Il “Rinascimento culturale” degli artisti siracusani

chiamata arti.jpg“Chiamata alle arti”, dal 31 marzo al 25 aprile, 77 artisti a Siracusa in “Una vera festa dell’arte e degli artisti” (come si legge nel comunicato diffuso in occasione della conferenza stampa di presentazione dei giorni scorsi) con esposizioni, performance musicali e incontri culturali nella sede della Galleria Montevergini in via S. Lucia alla Badia e in altri locali commerciali e non, che aderiscono all’iniziativa.

Il manifesto programmatico della collettiva di artisti, che si riassume nello slogan “Noi siamo per un nuovo RINASCIMENTO CULTURALE volto a guardare la storia per riscoprire un illuminato futuro”, prevede, nel corso di quasi un mese di eventi, le installazioni di arte contemporanea (vernissage di apertura sabato 31 marzo alle ore 18), incontri tematici con gli autori (ogni mercoledì dalle 20 alle 23), iniziative sociali e di intrattenimento (“adotta un artista”), happening di proposte innovative (domenica 1 aprile ore 10.30 in largo Minerva), installazioni artistiche presso locali e negozi di Ortigia, mostre fotografiche aperte alla partecipazione attiva del pubblico e infine concerti live ogni domenica alle ore 18 (domenica 1 aprile Erlend Oye, chitarrista dei Kings of Convenience). Tutto il programma all’indirizzo www.chiamatartisr.it.

 

Altri eventi del weekend:

venerdì 30 marzo, il CODAS organizza un’osservazione lunare al telescopio aperta a soci e simpatizzanti, appuntamento in sede (via Torino 148) alle ore 18.30 per poi trasferirsi nella vicina area della balza Akradina “dove verranno montati gli strumenti per poter osservare mari e crateri del nostro satellite naturale”;

sabato 31 marzo alle ore 20.30, per il ciclo “Lucia a Siracusa”, presso l’Istituto “Privitera” di viale R. Margherita, concerto live del “Francesco Branciamore Jazz trio”;

 

usa la bici.jpgdomenica 1 aprile, ore 10.30 presso il monumento ai Caduti, l’Associazione Cicloambientalista “Aretusa Bike” promuove la cultura della bicicletta con l’iniziativa sportiva e sociale “Cultura della Bicicletta”, la cui missione è così riassunta: “La vera prevenzione della salute, la lotta contro il cancro ed il tumore, si fa a colpi di pedale, per abbassare il livello delle polveri sottili e decongestionare il traffico. Per tutela della salute includiamo la lotta contro la piaga del doping, diffuso tra i giovanissimi e gli amatori nel mondo dello sport e nel ciclismo in particolare”. Per info aretusabike@alice.it, tel./fax 0931- 21809, cell. 349-3890668;

 

   
 

domenica 1 aprile, dalle ore 11, in via Mario Minniti di fronte il palazzo Midiri-Cardona, Folgorazioni. Dalla luce di Caravaggio alle ombre della vita”, performance di strada, musicale ed itinerante per un omaggio al grande pittore Michelangelo Merisi “che con la sua arte ha rischiarato un secolo. Una riflessione artistica intorno “quelle ombre e quelle luci” della vita che a tutti noi appartengono”, un progetto di Dominia per l ‘Heritage a cura dell’associazione culturale Teatr-in-Azione;

     

 

 domenica 1 aprile, alle ore 19, presso l’Istituto Musicale “G.Privitera” di viale R. Margherita 19, concerto per pianoforte e clarinetto di Guido Arborelli e Giovanni Sorana (ingresso euro 7).

 

Nuovi progetti e vecchie magagne

ortofoto.jpg“…è una storia che va avanti da troppo tempo, anche con interventi di riparazione discutibili. Abbiamo ripetutamente sollecitato chiarimenti all’impresa che ha realizzato i lavori ma le risposte sono state insoddisfacenti e i risultati sono sotto gli occhi di tutti. Adesso è arrivato il momento di individuare i responsabili”. Con queste parole “bellicose” l’amministrazione comunale di Siracusa, con la voce diretta del sindaco, avvia una nuova strategia nei confronti delle aziende che si occupano della gestione dei servizi cittadini ed in particolare sul ripristino della pavimentazione stradale  a seguito dei lavori relativi ad impianti elettrici, telefonici, fognari e quant’altro. Su tutti i quotidiani locali si sottolinea la svolta, sollecitata in parte anche dall’opinione pubblica sempre più insofferente verso le intollerabili situazioni che ogni cittadino si trova ad affrontare.

 

Nel mirino delle lamentele e delle minacce degli amministratori cittadini anche la gestione a dir poco  insoddisfacente dell’AST che gestisce il trasporto pubblico (?) nella città, e della società IGM accusata di non provvedere adeguatamente alla pulizia ordinaria delle strade urbane ed extraurbane (con particolare riferimento a quelle balneari che versano, ormai a pochi mesi dalla stagione estiva, in stato indecente), tanto da aver ricevuto una direttiva ben precisa per procedere ad un vera e propria “pulizia straordinaria” da avviarsi in tutto il territorio cittadino.     

 

lavori-cantieri.jpgNel frattempo la città ha ospitato il convegno  “Siracusa in cantiere, la città si racconta nella sua nuova programmazione” contestualmente alla mostra di architetturaArchitettura in con/corso. L’esperimento di Qualità Italia”, che si propongono entrambi di rilanciare con idee, progetti urbanistici e collegamenti interculturali l’aspetto e le possibilità socio-economiche. In particolare, per quanto riguarda la gestione del polo universitario siracusano, a fronte delle polemiche recenti sulla possibile dismissione della facoltà di architettura, il sindaco ha dichiarato a tutti gli organi di stampa che “non si lascia ma anzi si raddoppia”: “L’Ateneo a rete non solo consentirà di confermare la presenza a Siracusa della facoltà di Architettura ma crea le basi per un’attività didattica e di ricerca al passo con i tempi… Siracusa ha le carte di regola perché sta rispettando appieno gli impegni presi con la convenzione e sono stati rispettati le indicazioni e i tagli previsti dalla riforma Gelmini…, assieme all’Ateneo è già stato individuato un percorso per far diventare la nostra facoltà di Architettura un punto di riferimento ancor più qualificato”.

 

Sul fronte della nuova progettazione urbanistica seppur fra mille difficoltà (“Ci sono circa 23 milioni di euro di cui il Comune di Siracusa non può disporre a causa di ritardi burocratici e del patto di stabilità e che, se utilizzati, potrebbero cambiare il volto della città”), il Comune ha avviato 14 fra programmi e progetti innovativi: piano strategico “Innova Siracusa 2020” sulla gestione strategica condivisa del territorio (www.pianostrategicosiracusa.it); progetto di territorio “Reti e materiali”; Pist (piano integrato di sviluppo territoriale) “Neapolis-Eloro” che prevede la copertura economica per edilizia scolastica con la realizzazione di impianti fotovoltaici, elettrici e antincendio (www.euroinfosicilia.it); Pisu (piano integrato di sviluppo urbano) “Aretusa contemporanea” ovvero la riqualificazione urbana del lungomare di Levante, waterfront del Porto piccolo lotto sud (Calafatari) e lotto nord, della connessione stazione ferroviaria-piazzale Marconi, di piazza Euripide e via Piave, piazza Euripide e largo Gilippo, delle latomie dei Cappuccini, del Centro naturale commerciale di via Pitia-via Tisia, del Centro naturale commerciale della “borgata”, del recupero del complesso della Sala Randone “per la realizzazione di un urban center” (www.euroinfosicilia.it).

Parabola discendente per il Siracusa Calcio

maglia siracusa.jpg“Dopo Trapani il buio”: è più o meno questo il giudizio sintetico dei tifosi siracusani sulle ultime prestazioni, a dir poco deludenti, del Siracusa Calcio. Dopo la “gladiatoria” e rocambolesca sfida al vertice di domenica 4 marzo, infatti, e con la relativa vittoria per 2 a 1 sul campo della capolista, i più avevano creduto di poter riprendere i rivali, riducendo lo svantaggio di ben 9 punti a soli 6 punti e sperando nelle successive giornate di campionato del mese di marzo, giudicate abbastanza abbordabili da tutti i commentatori.

Mai previsione fu più disattesa, dato che nelle ultime 4 partite il Siracusa è riuscito nell’impresa (sconcertante per una squadra che veleggiava stabilmente in testa al campionato e che puntava direttamente alla promozione) di infilare una sequenza di 3 pareggi (dopo la vittoria di Trapani) con SudTirol, Bassano Virtus (ultimissimo!) e Piacenza, a fronte di 5 gol fatti e 3 subiti, per un bilancio provvisorio complessivo di 14 vittorie, 9 pareggi e 5 sconfitte, 36 gol fatti e 25 subiti.

Aggiungiamo che, nonostante tutto, i danni sono stati limitati dall’altrettanto insperata serie di risultati del Trapani che è incappata anch’essa in 2 pareggi imprevisti per cui il distacco in classifica adesso consta di 8 punti che, a 6 giornate dalla “regular season”, non sembrano per nulla recuperabili e che costringeranno quasi sicuramente gli aretusei all’imprevedebile bailamme dei play-off, considerando che il Siracusa è stato raggiunto dallo Spezia a 46 punti, il Virtus Lanciano è a 45 e Cremonese e Pergocrema rispettivamente a 42 e 41.

Il decisivo, a questo punto, mese di aprile prevede per gli azzurri la sfida al “De Simone” con la Carrarese domenica 1, la trasferta a Barletta infrasettimanale di mercoledì 4, di nuovo in casa con il Prato domenica 15, ad Andria il 22, a Siracusa con il Virtus Lanciano (unico scontro con una concorrente diretta) il 29.

Astenersi da qualunque tipo di previsione, please…

 

  

A Palazzo Borgia per la Giornata FAI 2012

scatta-la-primavera.jpgPer la ventesima “Giornata FAI di Primavera”, in cui ogni anno il Fondo Ambientale Italiano apre al pubblico centinaia di siti e monumenti di rilevanza storica e culturale (quest’anno quasi 700), a Siracusaè prevista l’apertura dello storico e prestigiosoPalazzo Borgia-Specchi (sabato 24 e domenica 25, dalle 10 alle 19), costruito nel 1760 da Giuseppe Maria Borgia dei Baroni del Casale, a due passi dal Duomo, esempio di architettura barocca. All’interno saranno allestiti due mostre inerenti la famiglia proprietaria dello stabile. L’ingresso è a contributo libero.

 

Altri eventi:

venerdì 23, alle ore 21.30, per il ciclo “Rocketta Light” al pub Buzz, Paolo Benvegnù live: ex leader degli Scisma, “con una carriera solista matura e impeccabile che lo ha portato a ricevere riconoscimenti unanimi dalla critica e dal pubblico. La sua discografia è costellata di pietre miliari della canzone italiana. La scrittura fluida e le liriche appassionate, l’autoironia e l’impatto travolgente del live, rendono i suoi concerti degli eventi unici e imperdibili”;

porto e città.jpgsabato 24, alle ore 16 presso la sala “Costanza Bruno” del Palazzo della Provincia di via Malta, conferenza-incontro con istituzioni sul tema del progetto del Porto Grande di Siracusa, organizzato da Legambiente Siracusa e Natura Sicula Onlus, alla presenza del sindaco e del presidente della provincia di Siracusa, per discutere e confrontarsi su quello che è “un patrimonio storico e ambientale dal valore inestimabile” e per “una prospettiva economica che però sia sostenibile e che abbandoni modelli incompatibili con l’ambiente e il paesaggio come interramenti e isole artificiali”. Interventi di  Beatrice Basile (Direttrice Museo Archeologico Regionale “Paolo Orsi”), Dora Profeta (Responsabile U.O. Controlli Ambientali ARPA Sicilia) Zaira Dato (Facoltà di Architettura di Siracusa), Carmelo Maiorca (Consigliere Nazionale Slow Food), Sebastiano Venneri  (Resp. nazionale settore mare di Legambiente), Andrea Corso (Assessore al Turismo del Comune di Siracusa), Enzo Incontro (Direttore Area Marina Protetta del Plemmirio), Enzo Maiorca (in rappresentanza di “SOS Siracusa”) e operatori commerciali del porto e di Ortigia;

sabato 24 alle 21.30, presso la Sala Randone di via Malta, GUITAR CIRCUS, maratona di chitarristi con musiche di  Eric Clapton, Mark Knopfler, Jimi Hendrix, Slash, Santana ed altri, ingresso euro 5;

domenica 25  alle ore 18, presso l’Istituto Musicale Privitera di viale R. Margherita 19, concerto per pianoforte e clarinetto di Antonella de Vinco e Giovanni D’Auria (ingresso euro 7).

 

 

 

La primavera del Parco Letterario “Elio Vittorini”

primavera-d-autore.jpgI parchi letterari in Sicilia sono ben sei e riguardano tutti grandi personaggi della cultura e precisamente: Giuseppe Tomasi di Lampedusa, Giovanni Verga, Leonardo Sciascia, Salvatore Quasimodo, Elio Vittorini e Luigi Pirandello. Essi sono la realizzazione di un’idea che ha per fine quello di istituire, nelle rispettive città natali ma non solo, dei veri e propri tour culturali che, toccando i luoghi “dell’anima” degli scrittori, possano trasmettere ed esaltare il senso della loro straordinaria opera, immergendosi nel contesto che fu loro originario ed ispiratore.

Il Parco Letterario del siracusano Elio Vittorini nasce nel 2003 e si snoda attraverso i siti più famosi e antichi della città, dal centro storico di Ortigia al Museo del Cinema, dal tempio di Apollo al Liceo Gargallo, dall’Antico Mercato fino al Caffè Minerva, tutti luoghi fondamentali della vita dello scrittore e protagonisti delle sue opere.parchi-letterari-sicilia.jpg

Curato dall’Associazione Culturale Koinè (www.parcovittorini.it), il parco propone visite guidate e svariati eventi in calendario ed in particolare, nei giorni dal 21 al 24 marzo, in rapida successione, il programma del ciclo “Primavera d’Autore” prevede: il 21 e 22 marzo, alle ore 10.30 visita guidata per studenti, alle 15.30 turisti e residenti ; il 23, alle ore 10.30 visita guidata per turisti e residenti,  alle 20.30 proiezione all’Hotel Roma di via Roma di “Vittorini e il Cinema” (un tema di grande importanza nell’opera dello scrittore); il 24, alle ore 10.30 visita guidata per turisti e residenti, alle 20.30 lettura teatrale all’Hotel Roma “Il Garofano Rosso”. Tutte le visite guidate e tutti gli eventi ad accesso gratuito.  

“Un itinerario dove i luoghi come li vedeva e li viveva il grande scrittore diventano protagonisti di una sorta di racconto che coinvolge tutti i sensi”.

 

Navi incagliate, multe esose, vigili urbani, trasporto pubblico e…

 siracusa_ortigia1.jpg…e altro ancora. Mentre la nave Gelso M. (fra l’indifferenza di tutti i media nazionali, dato che qui trattasi di uno “Schettino minore” e mentre un’altra si schianta inopinatamente sulla costa di Ganzirri), sulla costa di Santa Panagia, viene accerchiata dalle infrastrutture di contenimento ed è cominciato lo svuotamento dei serbatoio del carburante e del materiale stivato, su “Repubblica” di domenica scorsa è saltata fuori la notizia degli innumerevoli relitti di imbarcazioni affondate nell’ultimo secolo lungo le coste siciliane, in particolare poco lontano da Siracusa, sulla costa di Avola “su una chilometrica pianura di sabbia che ne fa un eccezionale punto di immersione”, a 43 metri di profondità, si trova il relitto di una nave affondata nel 1979, la “nave del sale” che proveniva da Trapani.

Sulla questione della viabilità cittadina, del traffico automobilistico e dell’enorme percentuale di multe elevate nel capoluogo aretuseo, su facebook da qualche mese è montata una vera campagna (mediatica, direbbero i neofiti del complottismo) contro il corpo municipale dei vigili urbani e del suo comandante, tutti rei di aver infierito sui poveri cittadini siracusani con multe spropositate e ingiustificate, che gravano già sul misero bilancio famigliare e sulle labili condizioni psicologiche dei poveri automobilisti stressati da ore e ore di tragitti sulle disastrate vie cittadine, ovviamente la maggior parte di coloro che chiedono la testa del suddetto comandante sono tutte vittime di tali soprusi e  non si chiedono neanche minimamente come mai anche nella vicina Catania la situazione non è per nulla migliore e men che meno gli passa per la mente che forse rispettando il codice stradale tali contravvenzioni potrebbero essere evitate…

Neanche sul trasporto pubblico si può contare, e difatti a memoria d’uomo mai nessun siracusano l’ha fatto, dato che le notizie fresche sull’ente che gestisce (?) le linee urbane in città sono a dir poco agghiaccianti: a fronte di strutture inesistenti (non ci sono vere e proprie postazioni di fermata per i passeggeri e nessuna indicazione di alcunché), le corse sono praticamente ridotte ai minimi termini, gli orari aleatori i mezzi a dir poco fatiscenti. Per finire si scopre (?) adesso (?) che l’Ast ha un deficit di 20 milioni (di euro ovviamente), che ha avuto il taglio del 20% del contratto di servizio della Regione siciliana, nonché 1.200 autisti che quotidianamente devono architettare stratagemmi per arrivare (letteralmente!) a fine corsa e a rischio di perdere il posto.     

A Siracusa si riesce a polemizzare (ma siamo in Italia d’altronde) anche sul concerto di Nicola Piovani, andato in scena  domenica scorsa, ed in particolare sui posti liberi “fino ad esaurimento” nella platea allestita all’interno del tempio di Apollo (a proposito, è stata tagliata una delle piante di papiro reimpiantata con tanta cura e passione dai volontari di Nuova Acropoli nei mesi scorsi, era proprio necessario?): sempre su facebook ma anche con apposite e “dettagliatissime” lettere inviate a giornali locali sullo “scandalo” dei posti riservati ai soliti notabili, cosa poi categoricamente smentita dall’INDA (che ha distribuito ai cittadini gli inviti), dagli addetti stampa e dell’organizzazione sul loco e, per quel che vale, da chi scrive.

Insomma, “Chi nnicchi nnacchi?” come direbbero i nostri nonni.

I “6 personaggi” di Pirandello e Nicola Piovani al tempio di Apollo

Pirandello.jpgTrittico di eventi multiculturale e di caratura internazionale nel fine settimana del 16, 17 e 18 marzo al tempio di Apollo a Siracusa con il teatro antico, il genio di Pirandello e del musicista contemporaneo Nicola Piovani e altro ancora. In dettaglio:  

venerdì 16 marzo, ore 18, per il ciclo “Circolo della Conversazione” a palazzo Greco (INDA) di corso Matteotti, sarà Alessandro Quasimodo a concludere la manifestazione con il tema “La poesia nel paesaggio, pianificare per tutelare”, con la partecipazione del professore Carlo Truppi, il prof. Pierpaolo Balbo, architetto e urbanista dell’Università La Sapienza di Roma, la prof.ssa Gabriella Caterina, ordinario di Tecnologia dell’Architettura all’Università Federico II di Napoli;

 

venerdì 16 marzo, al tempio di Apollo, ore 21, lo spettacolo celebrativo “734 a.c. Le origini di Siracusa”, da Archia a Ercole per festeggiare la nascita di quella che Cicerone definì “la più grande e bella di tutte le città greche”. In programma letture di classici antichi e musiche eseguite dall’Orchestra Mediterranea di Siracusa diretta dal Maestro Michele Pupillo;

 

sabato 17 marzo, ore 21, presso sala Randone di via Malta, “Sempre Figghi Sunu” commedia tragicomica in dialetto siciliano di e con Tanino Golino, in cui si narra della difficile convivenza fra genitori e figli troppo cresciuti;

sabato 17 marzo, al tempio di Apollo, ore 19, “Sei personaggi in cerca d’autore” di Luigi Pirandello con la regia di Monica Conti, interpretazione degli attori dell’Istituto Nazionale del Dramma Antico;

domenica 18 marzo, alle ore 19, al tempio di Apollo, concerto dal vivo “Nicola Piovani in quintetto”, con il musicista premio Oscar si esibiranno i giovani allievi dell’Accademia d’arte del Dramma Antico.

 

La storia di una coraggiosa melillese

sposavermiglia.jpg“Ora se ne starà tranquilla?, dice suo padre….Tranquilla e al suo posto, precisa Licata con la solita arroganza”: è il primo e sconvolgente dialogo del nuovo libro della scrittrice di origine melillese Tea Ranno. Il romanzo “La sposa vermiglia”, edito da Mondadori, è la terza opera dell’autrice, dopo “Cenere” del 2006 e “In una lingua che non so più dire” del 2007, in cui esplora l’universo della condizione sociale della donna siciliana, della nostra lingua e della memoria storica “collettiva” che ogni siciliano porta sempre con sé,  in un excursus storico dal ‘600 fino ai giorni nostri.

Nel nuovo romanzo, ambientato nel 1926 e tratto da una storia vera accaduta a Melilli, Vincenzina Sparviero è la figlia attraente ma fragile di una famiglia di nobili siciliani costretta al matrimonio precostituito con il vecchio don Ottavio Licata per il classico e purtroppo consueto matrimonio d’interesse. La ragazza ha però il coraggio di opporsi e sognare l’amore vero con il giovane che la ricambia e che porterà alla tragedia.

La scrittrice, che vive ora a Roma, ha tratto la storia dai veri resoconti e ricordi dei suoi parenti melillesi, mentre ha ricevuto l’ispirazione da una visione durante un incidente stradale che poteva avere gravi conseguenze, in cui la figura della donna, protagonista del romanzo, sembra averle dato un segno.

La ricerca delle testimonianze, i documenti storici, i ricordi di coloro che possono ancora raccontare i particolari della vicenda, si alternano alla ricostruzione romanzata di una vita di una donna, testimonianza vivente di un infamante insieme di dettami e consuetudini che costringevano “a fimmina” a rinunciare ai diritti più elementari e alla stessa padronanza della propria vita, nella descrizione di una società gretta e immobile, ancorata ai falsi e distorti valori della rispettabilità e dell’onore, parole vuote che, però, l’eroina protagonista saprà contrastare con i sogni e le speranze della sua volontà, al di là del destino cinico e indifferente.   

 

Benvenuto a “Il Corriere di Sicilia”

rassegna_stampa_giornali.jpgI dati Audipress 2011 (desunti da www.audipress.it) relativi alle vendite della carta stampata e dei quotidiani in particolare rivelano risultati confortanti per un totale di quasi 25 milioni di lettori: in crescita la Gazzetta dello Sport (più letto in Italia, come prevedibile), La Repubblica e Corriere della Sera, ma anche tutti gli altri con un incremento complessivo del 3%, mentre calano, strano ma vero, i giornali free press (ovvero Leggo, City, Metro e tutti quelli gratuiti a diffusione locale).

cds.jpgAnche a seguito di questo nuovo trend positivo, a Siracusa da pochi giorni è in edicola il nuovo quotidiano “Il Corriere di Sicilia” (www.ilcorrieredisicilia.it e omonima pagina facebook) con sede principale a Siracusa, ma con redazioni in tutte le città dell’isola, che intende affiancare i tre quotidiani maggiori della Sicilia (La Sicilia, Giornale di Sicilia, Gazzetta del Sud): una nuova testata che propone articoli di approfondimento su questioni nazionali e, soprattutto, locali scritti in modo semplice ed essenziale e che nell’edizione di oggi fa il punto e segue gli aggiornamenti sulla perturbazione meteo che ha flagellato tutta l’isola e il monitoraggio delle zone critiche, mentre nei giorni scorsi è stato pubblicato il resoconto completo della protesta dei “Forconi” a Palermo.  

Considerati tutti i pro e i contro, non si può che salutare con favore la nuova iniziativa e augurare buona fortuna.  

Eventi a Siracusa dal 9 all’11 marzo

 

luciasiracusa.jpgVenerdì 9 marzo alle 22.30, per il ciclo Rocketta Light, concerto live di “The Cyborgs”: “musica da loro stessi definita electrofunkblues, il passato ripreso in chiave futurista, il blues delle origini, la musica nera che tra gli anni 30’ e 60’ ha rivoluzionato il panorama artistico mondiale, riproposto in chiave moderna ed attuale”;

 

venerdì 9 marzo, presso Istituto Musicale G. Privitera di viale R. Margierita, ore 19, trio di pianiste all’opera, concerto per “Pianoforte a 6 mani”;

sabato 10 marzo, ore 9, presso auditorium del Museo Regionale P. Orsi, lectio magistralis “The human condition in a global society” del famoso filosofo Zygmunt Bauman dell’Università di Leeds al convegno internazionali di studi “Modernità liquida-In difesa del paesaggio solido”, organizzato dal Consorzio Universitario Archimede di Siracusa;

da sabato 10 marzo e fino al 25, presso Galleria Spaziotrenta di via Roma 30, mostra dal titolo “Condivisione 3” con inaugurazione alle ore 18;

 

da sabato 10 marzo e fino al 25 presso Galleria Montevergini, mostra dal titolo “Architettura in con/corso-l’esperimento Qualità Italia”;

sabato 10 marzo, alle ore 21.30 presso la sala Randone di via Malta, concerto live “Guitar Circus special guest Claudio Golinelli e Cicci Bagnoli;

 

domenica 11 marzo, alle ore 18, presso la sala Randone di via Malta, spettacolo teatrale “Apparenze”, commedia in 2 atti di S. Rabbito;

 

domenica 11 marzo, alle ore 18, incontro culturale per il ciclo “literarische Kultur-Cafè” a cura del Prof. Mario Valastro, presso il Buzz caffè, sito in via Perasso 10, una panoramica sul pensiero di Sigmund Freud anche in premessa alla presentazione del libro del dott. Giuseppe Testa del prossimo 16 marzo, organizzato dall’Associazione italo-tedesca di Siracusa.