Attendendo il marciapiede e… qualche albero

pedoni1.jpgE’ di questi giorni la notizia che qualcosa si sta fattivamente smuovendo nella sistemazione di alcune tra le principali arterie urbane di Siracusa. Tra queste rientra anche Viale Scala Greca, strada nevralgica di ingresso ed uscita da Siracusa nord ma che ancora oggi risulta ad esempio priva di marciapiedi.
Della realizzazione di questo utilissimo accessorio per i pedoni in realtà si parla da anni senza che mai i lavori vengano cominciati. Le ripetute notizie che ne danno i media cittadini nelle ultime settimane fanno però pensare che questa volta i tempi siano veramente maturi.
Qualcosa per migliorare la viabilità di viale Scala Greca è stato in realtà già realizzato negli ultimi mesi. Parliamo di due rotonde: una subito all’ingresso nord della città, utile per snellire il traffico in entrata e l’altra, ancora provvisoria, quasi all’estremità opposta del viale. Quest’ultima con esultanza di molti automobilisti ha permesso di disattivare un incrocio semaforico anche se, per quanti la percorrono , risulta evidente che necessita ancora di qualche accorgimento geometrico per facilitare la circolazione dei veicoli provenienti da diverse direzioni.
I marciapiedi invece non ci sono mai stati e, quanti devono percorrere un tratto a piedi lungo viale Scala Greca sono da sempre obbligati a fantasiose escursioni scavalcando macchine posteggiate in ogni maniera, saltando muretti di condomini privati e stando attenti al traffico veicolare “a raso”.
La superficie stradale -stando alle notizie- dovrebbe venire ampliata e, pertanto, fortunatamente, non ne dovrebbe risentire l’intenso flusso veicolare che giornalmente percorre l’arteria stradale.
Il modello a cui rifarsi dovrebbe essere quello dei marciapiedi realizzati negli anni passati nell’adiacente viale Teracati e i responsabili dei lavori pubblici fanno sapere che si prevedono scivoli per i disabili ed aiuole.
Su quest’ultime però un appello: è una fortuna che da qualche anno a questa parte rientri nella progettazione dei lavori pubblici anche la tematica del verde cittadino. Ancora però non basta ! Diamo più spazio al verde ed evitiamo per una volta di soffocare delle esili piantine di oleandro in un’ancora più esile strisciolina di terra come avviene in numerose parti della città. Nel costruire diamo i giusti spazi anche alle piante, tenendo in conto che un giorno potrebbero anche crescere e, perchè no, azzardando ogni tanto anche la piantumazione di qualche albero in piena città.

Attendendo il marciapiede e… qualche alberoultima modifica: 2009-12-02T08:30:00+01:00da admin
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento