Acque blu o acque grigie ?

scarico-targia.jpgSiracusa è di certo una città dai mille contrasti, specie se si parla di temi ambientali. Da un lato c’è la Siracusa ecologica: quella dove ha avuto luogo il G8 Ambiente e la città natale dell’attuale ministro dell’ambiente. Dall’altro è soffocata dai fumi del polo petrolchimico e perennemente a rischio a causa delle polveri sottili oltre ad essere agli ultimi posti in tutte le classifiche nazionali in tema di ambiente. Lo stesso contrasto lo si può rilevare in tema di mare. Anche qui, purtroppo, Siracusa è in grado di mostrare i due facce ben distinte: la zona sud con il mare premiato in passato con le bandiere blu o l’area marina protetta del Plemmirio e, poi, la zona nord dove ancora oggi vi sono scarichi fognari che sversano direttamente in mare.
Sembrano storie d’altri tempi, racconti degli abusi ecologici degli anni sessanta, eppure ancora oggi la città vanta uno scarico di acque reflue comunali in totale contrasto con ogni politica ambientale. Si tratta del famigerato scarico fognario di Targia, una tubazione che raccoglie gli effluvi di buona parte della zona nord della città e poi si immette tranquillamente in mare da una grossa tubazione a cielo aperto nei pressi della tonnara di Santa Panagia. Tra residui industriali e inquinamento batteriologico si può ben immaginare quale possa essere la qualità dell’acqua. Il Comune ha più volte invano promesso di allacciare le tubazioni all’impianto di trattamento delle acque sporche ma, ad oggi, lo scarico di Targia continua a sversare in mare. Questa situazione è stata anche denunciata da associazioni ambientaliste quali Natura Sicula e sembra che, sebbene con lentezza, qualcosina sul fronte dei lavori stia cominciando a muoversi sebbene non sarà mai abbastanza in fretta.
Nonostante ciò si mormora in città che vi siano almeno altri due scarichi “poco limpidi” nelle acque cittadine: nei pressi del porto piccolo ed in Ortigia nei pressi del castello Maniace.
Insomma Siracusa non smentisce purtroppo la propria doppia identità, neanche in tema di mare: acque limpide ed azzurrissime a sud della città e grigie ed impraticabili a nord.

Immagine: incredibilmente si incontrano anche dei pescatori allo scarico fognario di Targia (foto tratta dal sito di Natura Sicula)

Acque blu o acque grigie ?ultima modifica: 2009-11-25T08:30:00+01:00da admin
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento