Giuseppe Gibilisco, campione siracusano

gibilisco.jpg“Un giorno un bambino si è avvicinato e mi ha detto: ‘da grande voglio diventare un campione come te’.”  Campione del mondo ai campionati iridati di Parigi 2003, medaglia di bronzo all’olimpiade di Atene 2004, Giuseppe Gibilisco trentatreenne atleta siracusano, campione del salto con l’asta, si confessa e si racconta nell’ultima intervista rilasciata a “la Repubblica” edizione siciliana di ieri (domenica 26 agosto).

Gli inizi a 13 anni nella città aretusea, la passione per questo particolarissimo sport nato con i Giochi della Gioventù, l’incontro con colui che lo farà emergere a livello internazionale, l’allenatore Silvio Lentini, il trasferimento al centro federale di Formia, i risultati ottenuti sotto la guida dell’allenatore del mito Sergej Bubka, l’incoronazione mondiale, la fatica nel confermarsi ai giochi olimpici, le traversie disciplinari sfociate nella squalifica del 2007 (che fa tutt’ora discutere)e successiva assoluzione, il coraggio di non arrendersi nonostante tutto.

Oggi, Giuseppe Gibilisco, 47° del ranking mondiale della IAAF (federazione internazionale di atletica), primatista italiano di salto con l’asta con 5,90 mt. (a Parigi 2003) può ribadire che sceglierebbe ancora l’atletica nonostante tutto perché “lo sport è portatore di libertà e aiuta  a mettersi in gioco. E’ quello che dovrebbero fare anche i siciliani senza sentirsi troppo

Giuseppe Gibilisco, campione siracusanoultima modifica: 2012-08-27T21:30:11+02:00da admin
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento