Le foto della seconda guerra mondiale a Siracusa

 

invito-bovi-2013.jpgPresentato domenica 17 febbraio, presso l’Hotel del Santuario, a Siracusa, il secondo ed importante volume di Lorenzo Bovi che indaga attraverso foto inedite la Storia e gli eventi della seconda guerra mondiale in Sicilia e Siracusa. “Sicilia. WW2. 1940/1943 Foto inedite sulla guerra in Sicilia”, Morrone Editore, che segue il primo volume edito l’anno scorso. Sull’argomento si possono consultare i libri del catalogo Morrone (“Airport Pachino”,  “Un aliante a capo Murro di Porco” ad esempio) nonché il bellissimo video sullo sbarco del 10 luglio 1943 alla penisola Maddalena girato sui luoghi degli eventi bellici.

“Ritorno a Siracusa” di Ivan Graziani

ortigiadallalto.jpgForse non tutti sanno che il famoso e simpaticissimo cantautore Ivan Graziani compose un bellissima canzone sulla città di Siracusa: “io devo ritornare a Siracusa”, con queste parole introduce la sua storia romantica da Milano alla città aretusea, del “sole caldo, la città, la gente, le luci”. Nel bellissimo video di Salvo Velasco su youtube  le parole  e le note dell’artista accompagnano bellissime immagini della nostra città. Grazie anche a radio FM Italia che ogni tanto ci ricorda piccole perle dimenticate…

 

 

Siracusa non dimentica Emanuele Scieri

Immag0447.jpgUna morte mai del tutto chiarita, in circostanze quanto meno misteriose, avvenuta nella caserma dei paracadutisti della “Folgore”di Pisa nella caldissima nottata del 16 agosto 1999. “Nostro figlio Emanuele Scieri, partito da Siracusa il 21 luglio 1999 per fare il servizio militare nei parà della caserma “Gamerra” di Pisa, è tornato a casa un mese dopo chiuso in una bara. Non è morto per una fatalità o per una disgrazia: è stato ammazzato. Ma non si sa da chi. Perché la supercaserma pisana della “Folgore”, dopo essersi trasformata in un mattatoio, è diventata una centrale di omertà da fare impallidire “Cosa nostra” (dichiarazione dei genitori di Emanuele Scieri). Ancora oggi, a distanza di quasi 14 anni, Siracusa non dimentica!  

(Foto: lapide a memoria di Emanuele Scieri in via Elorina a Siracusa)

Ladruncoli e furti…da ridere

I_soliti_ignoti_4.jpgCome in un film degli anni 50 della commedia popolare (“Guardie e ladri”, “I soliti ignoti” e “La banda degli onesti” con Totò e Peppino de Filippo indimenticabili) anche a Siracusa novelli e improbabili banditi e ladruncoli si danno da fare in avventure tragicomiche. Nel weekend è saltato fuori il truffatore di strada che apponeva uno “skimmer” sui bancomat per clonare e derubare i correntisti postali ma il non plus ultra è stato raggiunto da un lestofante da strapazzo che ha tentato una rapina con tanto di sfondamento della vetrata con la propria automobile usata come ariete. Introdottosi nel bar per asportare soldi e oggetti di valore (come reciterebbe un verbale di Pubblica Sicurezza) l’incapace e distratto rapinatore lasciava poi l’auto in sosta senza freno di stazionamento provocando la “perdita” dell’automobile e la relativa rincorsa “fantozziana” ! (video).

(Video: siracusanews.it Immagine: wikipedia.org)