autoritratto di una Città”;

*  venerdì 3 febbraio, ore 18, presso palazzo Greco di corso Matteotti, per il “circolo delle conversazioni”, conversazione su mito e poesia  e lettura teatrale, con Alessandro Quasimodo;

* venerdì 3 febbraio, ore 21.15, presso la sala Randone di via Malta, Luci in Jazz”, Salvatore Bonafede;

* sabato 4 febbraio, ore 21.15, presso la sala Randone di via Malta, Luci in Jazz”, Maria Pia De Vito & Huw Warren;

* domenica 5 febbraio, ore 21.15, presso la sala Randone di via Malta, Luci in Jazz” Rosario Giuliani e Fabrizio Bosso;

* domenica 5 febbraio, presso Istituto musicale “G. Privitera” di viale Regina Margherita, ore 18, “Trio Saint Saens”, concerto per flauto, clarinetto e pianoforte, ingresso euro 7.

 

Casting a Siracusa per le fiction “Montalbano” e “Buscetta”

ciak.jpgPer avere “un quarto d’ora di celebrità”, come diceva Warhol, ma anche per provare ad intraprendere (com’è successo a tanti) un’inaspettata carriera nel mondo delle televisione o, perché no, del cinema. Dopo gli eventi dei mesi scorsi, con il casting per le serie “Onore e rispetto 3” e le relative riprese effettuate in città con la presenza della star Gabriel Garko, la città di Siracusa tornerà protagonista del glamour e dello spettacolo con un altro casting relativo all’organizzazione e produzione di altre due fiction tv e precisamente “La storia di Buscetta” e la nuova serie di “Montalbano”.

casting.jpgOrganizzata da “Cori casting” di Giovanni Cori, l’evento è fissato alla discoteca “La Nottola” di via Gargallo 61, giovedì 2 e venerdì 3 febbraio, alle ore 22 e nel corso della serata, oltre alle selezioni per comparse e figuranti, è previsto intrattenimento con musica, dj set ed altro (ingresso euro 5, per info 3460082469). Uniche due date per la provincia di Siracusa.

 

Paraphernalia e il Natale ortigiano

natale.jpgNel tourbillon delle corse natalizie ai regali (anche in questi tempi di crisi) siamo tutti alle prese, chi più chi meno, con l’angoscia per la ricerca dei doni che più possano essere originali, trendy o che possano comunque regalare un sorriso a chi li riceve. Esiste a Siracusa, ormai in attività da 30 anni, un negozio di oggettistica, articoli da regalo e prodotti provenienti da tutta Europa, dalle candele profumate alla porcellana tipica inglese, le riproduzioni di giocattoli antichi, accessori da donna, album e portafoto, piccoli mobili da giardino, composizioni floreali, articoli per bambini.

paraphernalia2.jpgInoltre l’antiquariato, la vera origine del negozio OLD TIMES che poi si è trasformato in un bazar…da qui infatti il nome del reparto articoli da regalo che è PARAPHERNALIA che proviene dal greco ma in inglese vuol dire un miscuglio di tante cose…un bazar insomma.

 

 

 

 

paraphernalia.jpgI proprietari, entrambi inglesi ma diventati ortigiani doc, per le prossime festività hanno già predisposto tante idee per il natale dai babbi natale alle decorazioni, ai centro tavola, i segnaposto, etc…(vedi foto, pagina facebook Paraphernalia Siracusa). Insieme ai negozi di artigianato e pasticceria,  Paraphernalia è uno degli esercizi commerciali più longevi e apprezzati dell’isola di Ortigia, il centro storico di Siracusa e, per eccellenza, tradizionale luogo d’incontro per tutti i cittadini durante le feste natalizie nonché teatro suggestivo per l’imminente sette giorni di festeggiamenti in onore della Patrona S. Lucia (13 dicembre). DSCF2435.jpg

La rivalutazione del centro storico e delle attività commerciali inerenti è da tempo auspicata da più parti (istituzionali e privati), particolarmente in quest’epoca, come fondamentale supporto al sistema economico locale contro lo strapotere dei grandi esercizi della grande distribuzione, ormai da diversi anni diffusi in tutta la provincia.

