L’eterna attesa per il teatro comunale

teatro_comunale.jpgCi risiamo: per l’ennesima volta i media locali hanno trionfalmente annunciato che a breve cominceranno i lavori di restauro per la riapertura del teatro comunale. Probabilmente a Siracusa, sono ormai pochi gli inguaribili ottimisti ancora disposti a concedere il  “beneficio del dubbio” ad una simile affermazione ed è molto più vasto il fronte di quanti sono scettici sulle possibilità di riapertura del teatro, chiuso per restauri dall’ormai lontano 1957.
Eppure, una città come Siracusa, avrebbe tutto il diritto ad un teatro tutto suo. Almeno la pensavano così i nostri concittadini del secolo scorso che entusiasmati dagli spettacoli e dopo una breve esperienza teatrale di palazzo Vermexio decisero di far costruire a Siracusa un teatro comunale stabile.
L’anno era il lontano 1872 e, a onor del vero, già allora i lavori pubblici cittadini registrarono qualche intoppo. Il progettista venne sostituito in corso d’opera e la realizzazione della struttura, in pieno centro storico, alle spalle di piazza Duomo, durò ben venticinque anni. Alla fine, però, nel 1897 i primi attori poterono calcare la scena del teatro comunale di Siracusa e i primi spettatori prendere posto sulle sue poltrone. Le scelte decorative dell’edificio erano riccamente elaborate e prevedevano ad esempio un’aquila, simbolo cittadino, scolpita esternamente ed ancora oggi visibile, un loggiato coperto all’ingresso e, all’interno, affreschi richiamanti le poesie di Teocrito. Insomma, finalmente qualcosa degno del nome della città. La popolazione però potè godere per poco del proprio teatro stabile: giusto una cinquantina d’anni. Nel 1956, infatti, il teatro venne momentaneamente chiuso per alcuni lavori di restauro al tetto e, da allora, non è mai più stato riaperto.
Da allora quest’importante edificio cittadino fa capolino su via Roma in stato di costante abbandono. Dagli anni cinquanta ad oggi si sono succedute innumerevoli fasi di lavori di restauro mai finiti per mancanza di fondi, salvo poi riprendere nuovamente da capo dopo alcuni anni. In compenso, innumerevoli volte la politica cittadina ha annunciato trionfale che “l’anno prossimo il teatro riaprirà i battenti”. Chi segue le vicende cittadine ormai legge con disillusione queste notizie. L’ultima volta che il teatro comunale di Siracusa venne restaurato mancavano soltanto gli arredi ed i lavori interni. Di questi giorni è la nuova notizia: 18 mesi di lavori per consolidare il teatro, dopodichè mancheranno solo gli arredi per restituire la struttura alla città. Come sempre, curiosi e speranzosi, stiamo a guardare.

L’eterna attesa per il teatro comunaleultima modifica: 2010-01-27T08:30:00+01:00da admin
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento