Il messaggio di Archimede nella modernità

archimede2.jpg«Noli, obsecro, istum disturbare», così avrebbe detto a chi lo importunava durante il suo lavoro quotidiano fatto di invenzioni e scoperte. Mal gliene incolse (dato che le antiche cronache narrano che tale risposta ne causò la morte) ma Archimede, genio di Siracusa e dell’umanità tutta, ispira ancora oggi lo studio di milioni di esperti o anche solo la curiosità intellettuale dei profani.

La figura e l’opera dell’illustre e famosissimo scienziato siracusano è al centro della mostra e del ciclo di conferenze dal titolo “Il Messaggio di Archimede, 1st International Meeting University Festival of Art, Science and Tecnology”, in corso di svolgimento (e fino al 5 ottobre, ad ingresso gratuito) a Palazzo Impellizzeri, in via Maestranza 17, organizzato dal Consorzio Universitario Archimede e la Facoltà di Architettura di Siracusa, che hanno inoltre promosso un concorso universitario dal titolo omonimo (vinto da una studentessa dell’Università di New York e premiata con un soggiorno di studio nella nostra città).archimede1.jpg

La mostra è stata inaugurata il 26 settembre scorso ed è stata interamente realizzata dagli studenti partecipanti al concorso che hanno realizzato perfetti esempi, in scala ridotta e con l’utilizzo dei materiali coevi, di alcune delle più celebri invenzioni archimedee: gli specchi ustori, la ballista, lo stomachion, leve e congegni idraulici di vario tipo, catapulte ed altre macchine belliche.

Nel convegno di giovedì 29 settembre la Dott.ssa Elena Flavia Castagnino Berlinghieri della Soprintendenza BB.CC.AA. di Siracusa, alla presenza di studenti e docenti italiani e statunitensi, ha relazionato sul tema “Arte, tecnologia, scienza e progetto nella politica di età ellenistica: Archimede ed il Mediterraneo”, descrivendo l’opera del grande matematico nel contesto della civiltà del III° secolo a.c., della sua attinenza con il regno di Ierone II e mostrando, fra l’altro, una proiezione degli ipotetici progetti della “Siracusia”, la più imponente nave dell’antichità, progettata da Archimede.

tonnara.jpgPrima della convention è stata inoltre proiettata la simulazione grafica del progetto, redatto dagli studenti, per la riqualificazione ambientale e paesaggistica della zona della tonnara di Siracusa (foto a lato), attualmente in stato di abbandono.

Il Meeting internazionale proseguirà nei prossimi giorni con due importanti conferenze:  venerdì 30 settembre, ore 10.00,  “Venere a Siracusa” del prof. Carlo Truppi, preside della Facoltà di Architettura di Siracusa; mercoledì 5 ottobre, ore 10.00, “Pensiero e Arte intorno ad Archimede” del prof. Carmelo Strano della Facoltà di Architettura di Siracusa.

 

Il messaggio di Archimede nella modernitàultima modifica: 2011-09-30T08:48:00+02:00da admin
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento