In Africa il progetto del Caprifoglio Onlus

caprifoglio.jpgL’associazione “Il Caprifoglio Onlus”, con il contributo importante della sede di Siracusa, sostiene il progetto HKH ( Help Kabale Hospital) ed i bambini che sono ricoverati nel reparto pediatrico dell’ospedale pubblico di Kabale in Uganda, ai quali l’associazione, fin da febbraio 2011, fornisce gli alimenti. E’ possibile vedere l’insieme di questo progetto al link http://www.ilcaprifoglionlus.org/pagina.asp?id=59 .

Mauro Tripodi, presidente dell’associazione spiega che il “Caprifoglio Onlus” organizza dei viaggi per far visitare ad amici, sostenitori, e volontari il luogo dove opera. “Per noi la trasparenza é principio fondamentale, quindi ci piace far vedere a tutti coloro che ci aiutano dove stiamo investendo i fondi che raccogliamo. Nei prossimi viaggi, i partecipanti avranno modo di far visita anche ai bambini della Scuola Primaria Bwama ai quali abbiamo fornito alimenti per 18 mesi, ed ora stiamo avviando un progetto di coltivazione di ortaggi per sopperire al bisogno di cibo, inoltre si avrà modo di visitare la comunità di Katoma dove stiamo avviando dei progetti di micro credito. Praticamente chi viene con noi tocca con mano la vera condizione di vita dei villaggi rurali, si potranno vedere le vere condizioni di vita di quelle popolazioni. Tutti i partecipanti saranno alloggiati presso la nostra sede operativa in Kabale e dovranno partecipare alla vita quotidiana dell’associazione. Insomma faranno un viaggio indimenticabile ricco di emozioni, che difficilmente potrebbero vivere da turisti. Scopriranno, al loro ritorno, cosa vuol dire mal d’Africa”.

Per ulteriori informazioni ed adesioni a questa meritoria iniziativa visitate il sito ufficiale www.ilcaprifoglionlus.org  o rivolgersi alle coordinatrici di AICO Sicilia, Rosanna Caruso e Laila Pace,  all’indirizzo rosylayla@gmail.com o al 3476962945.

(Foto:  www.ilcaprifoglionlus.org)

 

 

Quale pulizia e decoro urbano a Siracusa?

pulizia apollo.jpg“Siracusa. Per chi passeggia sul lungomare o in qualsiasi altra zona della città lo spettacolo è sempre lo stesso. Sul bordo della strada, sulla carreggiata, nelle piazze, dovunque, si vedono bottiglie di plastica abbandonate a terra, carta e immondizia”. Così comincia l’articolo di “Laltracittà” n.45 (novembre-dicembre 2012), mensile di cultura e società della città di Siracusa, che si chiede come sia possibile che una grande città come il capoluogo aretuseo, così ricca di storia e tradizioni, possa essere così diversa da una grande metropoli europea in ciò che concerne la pulizia e il decoro urbano. Rifiuti ed escrementi di tutti i tipi assediano i nostri marciapiedi e ben pochi hanno l’intelligenza che deriva (o dovrebbe derivare) dall’educazione civica e comportarsi nel modo giusto. Come si evince anche da questa analisi, non si tratta di doversi sostituire all’opera, più o meno carente, dal servizio pubblico di rimozione dei rifiuti, ma semplicemente di evitare di sporcare oltre il limite fisiologico di una grande concentrazione di persone e cose. A Siracusa, come in altri centri urbani, moltissime associazioni di volontariato si occupano o si sono occupati a titolo gratuito della pulizia di luoghi pubblici e monumenti (Tempio di Apollo, Ginnasio Romano, Parco Archeologico etc.), sarebbe confortante e auspicabile che tale spirito civico germogli anche nelle singole coscienze.

Volontariato e cultura nel weekend siracusano

 convegnofamiglia.jpg“La rete del Volontariato e la nostra famiglia” è il titolo-slogan dell’evento organizzato dall’Assessorato alla Famiglia e alle Politiche Sociali e dal Centro Servizio Volontariato Etneo (che raggruppa le associazioni che si occupano di volontariato), venerdì 23 novembre dalle 16 alle 19.30 presso il Grand Hotel Villa Politi di Siracusa, con la partecipazione del sindaco e del presidente della Provincia Regionale. Il convegno prevede l’esposizione di temi quali: “Legami familiari e comunitari: il volontariato come risorsa educativa e relazionale” con intervento del sociologo Orazio Maria Valastro; “Famiglia e fisco” con l’assessore comunale alla Famiglia e Politiche sociali Salvo Sorbello; il tema della crisi del lavoro e della sua influenza nei rapporti familiari a cura di Elisabetta Larniari; infine il presidente dell’Enaip di Siracusa Marco Rametta, illustrerà il servizi alla famiglia nel territorio e la presidente dell’associazione “Diversamente Uguali” Lisa Rubino parlerà di famiglia e disabilità.    

Per il terzo appuntamento con il ciclo di iniziative “Siracuriosando” con l’ Associazione Mary Astell, domenica 25 novembre alle ore 9.30 una visita guidata alle Catacombe di Vigna Cassia farà scoprire le bellezze che la nostra Siracusa nasconde nelle sue profondità.  L’area funeraria della Vigna Cassia è costituita da un cimitero di comunità e da cinque ipogei di diritto privato, ascrivibili cronologicamente ai secoli III, IV e V. La catacomba vera e propria si articola in tre regioni – S. Maria di Gesù, Maggiore o di San Diego, Marcia – di cui le prime due nascono già nell’ambito del III secolo, l’ultima invece soltanto nel IV.       Il ricavato verrà devoluto per sostenere le attività benefiche dell’associazione stessa. Per informazioni e costi contattare il 3299736764 oppure 3487394361.

“Festival della Filosofia” ed altri eventi

manifesto GMF jpg.jpgAnche quest’anno l’associazione culturale “Nuova Acropoli” propone a Siracusa (ma anche nelle varie sedi sul territorio italiano), sotto l’alto patrocinio dell’UNESCO, il “FESTIVAL DELLA FILOSOFIA” in occasione della “Giornata Mondiale della Filosofia indetta nel mese di novembre dallo stesso organismo internazionale. L’iniziativa culturale si svolgerà presso l’Antico Mercato di Ortigia di via Trento, sabato 17 novembre dalle ore 10.30 alle ore 12.30 e dalle 18 alle 22 e domenica 18 novembre dalle ore 18 alle ore 22.  Il tema portante di questa nuova edizione è riassunto nello slogan “ON-OFF  generazioni a contatto”. Lo scopo dell’attività è quello di concepire l’ invecchiamento come una delle tappe naturali della vita e quindi degna di “ascolto” e validità. Durante le due giornate saranno allestiti stand che ripercorreranno i principali periodi della vita dell’uomo e verranno installati laboratori didattici per bambini, per l’invito alla lettura e di arti e mestieri (questi ultimi in collaborazione con l’associazione “Artigianando”); ci si potrà cimentare in uno o in più laboratori e provare la pratica dell’uncinetto iperbolico, il cucito di base, l’arte del riciclaggio, la creazione di gioielli e altro ancora. Contemporaneamente verrà allestita una mostra filosofica ad indizi dal titolo “Cogito,ergo sum”. La partecipazione all’iniziativa è gratuita.

Altri eventi:

sabato 17 novembre, ore 17.30, presso il Santuario Madonna delle Lacrime, il convegno dal titolo “La famiglia”, relatori il prof. Antonio Bellingreri dell’Università degli studi di Palermo e padre Antonio M. Sicari teologo e fondatore del Movimento Ecclesiale Carmelitano;

domenica 18 novembre, ore 10.30, Riviera Dionisio il Grande 82, cerimonia di dedicazione alla famiglia Vittorini di una targa e presentazione del libro “Siracusa nel cuore – I Vittorini” di Corrado Cartia, editore Emanuele Romeo;

domenica 18 novembre, ore 18, presso l’Istituto musicale “G. Privitera” di viale Regina Margherita 19, il concerto del duo chitarristico di Siracusa composto da Roberto Salerno e Marcello Cappellani, a cura dell’associazione A.Gi.Mus.  

 

 

Arte, solidarietà ed ecologia nel weekend siracusano

nuovi_confini.jpgInaugurata il 10 ottobre, presso la Galleria d’Arte Contemporanea di via Montevergini in Ortigia, la mostra d’arte grafica “Nuovi Confini”, collettiva di artisti di varie nazionalità in cui “sedici docenti e più di cento studenti si trovano accostati in questa impegnativa e avvincente mostra che apre nuovi orizzonti di crescita per un’arte che ha ancora molte cose da dire”. Fino al 28 ottobre;

dal 2 al 16 ottobre presso Galleria Roma in piazza S. Giuseppe, “Arteinsieme” mostra espositiva di Elia Guardo e Salvatore Accolla;

Da venerdì 12 ottobre, presso ex convento del ritiro di via Mirabella, dalle ore 10 alle 13 e dalle 16 alle 20, mostra espositiva dell’artista Gino Cilio dal titolo “Arte.com, dall’A-Zero al digitale”;   

sabato 13 ottobre, alle ore 18.30 inaugurazione della mostra “Impersonale” dell’artista siracusano Piero Roccasalvo “Rub”, opere su tela dipinte ad olio, dalle 10 alle 13 e dalle 17 alle 20 fino al 31 ottobre;

Sabato  e domenica in alcune piazze della città (piazza S.Giovanni, largo XXV Luglio, santuario Madonna delle Lacrime, C.C. Auchan e C.C. I Papiri) manifestazione nazionale “Una Mela per la Vita”, raccolta fondi a favore dell’AISM (Associazione Italiana Sclerosi Multipla);

domenica 14 ottobre, dalle ore 9.30, presso saline di Priolo, per il ciclo “Siracuriosando!” a cura dell’associazione culturale “Mary Astell”, visita guidata all’interno della riserva per ammirare (si spera) i fenicotteri che popolano l’oasi.

 

“Mary Astell”, nuova associazione

mary astell.jpgNasce a Siracusa (è non può che essere una nota positiva, di questi tempi) una nuova associazione culturale  e sociale con l’intento di unire in un’epoca foriera di divisioni e crisi di valori. Mary Astell  è un’associazione non a scopo di lucro che nasce con le donne, ma non è rivolta solo a loro. Lo scopo di tale associazione è quello di operare nella comunità al fine di far del bene soprattutto a chi è meno fortunato di noi. Dando il proprio contributo sia a livello sociale che culturale, finalizzando ogni singola iniziativa alla solidarietà. Mary Astell  è aperta a tutti coloro che vogliano spendersi per la propria comunità”. Le attività dell’associazione sono già molteplici:  “coloriamo la pasqua” con circa 50 bambini che hanno colorato delle uova e cui il ricavato è andato in beneficenza al Progetto Filippide (associazione che si occupa di bambini autistici); presentazione del libro “Conduci la tua vita” di Roberto Rasia dal Polo; club del libro (pomeriggio con i bambini all’insegna della lettura di favole siciliane); Siracuriosando dal tempio di Apollo alla scoperta di Ortigia; primo concorso fotografico in occasione della giornata mondiale del Mare e il 2 ottobre alle 17.30 presso la sala Costanza Bruno della provincia vi sarà la premiazione e la mostra delle foto raccolte, il ricavato delle quote partecipative andrà in beneficenza al consorzio Plemmyrion, per rititolare con le targhe le strade del Plemmirio, e scout Siracusa. Altre info su blog.maryastellonlus.blogspot.it o presso la sede in via Costanza Bruno 31, tel.   3487394361.

 

Soccorso costiero “Operazione Nettuno”

nettuno.jpgDa domenica 12 agosto e fino a domenica 19 agosto, l’associazione culturale e di volontariato Nuova Acropoli organizza la XXV edizione dell’”Operazione Nettuno”, un servizio soccorso costiero h 24 con allestimento campo base, in collaborazione con la Capitaneria di Porto ed in supporto agli altri Enti istituzionali. Il servizio prevede l’installazione presso lo spiazzale antistante la località balneare nota come “Costa del Sole” di un campo scuola e la predisposizione di una serie di servizi di salvaguardia delle persone e della natura: verranno effettuati turni giornalieri (24 ore su 24) di primo soccorso, soccorso in mare, attività antincendio in collaborazione con il Dipartimento di Protezione Civile e Vigili del Fuoco, operazioni di pulizie ecologiche in mare ed in spiaggia, nell’area che va da Punta Milocca fino all’Arenella.

I volontari (oltre 100) opereranno con l’ausilio di mezzi di soccorso (ambulanza, canoe, gommone), antincendio e logistici per intervenire laddove occorrerà così come per l’edizione 2011 che ha visto 13 giorni totali di servizio, 10.430 ore di volontariato, 38 interventi di primo soccorso, 20 interventi di antincendio boschivo, 3 interventi per recupero e traino natanti e bagnanti, 6 interventi di ecologia nonché 8 segnalazioni di infrazioni di ordinanza balneare.

 

“Epipoli 2012”: le foto della simulazione di Protezione Civile

Immag0324.jpgOre 00.42: disastro ferroviario presso galleria della rete ferroviaria nel tratto di contrada Targia, fra il cavalcavia di via Stentinello e concessionaria Toyota. E’ la simulazione-esercitazione di Protezione Civile denominata “Epipoli 2012”, che ha visto impegnati, nella notte tra l’8 ed il 9 giugno, gli uomini dei corpi della Polizia, Carabinieri, Vigili del Fuoco, 118, RFI e volontari delle associazioni di Protezione Civile coordinati dal Dipartimento regionale di Protezione Civile. Simulate le operazioni di soccorso e salvataggio di persone coinvolte in un deragliamento ferroviario con codici bianco, giallo e rosso, l’allestimento di un campo polifunzionale e del Posto Medico Avanzato (PMA) di primo soccorso.

 

Il reportage fotografico:

Immag0323.jpgImmag0327.jpg

 

 

 

 

 

Immag0328.jpgImmag0330.jpg

 

 

 

 

 

 

Immag0331.jpg 

Esercitazione di Protezione Civile “Tendopoli 2012”

na1.jpgPer l’undicesima edizione dell’annuale esercitazione di Protezione Civile, l’associazione di cultura e volontariato Nuova Acropoli ha organizzato un campo di esercitazione e addestramento per veterani e nuovi corsisti, nella città di Siracusa e precisamente nel piazzale antistante la Capitaneria di Porto in piazzale IV Novembre.

 

NA2.jpg“Tendopoli 2012”, realizzata grazie alla collaborazione della stesso Comando della Guardia Costiera di Siracusa, la Prefettura e le altre forze dell’ordine della città, ha visto realizzarsi un vero e proprio campo base con tutte le funzionalità che sarebbero predisposte in caso di calamità naturale: nel pomeriggio di sabato 5 maggio, i volontari di Nuova Acropoli delle filiali di Siracusa, Augusta, Avola, Catania e Floridia, e delle associazioni di A.V.S.A., R.O.S.S., Dipendenti Ministeo dell’Interno, hanno provveduto a montare in tempo record le tende abitative, mensa, cucina e la sala operativa in modulo roulotte e nella stessa serata e nella notte di sabato, presso il piazzale antistante il parcheggio “Talete”, sono state effettuate esercitazioni di antincendio, salvataggio in ambienti contaminati da gas e fumi, ricerca, soccorso e trasporto feriti, con ausilio di tecniche di salvataggio e intervento delle squadre tecniche con imbrachi e corde, con l’ausilio dei mezzi antincendio, fuoristrada e ambulanze. Le esercitazioni sono state organizzate a sorpresa e in orari diversi per testare la risposta e la professionalità delle tecniche e dei tempi di reazione.

na3.jpgIl campo autosufficiente è stato poi aperto al pubblico nella giornata di domenica 6 maggio e alle visite degli assessori provinciali e comunali, dei dirigenti del Dipartimento Comunale della Protezione Civile, i quali hanno messo ancora una volta in risalto, se ce ne fosse bisogno, l’alto valore etico della pratica del volontariato ed espresso le più vive felicitazioni a coloro che hanno completato in questa maniera esaltante il percorso formativo nel settore della solidarietà e della salvaguardia del bene comune.

 

“Capitale europea della cultura” e nuovi progetti autodromo

circuito.jpgMentre la stampa locale, nella settimana pre-pasquale, informava i lettori su alcune novità abbastanza impreviste (sembra verrà finalmente avviato il piano di lavori per il completamento dell’autostrada Siracusa-Gela con finanziamento UE, sembra, di quasi 200 milioni di euro) e notifiche di retromarce, invece abbastanza consuete, sui solarium in previsione della stagione estiva (in particolare per il Forte Vigliena pare che l’assessorato non abbia più i fondi necessari per l’installazione e che la competenza sia passata alla Regione, misteri della burocrazia), caritas.jpgla Caritas di Siracusa ha reso noto che, purtroppo, il numero delle persone che in città si rivolgono all’istituzione caritatevole e di assistenza per il sostentamento alimentare quotidiano è quasi triplicato e ogni giorno tantissimi affollano la mensa del Centro di accoglienza “San Martino di Tours”, in cui l’omonima comunità di volontari (più di ottanta) si adopera instancabilmente per la preparazione e la distribuzione dei pasti.

L’amministrazione comunale ha presentato il progetto “Siracusa e il Sudest siciliano”, ovvero la candidatura a Capitale Europea della cultura 2019, in collaborazione con gli amministratori delle città del Val di Noto che fanno parte dell’omonimo Distretto. Fra le altre candidate ci sono, per ora, anche le città di Palermo e Venezia, che concorreranno alla scelta finale del 2015 e si vedrà nei prossimi mesi quale potranno essere le possibilità e le progettualità di un’impresa tanto ambiziosa.

Sulle belle pagine del sito www.autodromosiracusa.com, viene illustrata la “biografia” dello storico autodromo di Siracusa, dove si ricorda come dal 1951 al 1967 il mondiale di F1 fu protagonista nella nostra città tanto che si  videro allineati sulla linea di partenza piloti come Ascari, Villoresi, Farina, Fangio, Musso, Von Trips, Siffert e gli inglesi Brooks, Collins, Moss, Surtees, Parkes, Clark ecc.” Su questo tema, recentemente, la società che gestisce l’Autodromo Internazionale di Siracusa, con il patrocinio della Provincia Regionale di Siracusa e il Comune di Siracusa, ha ospitato in città il Comitato Direttivo dell’UEM (Unione Europea di Motociclismo) che ha anche visionato in loco e preso atto dei nuovi progetti per la fruizione futura del sito per il quale la società A.I.S. ha l’incarico di completare i lavori di riqualificazione e ammodernamento per la fine dell’anno, da cui poi si spera possano essere avviate le procedure per le competizioni internazionali. Come si evince dallo stesso sito, la struttura prevederà: 14 box divisibili dotati di servizi igienici; uffici Direzione Autodromo; uffici Direzione Corse; Race Control; centro medico; Media Center e sala conferenze; sala Briefing Piloti; sala Briefing Commissari; sala Cronometristi; postazione Commentatori radio/TV; podio Premiazioni; Area Ospitalità con ampio terrazzo coperto, area ristorazione, hall area vip con terrazze indipendenti.

Non resta, allora, che aspettare la bandiera a scacchi…