Una mattinata all’insegna dello sport

V-maratona1.jpgE’ bello, quando ogni tanto, la città si “veste” in modo diverso.  Ed è proprio ciò che è successo ieri mattina con lo svolgersi della Siracusa City Marathon, giunta ormai alla sua undicesima edizione.
Anno dopo anno, la manifestazione è divenuta un appuntamento fisso per la città e vede la partecipazione di atleti di rilevanza nazionale ma soprattutto di tantissimi Siracusani più o meno dediti allo sport.
V-maratona2.jpgAnche ieri infatti ai tradizionali 42 Km della maratona si sono affiancati la mezza maratona, la marcia e la stracittadina, quest’anno organizzata insieme alla LILT.
Proprio quest’ultima iniziativa  è il maggior vanto della Siracusa City Marathon. Messo da parte
l’agonismo, i tempi di gara e le prestazioni sportive, tantissimi giovani e meno giovani hanno affrontato un percorso di poco più di 2 Km che, partendo da Piazza Duomo, attraversava il centro storico, percorrendo il lungomare di levante e giungendo all’ingresso dell’isolotto di Ortigia.
Certo, qualche automobilista non informato a dovere ha avuto la sfortuna di trovarsi bloccato nel traffico ma, una volta all’anno, di domenica, un piccolo sacrificio può essere sostenuto da chiunque per vedere la città attraversata da un variopinto e variegato serpentone di corridori professionisti o improvvisati. L’arrivo era fissato davanti al tempio di Apollo dove per tutta la mattinata si sono susseguiti animazione, corsi di fitness in piazza, pasta-party ma anche stand di raccolta fondi per il terremoto di Haiti.
Un plauso anche ai tanti volontari di associazioni come Nuova Acropoli e AVCS che hanno svolto il servizio di assistenza alla maratona assicurando l’incolumità dei partecipanti.
Per la cronaca il primo classificato è stato Emanuele Zenucchi, ma in realtà, almeno ieri mattina, sono stati lo sport ed i principi che trasmette i veri vincitori della giornata.

Foto: Alcuni momenti della Siracusa City Marathon 2010 (Foto: S.Leggio/Sicilystockphoto.com)

Una mattinata all’insegna dello sportultima modifica: 2010-02-22T08:30:00+01:00da admin
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento