Fantasmi siracusani

casa-re-spiddi.jpgCome ogni città che si rispetti, anche Siracusa ha la sua collezione di leggende metropolitane e di fantasmi cittadini. Se alcuni mesi fa abbiamo avuto modo di rievocare la macabra leggenda della scolaresca scomparsa nelle catacombe, quale occasione migliore che il giorno dopo “la notte delle streghe e dei fantasmi”, per parlare della più celebre casa dei fantasmi siracusana ?
Di quale casa stiamo parlando ? Pensateci un attimo, perchè a Siracusa è una diceria molto famosa.
Se non ci siete arrivati da soli, prendete la macchina e uscite dalla città, recandovi nelle zone balneari. Ad un certo punto, lungo la strada provinciale che collega il litorale dell’Arenella con le scogliere di Ognina, passando davanti ad una vecchia casa diroccata, non potrete fare a meno di notare che molti automobilisti, nel passaggio, danno tre colpi di clacson. Si trova proprio lì la casa di cui parliamo e che potete vedere nella suggestiva foto allegata. Viene chiamata la casa dei tre tocchi, per via dei tre colpi di clacson che vengono dati o anche la casa re spiddi, la casa degli spiriti in dialetto.
Nel momento in cui proverete a chiedere in città la leggenda che avvolge la casa, le voci si fanno confuse e contraddittorie con storie sempre più fantasiose e macabre. L’unica cosa su cui tutti concordano è che se a Siracusa vi è una casa dei fantasmi, si tratta di quella !
La versione più gettonata vuole che agli inizi del secolo abitassero in quella dimora tre sorelle, talmente brutte che nessuno le voleva sposare. Trascorsero pertanto in solitudine la loro vita in quella casa e, alla loro morte, la ricoprirono con una sorta di maledizione: sfortuna per chi, passando davanti alla loro abitazione non porgesse loro un saluto. Da qui la scaramantica usanza di numerosissimi automobilisti di suonare il clacson transitando davanti alla vecchia casa… a dimostrazione del fatto che, come sempre, nessuno crede ai fantasmi ma la prudenza non è mai troppa !
Varianti della stessa storia vogliono le sorelle morte in un incendio oppure vedono una bambina come protagonista della vicenda.
C’è poi chi giurerebbe di aver intravisto davanti alla casa anche degli autostoppisti fantasma. Dite la verità, non è venuto anche a voi  qualche brivido ?
Leggende metropolitane e le storie di fantasmi sono spesso tra gli argomenti più intriganti e vivaci della vita di una città. Speriamo di avere presto l’occasione di tornare sull’argomento. Nel frattempo,  se conoscete varianti della storia appena raccontata o se conoscete altre leggende siracusane, non esitate ad intervenire nei commenti o a scrivere un’e-mail.

Immagine: una suggestiva visione notturna della casa dei tre tocchi (foto: cortesia Giuseppe Orto)


Fantasmi siracusaniultima modifica: 2010-11-01T08:30:00+01:00da admin
Reposta per primo quest’articolo

Un pensiero su “Fantasmi siracusani

  1. Questa e’ sicuramente una delle leggende metropolitane piu’ incrollabili della nostra citta’! Ricordo un'”avventura” di molti anni fa, quando da ragazzino andai in bici con i miei amici fino al cortile interno della casa. Nessun fantasma, ma un alveare spettacolare sulla facciata, come non ne avevo mai visti!

Lascia un commento