Il gradito ritorno di Latomiarte

sibbia.jpgUno dei luoghi più suggestivi di Siracusa sono, fuor di dubbio, le Latomie dei Cappuccini. Adesso ancora più, man mano che si va liberando la suggestiva visuale per decenni coperta da alcuni edifici costruiti a ridosso della grande cava di pietra di epoca greca.
Per lungo tempo le latomie sono rimaste chiuse al pubblico e, sebbene siano nuovamente fruibili, in pochi, tra i Siracusani, ne sono a conoscenza o frequentano questo luogo suggestivo.
Ecco allora che, puntuale, ogni estate, ritorna il ciclo Latomiarte, una serie di spettacoli allestiti nelle Latomie dei Capuccini sia per via dello scenario particolarissimo che per far riscoprire alla cittadinanza questo luogo storico.
L’edizione 2010 di Latomiarte ha preso il via da alcuni giorni (dal 27 luglio) e proseguirà fino a fine agosto con una serie di spettacoli di teatro e di musica messi in scena tra gli antichissimi anfratti.
Giovedì 5 agosto, sarà messo in scena lo spettacolo ad ingresso libero “Il timballo del gattopardo” con Carlo Cartier e Carmelo Chiaramonte. Mercoledì 11 agosto sarò la volta di “Jazz mon amour” (ingresso € 10) con un repertorio di brani nordamericani e brasiliani. E ancora, mercoledì 18 agosto lo spettacolo-concerto “Musicanti” con Massimo Venturiello e Tosca (ingresso libero). Infine, domenica 22 agosto, “Maschere e musiche“, con Orazio Sciortino al pianoforte (ingresso € 10).
Un gradito ritorno, quello di Latomiarte che ben valorizza le Latomie dei Cappuccini che più spesso dovrebbero diventare scenario di spettacoli e non soltanto per pochi giorni nel corso di ogni estate. Maggiori informazioni sugli spettacoli possono essere reperite sul sito del comune di Siracusa.

Il gradito ritorno di Latomiarteultima modifica: 2010-08-02T08:30:00+02:00da admin
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento