Il Museo del Papiro di Siracusa

papiri.jpgSiracusa è uno degli ultimi baluardi della presenza in Italia del “Cyperus papyrus”, volgarmente noto come papiro e nella nostra città esiste già da alcuni decenni un istituzione unica nel suo genere che ne studia e ne diffonde nel mondo la cultura:  il Museo del Papiro di Siracusa (www.museodelpapiro.it), con sede e spazi espositivi in viale Teocrito 66, è solo una della varie sezioni e dei campi di azione dell’Istituto Internazionale del Papiro, fondato nel 1987, e “si occupa dello studio, della conservazione e della divulgazione delle testimonianze della cultura del papiro”, della salvaguardia dei siti in cui si sviluppa a Siracusa la crescita del papiro ovvero il fiume Ciane e la fonte Aretusa.

museo egizio.jpgL’istituto collabora attivamente da anni con il Museo Egizio del Cairo e con la Biblioteca Alexandrina per ciò che concerne lo studio, il restauro e la conservazione dei papiri antichi, la formazione tecnica e culturale degli operatori del settore, la divulgazione di questa importantissima forma d’arte e di comunicazione attraverso convegni, seminari, mostre e progetti multiculturali e internazionali. L’arte della fabbricazione del papiro nasce a Siracusa nel 1781, come storicamente accertato, e le tecniche di questo particolarissimo supporto per la scrittura prevedono la sovrapposizione delle strisce bagnate della pianta, sovrapposte a più strati ortogonali e poi compresse a formare un unico foglio compatto.  

museo papiro.jpgIl museo espone papiri antichi (dal XV secolo a.C. all’VIII d.C.) egiziani, greci e copti, papiri prodotti dalla scuola siracusana del secolo scorso, ma anche le piante provenienti direttamente dall’africa a da Israele, manufatti  di varia natura, di origine africana: imbarcazioni, attrezzi per la scrittura, documentazioni sulla storia e sull’arte del papiro.

(immagini: www.museodelpapiro.it)

 

Il Museo del Papiro di Siracusaultima modifica: 2012-05-02T12:27:31+02:00da admin
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento