L’anno che verrà

fuoco-artificio.jpgEd eccoci arrivati alla fine del 2009, pronti a spiccare il balzo nel nuovo anno !
Come è stato l’anno che sta terminando per Siracusa ? A mio avviso un anno di transizione: la crisi si è fatta sentire pesantemente in città come in tutta Italia e, le nuove amministrazioni al comune ed alla provincia hanno cominciato a muovere i primi passi per cui è troppo presto per fare un bilancio sul lavoro svolto anche se, fuor di dubbio, nei mesi a venire non poche gravi problematiche (di lunga data) si presenteranno ai governanti cittadini con l’obiettivo di migliorare la qualità della vita a Siracusa.
Già, perchè se c’è una cosa su cui tutti i sondaggi concordano è che la qualità della vita a Siracusa è estremamente bassa, a dispetto delle sue bellezze artistiche e naturali.
Speriamo allora che il 2010 porti la svolta ambientale ed ecologica e che i valori di inquinamento da pm10 calino in città. Purtroppo nel 2009 si sono sfiorati i limiti di guardia per più di 300 giorni: veramente tanti !
Migliorare le condizioni ambientali innescherebbe una bella reazione a catena che porterebbe ad occuparsi anche di altri problemi cittadini quali il traffico, il verde, il trasporto pubblico ecc.
Con lo scadere del nuovo anno è stata finalmente inaugurata l’autostrada Siracusa-Catania, attesa da quarant’anni. Un’opera che può essere un rilancio per l’economia cittadina che ancora non riesce a capire se il suo futuro sarà turistico o industriale.
Insomma, quel che è certo è che i Siracusani dal 2010 si attendono novità e cambiamenti, speriamo in positivo.
Al momento rimangono da godere ancora gli ultimi momenti del vecchio anno che, per quanti lo desiderano, sarà possibile festeggiare in piazza Duomo. La passeggiata in Ortigia, dopo la mezzanotte è un “classico” per molti Siracusani. Per molti anni, purtroppo nessuna animazione ha accompagnato lo scoccare della mezzanotte in città. Quest’anno in piazza vi sarà lo staff dell’emittente radiofonica FM Italia ad allietare i presenti.
La mattina seguente poi, in cattedrale, l’arrivo dell’anno nuovo sarà accompagnato dal Concerto di Capodanno a cura dell’orchestra da camera ucraina e del soprano Yumi Chong. Buon anno a tutti allora e arrivederci al 2010 !

 

Foto: Kropsoq/Wikipedia

L’anno che verràultima modifica: 2009-12-30T08:30:00+01:00da admin
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento