Spiagge, lo stato delle coste (3)

fbianche1post.jpgIn attesa che il clima si assesti su parametri più consoni al periodo, continuiamo la ricognizione sullo stato delle coste siracusane. La stampa locale ci fa sapere che le spiagge di Pachino e Portopalo sono state quasi completamente ripulite e sistemate per la completa fruizione dei bagnanti e pertanto non resta che sperare che tutti coloro che ne usufruiranno lo faranno con tutti i crismi che prevede una sana e civile condivisione fra esseri umani, ma soprattutto con la Natura. Nell’ultimo weekend, invece, abbiamo potuto visitare le spiagge delle zone residenziali di contrada Fanusa e del comprensorio di Fontane Bianche.

Nel primo caso, la situazione è assolutamente in stallo e tale rimarrà in quanto i considerevoli depositifbianche2post.jpg di alga “posidonia” non possono essere rimossi perché essendo l’erosione della costa troppo avanzata, un’eventuale rimozione significherebbe eliminare ogni barriera naturale alla protezione dell’esilissima striscia di sabbia ancora presente. Si procederà pertanto alla sola pulizia dell’arenile. Ciò comporterà, quasi sicuramente, un ulteriore diminuzione del numero dei bagnanti, tendenza già da diversi anni consolidata in questo tratto di costa ormai quasi totalmente utilizzata dai residenti della zona.

Situazione complessa a Fontane Bianche, dove a tutt’oggi non sono ancora cominciate le operazioni di pulizia, con le alghe che ricoprono buona parte della battigia e in grandissima quantità infestano il fondale marino prospiciente la spiaggia. Si tratta di un grave ritardo, soprattutto considerando che questa spiaggia è il centro di una località residenziale e ad alta concentrazione di alberghi e attività ricettive (camping e villaggi turistici) che cominciano già a popolarsi di un numero considerevole di turisti italiani e stranieri, i quali sicuramente non potranno che dirsi insoddisfatti dell’ambiente riscontrato…fbianche3post.jpg

(3.continua)

 

 

Spiagge, lo stato delle coste (3)ultima modifica: 2011-06-06T06:54:00+02:00da admin
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento