Da Ortigia il via al “Maremonti” edizione 2012

rally_manifesto.jpgCon partenza-esibizione dal Ponte Umbertino di Ortigia alle ore 21.30 (concentrazione e verifiche pre gara alle ore 20) di sabato 2 giugno andrà in scena a Siracusa e Provincia l’ottava edizione del Rally Sirakusay “Maremonti”, valido anche come terzo “Trofeo Citta di Noto” e per il campionato siciliano di Rally, con un percorso che prevede la partenza vera e propria da Belvedere alle ore 8 di domenica 3 giugno, le prove speciali presso le località Case Cugni, Monte Renna e Castelluccio (per un totale di 75,30 km. e con arrivo a Rosolini (per un totale di 363,66 km.) prevedibilmente alle ore 19. Organizzazione “A.S.D. Imbrò Sport Racing” (www.imbrosportaracing.com).  

 

 

 

“Capitale europea della cultura” e nuovi progetti autodromo

circuito.jpgMentre la stampa locale, nella settimana pre-pasquale, informava i lettori su alcune novità abbastanza impreviste (sembra verrà finalmente avviato il piano di lavori per il completamento dell’autostrada Siracusa-Gela con finanziamento UE, sembra, di quasi 200 milioni di euro) e notifiche di retromarce, invece abbastanza consuete, sui solarium in previsione della stagione estiva (in particolare per il Forte Vigliena pare che l’assessorato non abbia più i fondi necessari per l’installazione e che la competenza sia passata alla Regione, misteri della burocrazia), caritas.jpgla Caritas di Siracusa ha reso noto che, purtroppo, il numero delle persone che in città si rivolgono all’istituzione caritatevole e di assistenza per il sostentamento alimentare quotidiano è quasi triplicato e ogni giorno tantissimi affollano la mensa del Centro di accoglienza “San Martino di Tours”, in cui l’omonima comunità di volontari (più di ottanta) si adopera instancabilmente per la preparazione e la distribuzione dei pasti.

L’amministrazione comunale ha presentato il progetto “Siracusa e il Sudest siciliano”, ovvero la candidatura a Capitale Europea della cultura 2019, in collaborazione con gli amministratori delle città del Val di Noto che fanno parte dell’omonimo Distretto. Fra le altre candidate ci sono, per ora, anche le città di Palermo e Venezia, che concorreranno alla scelta finale del 2015 e si vedrà nei prossimi mesi quale potranno essere le possibilità e le progettualità di un’impresa tanto ambiziosa.

Sulle belle pagine del sito www.autodromosiracusa.com, viene illustrata la “biografia” dello storico autodromo di Siracusa, dove si ricorda come dal 1951 al 1967 il mondiale di F1 fu protagonista nella nostra città tanto che si  videro allineati sulla linea di partenza piloti come Ascari, Villoresi, Farina, Fangio, Musso, Von Trips, Siffert e gli inglesi Brooks, Collins, Moss, Surtees, Parkes, Clark ecc.” Su questo tema, recentemente, la società che gestisce l’Autodromo Internazionale di Siracusa, con il patrocinio della Provincia Regionale di Siracusa e il Comune di Siracusa, ha ospitato in città il Comitato Direttivo dell’UEM (Unione Europea di Motociclismo) che ha anche visionato in loco e preso atto dei nuovi progetti per la fruizione futura del sito per il quale la società A.I.S. ha l’incarico di completare i lavori di riqualificazione e ammodernamento per la fine dell’anno, da cui poi si spera possano essere avviate le procedure per le competizioni internazionali. Come si evince dallo stesso sito, la struttura prevederà: 14 box divisibili dotati di servizi igienici; uffici Direzione Autodromo; uffici Direzione Corse; Race Control; centro medico; Media Center e sala conferenze; sala Briefing Piloti; sala Briefing Commissari; sala Cronometristi; postazione Commentatori radio/TV; podio Premiazioni; Area Ospitalità con ampio terrazzo coperto, area ristorazione, hall area vip con terrazze indipendenti.

Non resta, allora, che aspettare la bandiera a scacchi…