Quoziente familiare a Siracusa

soldi.jpgIl Comune di Siracusa, per una volta, all’avanguardia sul tema delle problematiche sociali e del sostegno alle famiglie. E’ stato approvato nei giorni scorsi in consiglio comunale, nell’ambito del provvedimento di previsione del bilancio 2011, il cosiddetto “quoziente familiare” che istituisce una nuova modalità di tassazione e di agevolazioni per i meno abbienti, uno strumento che potrebbe essere preso in considerazione anche dal governo nazionale.

Per quoziente familiare si intende un tipo di tassazione che agisce sull’insieme dei redditi di tutti i contribuenti della famiglia (ovvero genitori, figli a carico e anziani ed, eventualmente, persone che necessitano di assistenza) e si differenzia da quello attuale, basato, invece, sull’imposta sul reddito individuale. Tale differenziazione dovrebbe, secondo le nuove teorie degli specialisti del settore fiscale avvantaggiare le famiglie più numerose e più bisognose di agevolazioni, come risulta dalle esperienze di altri paesi europei in cui questo metodo è già in vigore da tempo.quoziente familiare.jpg     

In un periodo  in cui le parrocchie sono costrette a fornire più assistenza e aumentano coloro che si rivolgono alle istituzioni caritatevoli, il provvedimento varato dal Comune dovrebbe avere immediati riscontri pratici (almeno si spera e come si evince dalle dichiarazioni dei consiglieri) come ad esempio negli asili nido (chi ha più figli dovrebbe pagare progressivamente di meno e non uguale quota per ogni bambino) o per tutti coloro che assistono in casa anziani e portatori di handicap.

Quoziente familiare a Siracusaultima modifica: 2011-09-28T08:45:00+02:00da admin
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento