Lo scandalo delle discariche cittadine

discarica1.jpgMaterassi, frigoriferi, lavatrici, scaldabagni, poltrone, armadi, cassettiere, specchiere, mobili vecchi, vetrate, persino vasche da bagno (!) nonché legname e fogliame vario (probabilmente proveniente dalle villette limitrofe), cavi elettrici e in gomma per impiantistica, materiale edile di risulta, pietrame, calcestruzzi e molti altri tipi di oggetti e rifiuti depositati a cielo aperto nelle discariche nel centro abitato di contrada Pizzuta.

discarica2.jpgIn queste foto scattate ai bordi delle strade siracusane Luigi Monti, Teofane e Salibra, tutto lo scempio di una zona periferica ma comunque residenziale, con un discreto flusso viario e frequentata da moltissime persone. Il “cittadino comune”, nella sua banalità e linearità di pensiero non può che continuare a stupirsi della mostruosa inciviltà dei suoi concittadini e l’incredibile e antistorica miopia dell’amministrazione comunale e degli enti preposti alla sorveglianza (personale della polizia urbana e dell’IGM).

Fino a quando si protrarrà questo ignobile spettacolo?     

 

Lo scandalo delle discariche cittadineultima modifica: 2012-06-15T14:22:04+02:00da admin
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento