Vizi e manie del pedone siracusano

semaforo.jpgNelle scorse settimane c’è già stata occasione di citare scherzosamente i mille vizi e le piccole manie che affliggono i Siracusani (ma non solo) nel momento in cui si mettono al volante o inforcano una bicicletta. Tanti piccoli comportamenti, in cui spesso ci possiamo riconoscere, su cui ridere su ma che dovrebbero anche far riflettere un pochino per evitare atteggiamenti pericolosi nel traffico cittadino.
Come non dedicare qualche riga allora anche al pedone siracusano ? Si tratta di un personaggio alquanto raro, data la comune abitudine di utilizzare un automezzo fino dove è possibile e anche oltre. Ciò non toglie che, quando il cittadino aretuseo decide di spostarsi a piedi, spesso tira fuori il peggio di sè.
Ammettiamolo, chi di noi non si è ritrovato a camminare al centro della carreggiata quando ad entrambi i lati c’erano ampi marciapiedi ? E’ vero che le condizioni di pulizia dei marciapiedi spesso poco invogliano al loro utilizzo. Stessa cosa dicasi per gli automezzi, spesso malamente posteggiati, a tal punto da ostacolare il cammino. Ciò non toglie che la brutta abitudine di camminare al centro della strada oltre ad essere pericolosa crea difficoltà al già caotico traffico cittadino. E che dire poi quando il pedone rende la situazione ancora più critica spingendo una carrozzina a poche decine di centimetri dalle automobili ?
Altro punto critico del comportamento pedonale della nostra città è l’attraversamento della carreggiata. Non si può che rimanere stupiti come in presenza di strisce pedonali si sia pronti a far valere il proprio diritto di precedenza e, magari solo pochi metri dopo, ci si scorda ogni regola se le strisce non ci sono o peggio in presenza di un semaforo. La brutta abitudine di gettarsi praticamente tra le ruote dell’automobile che sopraggiunge dovrebbe essere tra i primi vizi da abbandonare.
Un pensiero infine a quanti giornalmente passeggiano per portare a spasso il proprio “amico a quattro zampe”. E’ bello far due passi così come è ancora più bello farlo in compagnia del proprio cane. In questo caso, però, attrezzarsi per raccogliere i bisogni lasciati dal proprio cucciolo è un segno di rispetto verso la città e verso gli altri cittadini. Troppo spesso, purtroppo, i marciapiedi cittadini versano in condizioni pietose proprio per i tanti escrementi lasciati sui marciapiedi. Ancora una volta basterebbe soltanto un piccolo sforzo per superare dei piccoli vizi che tutti abbiamo ma che, se eliminati, renderebbero la bella Siracusa più vivibile.


Vizi e manie del pedone siracusanoultima modifica: 2011-02-28T08:30:00+01:00da admin
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento