Raccolta differenziata: nuova petizione

differenziata.jpgLa raccolta differenziata a Siracusa continua ad essere una chimera. In attesa dei risultati definitivi dell’esperimento pilota nella frazione di Cassibile (iniziato a marzo), i dati sulla raccolta differenziata nel 2010 sono emblematici: 4,43% su tutto il totale dei rifiuti urbani, dunque in calo rispetto al 5,3% del 2009, mentre quella della carta è quasi completamente scomparsa (dati pubblicati sul “Quotidiano di Sicilia” in data 1 febbraio 2011).

Per l’amministrazione comunale sussistono, ancora oggi, problematiche logistiche e organizzative che impediscono materialmente l’avvio di una pratica che è realtà collaudata già in diverse città consimili a Siracusa (ad esempio Novara e Treviso), ma nelle coscienze dei cittadini si fa strada il bisogno di diffondere gli argomenti in favore di questa pratica ecologica ma anche di risparmio economico, se si considera che esistono Paesi in Europa che hanno fatto del riciclaggio e della lavorazione dei rifiuti una fonte di guadagno e, di conseguenza, fonte di possibilità lavorative.

Su questa scia, è da poco sorto un gruppo aperto su face book denominato “Vogliamo la raccolta differenziata a Siracusa”, composto già da oltre 250 membri, che intende divulgare e incentivare la cultura della raccolta ecologica e ha, come primo passo, preparato una petizione da presentare al sindaco affinché la introduca il più presto possibile in città.

Ecco il testo che il gruppo ha diffuso all’attenzione di tutti i cittadini: Considerate che il comune di Siracusa spende quasi 30.000.000 di euro l’anno per la raccolta dei rifiuti; a parità di abitanti TREVISO e NOVARA spendono 10.000.000 di euro in meno e sono più pulite, riescono a differenziare tra il 70% e l’80% e pagano il  70% in meno sulle tasse dello smaltimento rifiuti. Un’abitante di Treviso, che vive in 100 mq di casa, pagherà di tassa per lo smaltimento rifiuti poco meno di 82,20 euro l’anno. Un Siracusano a parità di condizione pagherà, per avere un servizio di gran lunga più scadente, quasi 270,00 euro l’anno. Questa non è utopia e non sono numeri a caso, l’amministrazione di Siracusa deve impegnarsi seriamente affinché anche la nostra città possa avviare una seria e proficua salvaguardia dell’ambiente. Ed impegnarsi ad investire le risorse che verranno risparmiate per garantire l’incentivo occupazionale dei giovani sul territorio. Da tutto questo nasce l’esigenza di creare una petizione popolare. Se sei d’accordo con noi e vuoi contribuire anche tu, presto saranno attivati dei banchetti in città per la raccolta firme”. 

Il gruppo segnala inoltre anche l’elenco delle strutture comunali atte a raccogliere rifiuti speciali e ingombranti (sul sito di Natura Sicula gli indirizzi e le giuste indicazioni) al fine di scoraggiare la pratica, ormai troppo diffusa, di abbandonare questo tipo di materiale in prossimità dei cassonetti o, molto peggio, in discariche abusive.

Raccolta differenziata: nuova petizioneultima modifica: 2011-09-14T08:03:00+02:00da admin
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento