Nuova Marina di Siracusa

foto nuovo spero1.jpgC’è un progetto a Siracusa che si propone di modificare in modo radicale e riqualificare uno scorcio storico e caratteristico del panorama siracusano: l’area marina e costiera del tratto della città che va dalla stazione dell’aeronautica di via Elorina fin oltre il complesso del mercato ortofrutticolo (quasi all’estuario del fiume ciane).

 

 

 

Questo progetto, visibile su facebook (http://www.facebook.com/marinadisiracusa#!/marinadisiracusa) o sul sito www.marinadisiracusa.it  denominato, appunto, Marina di Siracusa, intende costituire in questa vecchia area industriale (da molti anni in stato di abbandono, vedi foto) un polo turistico i cui punti di forza saranno: la possibilità di ricoverare, con modalità altamente tecnologiche e di eccellenza, yacht e imbarcazioni da diporto anche di grande stazza; valorizzazione dei siti ambientali e paesaggistici (riserva naturale ciane e saline); realizzazione di un “waterfront” con servizi e spazi dedicati alla cittadinanza quali passeggiate, bar, spazi verdi, piste ciclabili etc.; sviluppo economico e possibilità occupazionali.foto nuovo spero2.jpg

Il progetto, finanziato dalla società “Spero srl”, ha superato la fase di approvazione del “Progetto preliminare” e attente l’esito della seconda fase “Progetto definitivo” e “a far data dal completamento dell’iter approvativo l’opera avrà un tempo di realizzazione di anni 4, con l’impiego di un numero complessivo di risorse umane  pari a 400 unità. In esercizio saranno impiegate 250 unità, tra personale diretto ed indotto”.  

 

 

foto spero2.jpgIl progetto, giustamente e come era prevedibile, non è passato inosservato alle associazioni ambientaliste che non vedono di buon occhio modifiche così radicali al panorama naturale e originario di questo tratto di costa e, a ragione, chiedono che sia ben valutato dall’amministrazione cittadina: da questo punto di vista il dibattito è aperto e, infatti, proprio per prevenire le polemiche e tentare di dare tutte le informazioni ai cittadini, i responsabili del progetto organizzano ogni venerdì pomeriggio, alle 17,30, sui luoghi degli interventi, una visita guidata gratuita aperta a tutti (per informazioni e-mail info@marinadisiracusa.it oppure sulla pagina “contatti” del sito internet).foto spero1.jpg

Al “cittadino comune” non resta che sperare che tutti gli attori coinvolti (amministrazione cittadina, imprenditori e ambientalisti) sappiano trovare la quadratura del cerchio e restituire alla città una zona da troppo tempo dimenticata, attraverso il rispetto dei luoghi e salvaguardando gli equilibri della natura.  

(Immagini tratte dal sito www.marinadisiracusa.it)

Nuova Marina di Siracusaultima modifica: 2011-10-17T13:00:04+02:00da admin
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento