A rischio chiusura l’università a Siracusa

universita.jpgLa notizia è giunta come un fulmine a ciel sereno alcune settimane fa nel mondo universitario siracusano. Dal prossimo anno accademico, l’università di Catania ha deciso di chiudere le sedi distaccate di Siracusa dei corsi di laurea in beni culturali. Dopo mesi di rassicurazioni da parte dei politici locali che le facoltà aretusee non avrebbe rischiato i tagli previsti dalle riforme nazionali, da un giorno all’altro il senato accademico ha deciso di chiudere dei corsi di laurea che da parecchi anni hanno trovato a Siracusa la loro sede ideale, grazie all’ingente patrimonio storico-monumentale della città. Più di mille studenti vedono adesso incerto il loro futuro e si sta cercando di correre ai ripari con riunioni, manifestazioni e iniziative da parte delle autorità locali volte a portare la questione davanti al ministero.
Nulla ancora si sa di certo se non che le prossime settimane saranno cruciali per il futuro universitario siracusano che, comunque, manterrà la facoltà di architettura. Anni di impegni e grandi spese economiche verrebbero invece buttati al vento qualora l’università di Catania non dovesse rivedere la sua posizione. E intanto si ricomincia a sussurrare della possibilità di un ateneo tutto aretuseo, realtà che potrebbe mutare le prospettive di una città dalle molte risorse e dall’antica storia come è Siracusa.

 

Foto tratta da: Wikipedia

A rischio chiusura l’università a Siracusaultima modifica: 2009-06-22T08:30:00+02:00da admin
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento