Discariche cittadine, ecologismo e nuove oppurtunità occupazionali

ecological.jpgCentinaia di discariche abusive in tutta Italia, in tutte le regioni italiane che costa un’ammenda di 56 milioni di euro inflitta da parte dell’UE al nostro governo. Non solo rifiuti organici e/o alimentari ma anche e soprattutto elettrodomestici, materiale elettrico, edilizio e sanitario che troppo spesso si vedono scaricati ovunque anche entro i confini urbani delle città. Anche Siracusa, ovviamente, come tutte le medie/grandi città soffre di questa piaga che deriva dall’ignoranza e dal menefreghismo dei cittadini. Nonostante a Siracusa esista un centro raccolta e smaltimento rifiuti gestito dall’IGM (totalmente gratuito)  poco fuori città, ben pochi sono coloro che hanno la responsabilità civica di farne ricorso e moltissimi, invece, coloro che rinunciano per pigrizia o una falsa concezione di risparmio economico. Da questo punto di vista, potrebbe essere utile il lavoro di una nuova impresa commerciale che unisce spirito ecologico ad una nuova possibilità di lavoro: “Ecological Transport” di Siracusa si occupa di raccolta differenziata a domicilio gratuita (a parte alcuni elettrodomestici con un piccolo sovraprezzo) di vari oggetti fra cui: aspirapolveri, lavatrici, forni, climatizzatori, televisori, attrezzature di vario tipo, materiali elettrici e altro ancora. Materiali che vengono poi dismessi, smantellati, riciclati e riutilizzati per altri scopi. Chissà che magari possa essere un aiuto in più per circoscrivere questo malcostume fin troppo diffuso e produrre più occupazione…       

Nuovo porto turistico e nuovi interrogativi

porto turistico.jpgUn viaggio di sola andata (per ora) di oltre 400.000 euro (sembra). Di che viaggio parliamo? Del trasferimento dei famigerati “cassoni della marina”, come sono ormai universalmente noti per tutti i siracusani doc, ovvero quelle strutture cuboidali in cemento armato che per anni hanno obbrobriato la vista di cittadini e turisti di fronte al passeggio sul lungomare più famoso di Siracusa. La vicenda è nota e riguarda la presunta irregolarità nella costruzione dei fabbricati che dovevano essere posati nella costa prospiciente il porto grande e che erano propedeutici alla realizzazione (per ora solo una chimera) del, per l’appunto, nuovo porto turistico aretuseo, irregolarità poi smentita dai fatti e dalla perizia a cui sono stati sottoposti, da cui la beffa oltre al danno, come si suol dire, di dover nuovamente spostare e reinstallare, con le relative spese e della probabile pratica di risarcimento danni della ditta appaltatrice. Argomento di nuovo sulla “cresta dell’onda” (scusate il gioco di parole) per la ventilata ipotesi del rientro di questi mostri di calcestruzzo, al fine di riprendere i lavori dell’opera,  e per le inchieste giornalistiche sull’argomento. In particolare sul periodico “La nuova ecologia” un articolo di Carmelo Maiorca pone la questione della convenienza di queste grandi opere stante il calo drammatico (per via delle nuove tasse di stazionamento) delle richieste di posti di ormeggio del 50% (33% in Sicilia) ovvero dai 30 ai 90 mila in meno.  A Siracusa, con i progetti Acqua Marcia (marina) e Spero (Ciane), si intendono realizzare approdi avveniristici, centri per conferenze e servizi, attrazioni turistiche e perfino isole artificiali, associazioni ambientaliste permettendo ovviamente. Ma senza il ritorno economico, ci si chiede adesso, a che pro?  

(immagine: portidisicilia.com)

 

Siracusa nel progetto “Smarter Cities” IBM

smarterCityChallenge.jpgAnche Siracusa nel progetto “Smarter Cities Challenge” del colosso dell’industria elettronica e informatica IBM che coinvolge 100 città in tutto il mondo, selezionate al fine di promuovere un coerente e articolato sviluppo cittadino. Dopo i sopralluoghi in città nei mesi scorsi, i tecnici dell’azienda hanno stilato un report, diffuso alla stampa, in cui segnalano “pregi e difetti”, per così dire, del nostro territorio e precisamente: l’eredità storica ed il patrimonio culturale ed architettonico, l’alto valore dei progettisti e urbanisti, “un ampio portafoglio di progetti” e la produzione agricola di grande eccellenza (aspetti positivi) ma anche, purtroppo, scarso coordinamento fra le istituzioni e con i cittadini, la carenza del piano di mobilità cittadino, uno sviluppo armonico deficitario e la mancata incentivazione della responsabilizzazione dei cittadini, ed infine, la carenza delle infrastrutture e dello sviluppo industriale (aspetti negativi). Per far fronte a queste carenze e sviluppare e accrescere quelli positivi, il rapporto conclusivo evidenzia le sei raccomandazioni principali all’attenzione degli amministratori ovvero:  “il contributo di tutti” (collaborazione), “governare attraverso i dati “ (centralizzazione), “proteggere il patrimonio e gli investimenti”  (ambiente), “conoscere i propri clienti” (turismo), “vivere Siracusa” (qualità della vita), “costruire insieme” (industria).

 

“Diventa reporter della tua città”

siracusa_logo.jpgSi chiama “Diventa reporter della tua città” la nuova iniziativa del sito di news siracusane “Siracusa news” che già da diversi anni propone ai lettori gli interventi di cittadini che vogliono esprimersi o comunicare attraverso video, immagini e testi di fatti e problematiche della città e della provincia di Siracusa. Con la nuova applicazione, scaricabile gratuitamente per IPhone e IPad, è possibile, tramite il proprio telefonino, trasmettere video e foto che sarà poi cura della testa all news inserire nel proprio palinsesto.

Tra le ultime già arrivate e pubblicate spiccano le segnalazioni sullo stato del territorio con particolare attenzione a discariche (località balneari), zone metropolitane abbandonate e infestate da vegetazione e fauna (fra cui via Monte Renna e via Calatabiano), le strutture non funzionanti (le macchine per i ticket del parcheggio Talete).

Che il comune cittadino possa intervenire ed essere protagonista nella vigilanza e nella denuncia dei dissesti e dell’incuria non può che essere un bene, la speranza è che chi è preposto alla soluzione dei problemi dia finalmente le risposte e le giuste soluzioni…

 

Il nuovo museo Arkimedeion

Archimede-Planetario.jpgPer coloro che visitano o visiteranno la nostra città, per i siracusani che ancora non lo avessero visitato o per coloro che non ne erano a conoscenza, nell’omonima piazza Archimede a Palazzo Pupillo (sito internet www.arkimedeion.it), il museo Arkimedeion, inaugurato nel dicembre scorso, raccoglie al suo interno tutto lo scibile e l’opera intellettuale e tecnologica del famoso genio aretuseo: il meccanismo di Antikythera realizzato nell’87 a.C., un meccanismo per il calcolo delle fasi lunari e degli altri corpi celesti, in pratica il più antico calcolatore analogico della storia, una tecnologia che verrà “riscoperta” solo nel 1841(!);  la ruota di Olbia con un profilo matematico delle ruote dentate che anticipa di venti (20) secoli le costruzioni dell’epoca moderna; il codice segreto di Archimede che contiene anche la descrizione della scoperta del valore del π (il rapporto fra raggio e circonferenza del cerchio).

pi greco arkimedeion.jpgLa mostra, ospitata sempre negli stessi locali, prevede l’esposizione delle invenzioni archimedee: solidi, microscopi, planetari, leve, macchine da guerra, calcoli e teoremi geometrici. Aperto tutti i giorni dalle 9.30 alle 19.30 (ingresso euro 6), con un appuntamento speciale mercoledì 11 aprile alle ore 18: serata di gala “Consultando Archimede”, per promuovere le attività della Consulta Provinciale degli Studenti con visita al museo a cura dei professori delle scuole di Siracusa.

Il messaggio di Archimede nella modernità

archimede2.jpg«Noli, obsecro, istum disturbare», così avrebbe detto a chi lo importunava durante il suo lavoro quotidiano fatto di invenzioni e scoperte. Mal gliene incolse (dato che le antiche cronache narrano che tale risposta ne causò la morte) ma Archimede, genio di Siracusa e dell’umanità tutta, ispira ancora oggi lo studio di milioni di esperti o anche solo la curiosità intellettuale dei profani.

La figura e l’opera dell’illustre e famosissimo scienziato siracusano è al centro della mostra e del ciclo di conferenze dal titolo “Il Messaggio di Archimede, 1st International Meeting University Festival of Art, Science and Tecnology”, in corso di svolgimento (e fino al 5 ottobre, ad ingresso gratuito) a Palazzo Impellizzeri, in via Maestranza 17, organizzato dal Consorzio Universitario Archimede e la Facoltà di Architettura di Siracusa, che hanno inoltre promosso un concorso universitario dal titolo omonimo (vinto da una studentessa dell’Università di New York e premiata con un soggiorno di studio nella nostra città).archimede1.jpg

La mostra è stata inaugurata il 26 settembre scorso ed è stata interamente realizzata dagli studenti partecipanti al concorso che hanno realizzato perfetti esempi, in scala ridotta e con l’utilizzo dei materiali coevi, di alcune delle più celebri invenzioni archimedee: gli specchi ustori, la ballista, lo stomachion, leve e congegni idraulici di vario tipo, catapulte ed altre macchine belliche.

Nel convegno di giovedì 29 settembre la Dott.ssa Elena Flavia Castagnino Berlinghieri della Soprintendenza BB.CC.AA. di Siracusa, alla presenza di studenti e docenti italiani e statunitensi, ha relazionato sul tema “Arte, tecnologia, scienza e progetto nella politica di età ellenistica: Archimede ed il Mediterraneo”, descrivendo l’opera del grande matematico nel contesto della civiltà del III° secolo a.c., della sua attinenza con il regno di Ierone II e mostrando, fra l’altro, una proiezione degli ipotetici progetti della “Siracusia”, la più imponente nave dell’antichità, progettata da Archimede.

tonnara.jpgPrima della convention è stata inoltre proiettata la simulazione grafica del progetto, redatto dagli studenti, per la riqualificazione ambientale e paesaggistica della zona della tonnara di Siracusa (foto a lato), attualmente in stato di abbandono.

Il Meeting internazionale proseguirà nei prossimi giorni con due importanti conferenze:  venerdì 30 settembre, ore 10.00,  “Venere a Siracusa” del prof. Carlo Truppi, preside della Facoltà di Architettura di Siracusa; mercoledì 5 ottobre, ore 10.00, “Pensiero e Arte intorno ad Archimede” del prof. Carmelo Strano della Facoltà di Architettura di Siracusa.

 

Siracusa in…video

aretusa.jpgLe immagini di Siracusa sul web. Se decidete per curiosità o per una qualche ricerca di digitare il nome della nostra città sui più popolari motori di ricerca video del mondo, avrete non poche sorprese e qualche conferma: al primo posto troverete un video che pubblicizza la vendita di una … Ferrari (?) 458 Italia modificata in tuning style e denominata proprio “Siracusa”, al secondo e al quarto posto un video che mostra le bellezze della città dichiarata patrimonio dell’Umanità dall’Unesco, al terzo un inevitabile (purtroppo) video su fatti di cronaca mafiosa.

Ma ci sono anche video quanto meno pittoreschi e davvero inaspettati: il video “gaywatch siracusa” è una parodia non esattamente esaltante del famoso serial americano ma ambientato sulle coste aretusee (forse), mentre “Benvenuti nella città del cemento”, titolo un tantino esagerato, mostra gli scempi della certificazione degli ultimi anni ed ancora tristemente attuali. C’è poi l’immancabile video sul capodanno in piazza (2010… chissà perché non 2011, misteri del web!), quello degli altrettanto immancabili ultras del Siracusa Calcio, quello della banda siracusana per i festeggiamenti di S. Lucia, del festival del tango, dei cori pro referendum al teatro greco e dulcis in fundo, uno davvero bello sulle grotte marine (quanti le conoscono?) di Siracusa (http://www.youtube.com/watch?v=udGgh3UtPDE).   

Insomma un po’ di tutto e … chissà magari fra qualche mese, per una nuova ricerca, la classifica dei più visti mostrerà qualche altra sorpresa…

TG Web e PEC a disposizione dei cittadini

Dalla scorsa settimana dal sito del comune di Siracusa sono attivi due nuovi servizi informatici per i cittadini. Il primo è legato all’avvio su scala nazionale della PEC, la posta elettronica certificata che renderà legali anche le comunicazioni via e-mail , allo stesso modo delle raccomandate tradizionali, dando modo di risparmiare su costi di spedizione per le amministrazioni e su file agli sportelli per gli utenti. Il comune di Siracusa, come previsto dalla nuova normativa, ha attivato delle caselle di posta elettronica di contatto per i suoi vari settori amministrativi.
cavi.jpgSull’apposita pagina del sito del comune è disponibile l’elenco dei vari funzionari del comune, divisi per settore con il relativo indirizzo e-mail certificato tramite il quale è possibile comunicare con loro. Sono inoltre disponibili informazioni generali sulla PEC, su come sia possibile fare richiesta di una casella e-mail personale e gratuita e su quali servizi saranno attivati in un prossimo futuro.
L’altra novità riguarda invece l’ufficio stampa del comune che ha attivato il TG Web del comune di Siracusa. Su un sito appositamente prediposto è possibile visualizzare in streaming un notiziario online curato dall’ufficio stampa che comunica ai cittadini le ultime novità e le notizie importanti riguardanti l’attività del comune. Oltre all’edizione corrente, sul sito rimarranno a disposizione anche gli archivi con i TG d’archivio. Tutti al computer, allora, per provare in prima persona, i nuovi servizi informatici a nostra disposizione !