Week-end d’inverno ricco di appuntamenti

282081151.jpgSono numerose e molto varie le iniziative in programma in città in questo fine settimana. Segnaliamone allora alcune per dare qualche idea su come programmare questo week-end invernale.
Si comincia questa sera all’Antico Mercato, in Ortigia, con la manifestazione Divino Incanto. Sarà un connubbio tra il sapore del vino moscato siracusano e celebri romanze di opere liriche. Si comincia alla ore 20 per un susseguirsi di degustazioni e musica fino a tarda sera.
Anche Siracusa ricorda e festeggia i 150 anni di unità d’Italia. Nelle prossime settimane la Galleria Roma proporrà una lunga serie di eventi legati a questo tema. Si comincia sabato 15 gennaio con una conversazione sul tema dell’Italia, condotta da Salvatore Zito e che vede la partecipazione di numerosi ospiti del mondo della cultura siracusano oltre all’esecuzione alla chitarra di brani musicali risorgimentali. Si inizia alle ore 18.30.
Gli amanti della musica classica, sabato 15 gennaio, presso l’antico mercato di Ortigia potranno assistere al concerto del quartetto di sassofoni Megara. L’evento è organizzato dall’A.Gi.Mus. ed avrà inizio alle ore 20.
Nel quartiere Neapolis, invece, lo stesso giorno, prosegue Vivi il quartiere con la degustazione di prodotti tipici “Antiche tradizioni dei sapori e dei saperi“.
Sempre sabato 15 gennaio ma con inizio alle ore 19.30, presso la sala concerti dell’istituto musicale “Privitera”, in via Regina Margherita, si terrà la performance poetico-musicale “Orfeo e Aristeo“, ispirata alle Georgiche di Virgilio e che ripercorre la vicenda dell’eccelso cantore della mitologia classica.
Infine, nell’ambito della rassegna  Luci a Siracusa, domenica 16 gennaio, alle ore 19 presso Palazzo Impellizzeri, in via Maestranza, è previsto il “circolo di conversazione” avente come tema il cinema. Ospiti Nino Frassica, Manuel Giliberti, Lisa Romano, Roberta Torre e Carlo Truppi.


Week-end d’inverno ricco di appuntamentiultima modifica: 2011-01-14T08:30:00+01:00da admin
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento