Da Siracusa il viaggio dell’Olimpiade di Roma ’60

 

roma60 1.jpgForse non tutti sanno che la fiaccola olimpica delle olimpiadi di Roma 1960 cominciò il suo tour sul suolo italico proprio da Siracusa. Come si evince, infatti dal sito www.roma1960.italle ore 20,30 del 18 agosto il Fuoco sbarcò a Siracusa ricevuto dal Presidente della Regione Siciliana e prese terra nei pressi della Fonte Aretusa. Da Siracusa il tracciato della staffetta fu ricalcato su quello già percorso dagli antichi Greci all’epoca in cui fondarono le colonie e gli stabilimenti che nel loro insieme raggiunsero tanto splendore da meritare la denominazione di Magna Grecia”.

roma60 2.jpgIl primo tedoforo fu, neanche a dirlo il siracusano più famoso all’epoca in ambito sportivo e non solo ovvero Concetto Lo Bello ed è bello anche per un siracusano già abbastanza “avanti negli anni” scoprire la testimonianza (vedi foto) dell’inizio di questo viaggio olimpico in uno dei luoghi più suggestivo della città, sul molo del Foro Italico nello spiazzale antistante la Capitaneria di Porto .

Gli eventi del primo weekend di novembre

 

un-mare-di-musica.jpgNasce una nuova associazione culturale dedita alla diffusione della musica e alla fruizione di tutti i suoi generi e forme di espressione e rivolta a tutti coloro che intendono sviluppare i propri talenti: sabato 3 novembre, presso il Centro Studi Musicali, ronco I n.43 a via Von Platen, ore 11.30/19.30, “Open day, un mare di musica”, vernissage di apertura dei nuovi corsi di musica individuale e collettiva, strumentali e d’insieme, con esibizione di chitarristi, pianisti, presentazione dei corsi di chitarra, jazz, lezioni di analisi e di ascolto.

Altri eventi:

sabato 3 novembre, presso la piscina “Caldarella” della cittadella dello sport, ore 15, match del campionato maschile A1 di pallanuoto Rapallo-Igm Ortigia;

da sabato 3 novembre e fino al 13, presso galleria Roma di piazza San Giuseppe, nuova mostra di pittura di Maria Pia Bartolone;

domenica 4 novembre, ore 19, presso la chiesa di Santa Lucia al Sepolcro, concerto musico-terapia del coro “S.M. Jacqueline du Prè” dal titolo “Note prese in giro”, organizzazione associazione Sm@LL Onlus;

da domenica 4 novembre e fino al 25, presso galleria Montevergini, la mostra “Energie fluide” degli artisti Bonnici, Canigiula, Forzisi e Pravato;

lunedì 5 novembre, per il ciclo “Happy Mondays” al pub Buzz, proiezione del film “Bubble” di Steven Soderbergh ad ingresso gratuito.

 

 

Cittadinanza onoraria ai figli degli immigrati

1475147058.jpgA meno di una settimana dal voto per le amministrative regionali (domenica 28 dalle 7 alle 22) la rassegna stampa degli ultimi sette giorni mette in risalto incongruenze, carenze e problematiche della città e siccome non crediamo, come diceva il buon Paolo Bonacelli a Roberto Benigni nel film Johnny Stecchino, ovvero che “il traffico è il problema più grande di questa città!”, possiamo elencare in rapida successione: la raccolta dei rifiuti che sembra bloccata almeno da 3 giorni (da Ortigia alla periferica “Pizzuta”) con relativa ed ennesima lettera di diffida del sindaco all’azienda comunale preposta ( “Ci siamo stancati di ricevere continue segnalazioni che noi comunichiamo alla Igm e per le quali non si fa nulla”), l’inquietante scoperta di discariche abusive e pozzi di acqua contaminata nella zona di Città Giardino nonché l’incredibile autorizzazione, rilasciata agli organizzatori della manifestazione motoristica denominata “Targa Florio”, all’ingresso di oltre 200 auto storiche all’interno del parco del Teatro Greco.

Ma in questi giorni l’amministrazione comunale ha saputo almeno avviare e portare quasi a compimento un provvedimento di alto valore etico e politico (nel senso vero e nobile della parola) ovvero il “regolamento per il riconoscimento della cittadinanza onoraria ai figli degli immigrati” anche prima dei 18 anni come prevede la normativa vigente. Nonostante quanti ancora oggi rimangono ancorati ad una falsa e antistorica idea di conservazione del “patrimonio genetico nazionale”, una giusta e regolarizzata convivenza interrazziale è possibile e necessaria e “se vogliamo una piena e consapevole integrazione degli immigrati che condividono i nostri valori dobbiamo compiere gesti che dimostrino un vero cambio di mentalità. L’immigrazione va vista come percorso di integrazione, soprattutto per i più giovani, e non come un’emergenza sociale” (dichiarazione dell’assessore alle politiche sociali).

L’elmo di Ierone al “Paolo Orsi”

mostra-elmo-ierone.jpgIerone, figlio di Deinomenes e i Siracusani a Zeus, dal bottino fatto sugli Etruschi a Cuma”. Domenica 21 ottobre, presso il Museo Regionale “P. Orsi” di Siracusa, alle ore 17, inaugurazione dell’importantissima mostra “L’elmo di Ierone dal British Museum”:  fino al 6 gennaio 2013 la città aretusea riaccoglie finalmente l’elmo che fu del famoso/famigerato tiranno siracusano inviato in dono al santuario di Olimpia nel 474 a.c. dopo la battaglia di Cuma .

Altri eventi della fine settimana:

Dal 19 ottobre al 18 novembre, presso Galleria dello Steri di via della Conciliazione 9, mostra dipinti di Mario Oddo, “La pittura come finestra dell’intimo”;

sabato 20 e domenica 21, al Museo del Mare di via Zummo 7, presentazione del libro “Togo Franco Arcovito … e le 7 sorelle, the eolian islands”;

sabato 20 ottobre alle ore 17, presso il Museo del Cinema di via Alagona 45, proiezione del film di Otto Preminger, “Il Cardinale”, a cura dell’Associazione Italo-Tedesca;

Sabato 20 alle ore 11,00, presso il Biblios Cafè di Siracusa, in via del consiglio Reginale, presentazione del libro “Il Cancello” di Simona Lo Iacono, edizioni Melino-Nerella, sul tema della diaspora ebraica nel medioevo dalla Sicilia, ambientato a Siracusa;

dal 20 al 30 ottobre, presso la Galleria Roma di via Roma, “Incontri, arte contemporanea 2012”.

Siracusa nel progetto “Smarter Cities” IBM

smarterCityChallenge.jpgAnche Siracusa nel progetto “Smarter Cities Challenge” del colosso dell’industria elettronica e informatica IBM che coinvolge 100 città in tutto il mondo, selezionate al fine di promuovere un coerente e articolato sviluppo cittadino. Dopo i sopralluoghi in città nei mesi scorsi, i tecnici dell’azienda hanno stilato un report, diffuso alla stampa, in cui segnalano “pregi e difetti”, per così dire, del nostro territorio e precisamente: l’eredità storica ed il patrimonio culturale ed architettonico, l’alto valore dei progettisti e urbanisti, “un ampio portafoglio di progetti” e la produzione agricola di grande eccellenza (aspetti positivi) ma anche, purtroppo, scarso coordinamento fra le istituzioni e con i cittadini, la carenza del piano di mobilità cittadino, uno sviluppo armonico deficitario e la mancata incentivazione della responsabilizzazione dei cittadini, ed infine, la carenza delle infrastrutture e dello sviluppo industriale (aspetti negativi). Per far fronte a queste carenze e sviluppare e accrescere quelli positivi, il rapporto conclusivo evidenzia le sei raccomandazioni principali all’attenzione degli amministratori ovvero:  “il contributo di tutti” (collaborazione), “governare attraverso i dati “ (centralizzazione), “proteggere il patrimonio e gli investimenti”  (ambiente), “conoscere i propri clienti” (turismo), “vivere Siracusa” (qualità della vita), “costruire insieme” (industria).

 

Arte, solidarietà ed ecologia nel weekend siracusano

nuovi_confini.jpgInaugurata il 10 ottobre, presso la Galleria d’Arte Contemporanea di via Montevergini in Ortigia, la mostra d’arte grafica “Nuovi Confini”, collettiva di artisti di varie nazionalità in cui “sedici docenti e più di cento studenti si trovano accostati in questa impegnativa e avvincente mostra che apre nuovi orizzonti di crescita per un’arte che ha ancora molte cose da dire”. Fino al 28 ottobre;

dal 2 al 16 ottobre presso Galleria Roma in piazza S. Giuseppe, “Arteinsieme” mostra espositiva di Elia Guardo e Salvatore Accolla;

Da venerdì 12 ottobre, presso ex convento del ritiro di via Mirabella, dalle ore 10 alle 13 e dalle 16 alle 20, mostra espositiva dell’artista Gino Cilio dal titolo “Arte.com, dall’A-Zero al digitale”;   

sabato 13 ottobre, alle ore 18.30 inaugurazione della mostra “Impersonale” dell’artista siracusano Piero Roccasalvo “Rub”, opere su tela dipinte ad olio, dalle 10 alle 13 e dalle 17 alle 20 fino al 31 ottobre;

Sabato  e domenica in alcune piazze della città (piazza S.Giovanni, largo XXV Luglio, santuario Madonna delle Lacrime, C.C. Auchan e C.C. I Papiri) manifestazione nazionale “Una Mela per la Vita”, raccolta fondi a favore dell’AISM (Associazione Italiana Sclerosi Multipla);

domenica 14 ottobre, dalle ore 9.30, presso saline di Priolo, per il ciclo “Siracuriosando!” a cura dell’associazione culturale “Mary Astell”, visita guidata all’interno della riserva per ammirare (si spera) i fenicotteri che popolano l’oasi.

 

“Un posto asciutto”, romanzo ambientato a Siracusa

copj170.asp.jpgUn bar a piazza Duomo, il proprietario despota, un cameriere, un marinaio, una trama astrusa ma avvincente: “Un posto asciutto” di Salvatore La Porta, edizioni Villaggio Maori, è un altro libro che si può trovare in libreria ambientato nella città di Siracusa. Un racconto breve di uno scrittore catanese che narra della vita di tutti in giorni in un’epoca di crisi economica, di disagi e disperazioni che possono provocare esiti inaspettati e violenti. Un libro sui libri e sulla capacità di amarli profondamente e di scambiarli quasi per nostri intimi amici perché “la letteratura affina la sensibilità e perciò, esaspera la nostra capacità di soffrire oltre i limiti dell’umana sopportabilità”, (recensione di Augusto Cavadi su “La Repubblica”).

“L”amore in un clima freddo” nella campagna siracusana

amore.jpgRicca ereditiera inglese si sposa senza consenso paterno e si trasferisce… a Siracusa. Non è un fatto di cronaca recente ma la trama, in sintesi, di un romanzo scritto nel 1949 e rieditato ora da a Adelphi. “L’amore in un clima freddo” di Nancy Mitford narra delle vicissitudini sentimentali di Polly Montdore, figlia del barone omonimo, che si unisce in matrimonio con uno zio più anziano di lei e da lui convinta a trasferirsi in Sicilia, a pochi chilometri dalla città aretusea, in un “luogo di una bellezza indicibile, a un’ora da Siracusa”. Romanzo storico, sociale e anche ironico che descrive con efficacia la nostra terra dal punto di vista dell’aristocrazia inglese (anche quella più “modernista”) e che non manca di far risaltare le meraviglie “esotiche” del mediterraneo.

 

“Festa dell’uva” ed eventi del weekend 29-30 settembre

uva.jpgNumerosissimi gli eventi questa fine settimana a Siracusa ed in Ortigia si apre la prima edizione della “Festa dell’uva” con mostre fotografiche sul tema vinicolo, consultazione e vendita di libri dello stesso argomento, raccolta tappi di sughero, degustazioni di vini, prodotti tipici e dolci, inoltre spettacolo di pupi siciliani, dj-set, proiezioni di film (“Il profumo del mosto selvatico” e “Un’ottima annata”): domenica 30 settembre in via della Giudecca e largo Logoteta.

Altri eventi:

da sabato 29 settembre, presso Facoltà di Architettura, Laboratorio Estivo Siracusa: Incontro con João Luìs Carilho Da Graa,”Il paesaggio dell’Archeologia”, fino all’8 ottobre;

sabato 29 e domenica 30settembre, ore 10 e 18, visita al cantiere del Teatro Comunale di Siracusa;

sabato 29 settembre, ore 19, manifestazione Arte, Cibo, Cinema, Musica, Danza e Teatro: “Com’è Profondo il Mare, un tuffo alla Graziella”;

sabato 29 settembre, ore 19, presso “SpazioArte Le Sicilie” in piazza S. Giuseppe 30, vernissage dell’esposizione “Frammenti di Sicilia – dialogo tra arte e letteratura”, fino al 30 novembre;

domenica 30 settembre, visita guidata ai mosaici della villa romana del Tellaro, a cura dell’associazione culturale Nuova Acropoli di Avola;

domenica 30 settembre, ore 19, presso istituto “G. Privitera”, concerto del chitarrista Ciro Carbone;

domenica 30 settembre, presso San Giovanni , Accademia delle Musae, coro delle voci bianche;

domenica 30 settembre, ore 9.30 presso Sacro Cuore Gesù Redentore di via Italia 101, incontro pubblico sull’”idea di città sostenibile – Progetto  Città, Ecopolis”.

 

 

“Fuochi e vortici” a Montevergini

399603_10151066034832639_1927530709_n.jpgInaugurata il 20 settembre, alla Galleria Montevergini di via S. Lucia alla Badia di Siracusa, “Fuochi e vortici siciliani” è la mostra personale dell’artista romano Andrea Chisesi, sperimentatore di “fusioni tra pittura e fotografia ispirandosi alla simbologia dei maestri Egon Schiele e Gustav Klimt”. Andrea Chisesi, famoso anche per aver ritratto personaggi famosi e carismatici come Harvey Keitel, Robbie Williams, Ken Follet, James Ellroy, Gianmarco Tognazzi, Vinicio Capossela, Rutger Hauer, Steven Tyler, Murray Abraham, ha preso parte alla Biennale di Venezia, la Collettiva “Pelle di donna “ presso la Triennale di Milano e la Zucchi Collection 2012, riscontrando sempre l’interesse e il plauso della critica.

La mostra rimarrà aperta fino al 7 ottobre tutti i giorni dalle 10 alle 13 e dalle 16 alle 20.