 

50 anni d’industria nel territorio siracusano

Editore%20Morrone.jpgL’industria chimica siracusana e il suo impatto economico ed ecologico negli ultimi 50 anni: venerdì 25 novembre, ore 17.30, presso palazzo Impellizzeri, Diapason Studio e Morrone Editore presentano il libro di Pierfrancesco Scollo, “Società e industria in Sicilia nel secondo Novecento, lavoratori chimici del siracusano”, alla presenza dei sindaci di Siracusa, Augusta, Melilli e Priolo, l’autore ripercorrerà la storia e i temi più significativi dell’industria chimica e petrolifera dell’area geografica delimitata dai comuni sopra citati, negli anni successivi al “boom” economico italiano, analizzando gli aspetti più deleteri per l’impatto ambientale e le possibilità di un progresso economico più rispettoso della natura e dell’uomo.

 

Altri eventi del weekend:

 

Il nuovo appuntamento questa settimana, per “Rocketta Light”, la rassegna musicale itinerante curata da Paolo Mei sul palco del Buzz in via Perasso 10 a Siracusa. Venerdì 25 novembre alle 22.30 sarà la volta di Kyle, “eclettico quartetto attivo dal 2008. La musica di Kyle è l’incontro fra cantautorato intimista e acustico e architetture ritmiche e sinfoniche curatissime”;

 

ance.jpg“Io Esco. E tu?”: la Filosofia come strumento per uscire dalla caverna, sabato 26 novembre, ore 21:00, al palazzo Impellizzeri, via Maestranza 99, concerto di musica classica a cura del gruppo “Le Ance Mediterranee”;

“Le Ance Mediterranee”, sorto alla fine del 2007, nasce dalla volontà di quattro giovani clarinettisti della Provincia di Siracusa, allo scopo di progredire la propria tecnica, mediante l’esecuzione di brani in formazione cameristica, nella quale possono essere messe in mostra le capacità di trasmettere sensazioni ed emozioni, in modo da valorizzare e armonizzare le qualità corali, espressive e virtuosistiche dei musicisti che compongono. Nel 2010 Le Ance Mediterranee ampliano il gruppo con l’aggiunta di una nuova giovane componente. I componenti del gruppo sono : Antonio Granata al clarinetto piccolo, Fausto Campisi, Sebastian Gozzo e Laura Magnano al clarinetto soprano, Michele Zocco al clarinetto basso, a completare quasi del tutto l’intera famiglia del Clarinetto.
Il quintetto di clarinetti, offre un programma vario che spazia dalla musica da camera alla musica classica al moderno fino al jazz. Lo scopo del gruppo è quello di far apprezzare al pubblico, attraverso l’abilità artistica dei cinque componenti, l’originalità del timbro, le doti espressive e le qualità tecniche di uno strumento così versatile come il clarinetto.

 

 

bancoalimentare.jpgPer la 15ª giornata nazionale della colletta alimentare, anche a Siracusa (come negli anni scorsi) sabato 26 novembre, per tutta la giornata, volontari della Fondazione Banco Alimentare Onlus (con il supporto logistico di tutte le associazioni di Protezione Civile cittadine) in tutti i supermercati, “inviteranno a donare alimenti a lunga conservazione che poi saranno distribuiti a oltre 8.000 strutture caritative (mense per i poveri, comunità per minori, banchi di solidarietà, centri d’accoglienza, ecc.) che aiutano 1.400.000 persone povere. Le donazioni di alimenti ricevute durante la Giornata Nazionale della Colletta Alimentare (GNCA) andranno a integrare quanto la Rete Banco Alimentare recupera grazie alla sua attività quotidiana, combattendo lo spreco di cibo (nel 2010 circa 65.000 tonnellate di alimenti, pari a un valore di 210 milioni di euro ovvero al carico di oltre 2.000 tir)”.

 

World Cafè, sperimentazione internazionale

world cafè.jpgWorld Cafè è un’iniziativa sperimentale (già avviata in città come Milano e Rovereto) che coinvolge tutte le parti sociali della città: amministratori, imprenditori, giornalisti, le realtà associative e ovviamente i semplici cittadini. Configurato come una sorta di happening a tema, l’incontro si propone di trovare, discutere e avviare progetti e attività per le politiche giovanili e avrà uno spazio e una sede fissa prevedibilmente nei primi mesi del nuovo anno, come descrive l’assessore Mariella Muti: “Una nuova modalità di coinvolgimento della città su temi rilevanti per lo sviluppo e la partecipazione sociale che ho avuto modi di apprezzare durante un meeting del progetto Euro-South Hub all’Università di Malta, progetto di cui il Comune di Siracusa è partner. Da quella efficace esperienza è nata l’idea di incaricare l’Hub Siracusa di organizzare e promuovere un momento partecipativo che coinvolga i principali attori della società siracusana con modalità di dialogo informale e costruttivo”. Nel frattempo, il primo appuntamento è fissato per venerdì 4 novembre alle ore 17.30 presso la sede comunale di via Mirabella.

 

buzz.jpgVenerdì 4 novembre alle 22.30 per il consueto appuntamento al pub Buzz con il ciclo musicale “Rocketta light” sarà la volta di Ofelia Dorme, quartetto bolognese che sta scalando gli indici di gradimento indipendenti nazionali e che proporranno dal vivo le tracce del loro ultimo album “All Arms ends Here”che li ha portati in giro per l’Italia e oltre i confini nazionali”.

 

 

 

stigmate.jpgDa Venerdì 4 novembre, ore 20.00, presso sala espositiva in via della Concordia 5 a Cassibile, mostra personale di Giuseppe Scala, “Stigmate” per il ciclo “Gocce d’Arte”.

Sabato 5 novembre (e tutti i sabati e domeniche fino al 30 novembre), dalle 9.30 alle 12.30, bella iniziativa dell’Azienda Regionale Foreste Demaniali che, in collaborazione con Natura Sicula, organizza visite guidate gratuite dell’area che comprende zone della Riserva Naturale Orientata di Pantalica Valle dell’Anapo e Torrente Cava Grande. Gli appuntamenti sono fissati negli ingressi di Cancello Fusco, e Serramenzana in comune di Sortino e presso la struttura di accoglienza di “Palombazza” nel comune di Ferla.

Sabato 5 novembre, alle ore 18, nella Galleria d’arte contemporanea Quadrifoglio di Via SS. Coronati 13, inaugurazione della mostra “Le pagine ritrovate” di Salvatore Canigiula. Saranno esposte sculture e opere costituite con varie tecniche.

 

Domenica, 6 novembre, dalle 9 alle 12, con partenza da viale S.Panagia, di fronte tribunale, passeggiata in biciclettaorganizzata da Natura Sicula per sensibilizzare i cittadini su una questione molto discussa in città: “l’itinerario   toccherà le ciclostazioni Go Bike dislocate nella città di Siracusa per manifestare contro lo spreco di oltre 1.200.000 € di denaro pubblico. Nel 2009 il Ministero dell’Ambiente e il Comune di Siracusa stipularono un protocollo d’intesa per implementare il sistema di mobilità sostenibile. Il Ministero fornì al Comune 150 bici a pedalata assistita e 19 quadricicli, e garantì un contributo di 500.000 € per la gestione e la manutenzione del servizio. A oggi, il Comune ha ricevuto solo 325.000 € e ha dovuto anticipare la differenza. Per mancanza di un’adeguata e periodica manutenzione le bici sono fuori uso e parcheggiate all’ex Mercato Ittico del Molo S. Antonio. L’iniziativa di oggi ha lo scopo di riportare i fatti all’attenzione della cronaca e di sensibilizzare i cittadini (appassionati di ciclimo e non!) su quest’ennesimo caso di gestione troppo disinvolta di risorse pubbliche”.

visita avola.jpgInfine, domenica 6 novembre, dalle ore 10.30, le associazioni culturali Nuova Acropoli e Pro Loco, propongono la visita guidata (gratuita) della città di Avola, per riscoprirne storia e cultura. Per informazioni tel. 346 7204603 o 0931823566.