Storia di Siracusa: la Carrozza del Senato

carrozza.pngLa Carrozza del Senato di Siracusa, che si può ammirare durante la festa patronale di Santa Lucia o nell’omonima sala al Palazzo del Senato di Siracusa, è un classico esempio di berlina imperiale, ovvero di carrozza di gran lusso, in uso in epoca barocca dalle autorità e dignitari dell’epoca e la data della sua istituzione ci viene confermata dai documenti dell’epoca (“…il 18 Maggio di questo corrente anno 1764 capita da Palermo la nuova Carrozza del Senato…”), i quali ci descrivono anche come sia stata realizzata in modo similare a quelle già create per il senato di Palermo, Catania, Messina e per la città di Acireale.

La Carrozza è un fulgido esempio di iconografia barocca ogni sua parte nasconde un simbolismo ben preciso: le decorazioni pittoriche della cassa (o abitacolo) rappresentano le raffigurazioni della quattro virtù indicate da Platone nella “Repubblica”, ovvero Forza, Giustizia, Prudenza e Temperanza e quelle dei quattro continenti allora conosciuti.

Tutte le raffigurazioni vengono rappresentate ognuna da una donna: l’Europa come regina del mondo, l’Asia con ghirlande e incenso, l’America con piume colorate e frecce, l’Africa dalla pelle scura e i colori esotici. Per le virtù morali: la Giustizia è una dea raffigurata con spada e bilancia, la Fortezza  è una donna in armatura con lancia e scudo, la Prudenza da una donna con specchio e serpente a simboleggiare la saggezza, la Temperanza è una donna che mostra un morso e redini da cavallo, simbolo di dominio.

Sulla Carrozza del Senato, il Prof. Dario Scarfì, esperto dell’epoca, ha pubblicato qualche anno fa l’omonimo libro già pubblicato a Siracusa.

Storia di Siracusa: la Carrozza del Senatoultima modifica: 2011-10-26T10:19:30+02:00da admin
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento