Calcio&pallanuoto: risultati e statistiche

Delusioni e gioie per le squadre siracusane di pallanuoto e calcio nell’ultimo weekend sportivo: si chiude con il bilancio di due sconfitte (pallanuoto) e una vittoria (calcio).   

canottieri ortigia.jpgSconfitta della Canottieri Ortigia 5 a 4 in trasferta con l’Acquachiara Napoli, con gli aretusei in testa per buona parte della partita e chiudono il primo mese di campionato a 6 punti (3 sconfitte, 2 vittorie) che valgono una posizione di centro classifica, prossimo appuntamento alla piscina Caldarella, domani 1 novembre alle ore 15 contro la Rari Nantes Florentia (4 punti). Quarta sconfitta anche per la rappresentativa femminile di pallanuoto che perde in casa contro la NGM Mobile Firenze per 10 a 12 e rimane ad 1 punto in classifica (4 sconfitte ed un pareggio), prossimo impegno sabato 5 novembre, trasferta con il Volturno (3 punti).

Con la vittoria esterna (doppietta di Mancosu) sul pericolante Bassano (ultimissimo a 6 punti), i calciatori aretusei conquistano 3 punti e si installano alla decima posizione in classifica (14 punti ma a soli 4 dalla vetta, Frosinone e Pergocrema a 18 punti) e compensano la nuova penalizzazione di 1 punto giunta in settimana per via di irregolarità amministrative e finanziarie. Il bilancio del secondo mese di campionato registra 3 vittorie, 2 sconfitte e 1 pareggio, e il consuntivo non esaltante di 8 gol fatti e altrettanti subiti. Il mese di novembre attende il Siracusa calcio con i seguenti impegni: domenica 6 in casa con il Piacenza (alle spalle del Siracusa a 12 punti), domenica 13 in trasferta con la Carrarese (lanciatissima a 17 punti), domenica 20 ospite il Barletta (15 punti)  e infine domenica 27 a Prato (terzultimo a 8 punti).

(Foto: Peppe Sparta)

       

Turiddu Bella e la Poesia Popolare Siciliana

logoCSTB200.jpgA Turiddu Bella, morto più di vent’anni fa e in occasione del centenario dalla nascita, è dedicato il Trofeo di Poesia Popolare Siciliana che, in occasione della ventunesima edizione si svolgerà a Siracusa, sabato 29 ottobre, dalle ore 9.30, presso la sala delle conferenze della Provincia in via Brenta 47, organizzato dal Centro Studi di Tradizioni Popolari “T.Bella”, con il patrocinio della Regione Sicilia, dei comuni di Siracusa e Mascali (paese natale di Bella) e la collaborazione dell’Associazione Nazionale Artisti Poeti e Scrittori, del Lions Club e dei docenti delle scuole di Siracusa.  Turiddu Bella fu il cantore “dei grandi temi sociali, politici, sentimentali e con particolare riguardo alla guerra e al banditismo”,  compose liriche e poemetti (“Diliziu di picciuttanza” e “Spizzicu di vicchiania”, oltre ad essere autore della traduzione di poesie arabe in siciliano  (http://www.youtube.com/watch?v=Z4kfM2LpllU) e famosa è la sua cronaca in poesia della distruzione di Mascali durante l’eruzione dell’Etna del 1928 (musicate nel video http://www.youtube.com/watch?v=K8ywmAW2dB4).        Il programma dell’evento si articolerà in un convegno sulla sua opera, la lettura e la premiazione delle poesie selezionate, esibizioni e concerto conclusivo di cantastorie delle province di Catania, Ragusa e Messina.

Inoltre:

presentazione%20Armando%20Spataro.jpgVenerdì 28 ottobre alle ore 17.30 presso l’Istituto Superiore di Scienze Criminali, in via Logoteta 27, il Rotary Club Siracusa presenta il volume di Armando Spataro “Ne valeva la pena. Storie di terrorismi e mafie, di segreti di Stato e di giustizia offesa”;

Venerdì 28 ottobre, dalle ore 22.30, presso il pub Buzz di via Perasso, per il ciclo “Rocketta Light”, concerto live di Hugo Race chitarrista e songwriter australiano “già attivo con la leggenda Nick Cave and the Bad Seeds. Race è un artista poliedrico capace di reinventare gli stilemi del blues e di fonderli con la psichedelica”;

Sabato 29 ottobre presso la sala Costanza Bruno del palazzo della Provincia di Via Malta 106, alle ore 16.30, presentazione della campagna nazionale di sensibilizzazione al valore  e alla promozione dei paesaggi agrari e dei prodotti agricoli del nostro territorio dal titolo “Paesaggi Sensibili: “Il Paesaggio Agrario dell’Area Iblea”, organizzata da Italia Nostra;

Sabato 29 ottobre alle ore 18.00, nel Salone Giovanni Paolo I del Centro Convegni Basilica Madonna delle Lacrime, “Chiesa, dove vai?”, convegno a cura della Biblioteca Alagoniana di Siracusa;

Volantino%20ScopriKata%202011.jpgDomenica 30 ottobre dalle ore 10.00, presso le Catacombe di San Giovanni, visita guidata ludico-didattica delle catacombe, per bambini da 6 a 12 anni, per prenotazioni tel.093164694 o 3933106603, info@kairos-web.com, organizzazione Associazione Culturale Isola del Dialogo e Kairos;  

Sabato 29 e domenica 30, dalle ore 11.00, presso l’Antico Mercato di Ortigia, “Costruisci la tua città”, da un idea di Anna Augello, bambini e ragazzi delle scuole di Siracusa costruiranno la città che immaginano, con quartieri, vie e spazi di futura progettazione.

 

 

Storia di Siracusa: la Carrozza del Senato

carrozza.pngLa Carrozza del Senato di Siracusa, che si può ammirare durante la festa patronale di Santa Lucia o nell’omonima sala al Palazzo del Senato di Siracusa, è un classico esempio di berlina imperiale, ovvero di carrozza di gran lusso, in uso in epoca barocca dalle autorità e dignitari dell’epoca e la data della sua istituzione ci viene confermata dai documenti dell’epoca (“…il 18 Maggio di questo corrente anno 1764 capita da Palermo la nuova Carrozza del Senato…”), i quali ci descrivono anche come sia stata realizzata in modo similare a quelle già create per il senato di Palermo, Catania, Messina e per la città di Acireale.

La Carrozza è un fulgido esempio di iconografia barocca ogni sua parte nasconde un simbolismo ben preciso: le decorazioni pittoriche della cassa (o abitacolo) rappresentano le raffigurazioni della quattro virtù indicate da Platone nella “Repubblica”, ovvero Forza, Giustizia, Prudenza e Temperanza e quelle dei quattro continenti allora conosciuti.

Tutte le raffigurazioni vengono rappresentate ognuna da una donna: l’Europa come regina del mondo, l’Asia con ghirlande e incenso, l’America con piume colorate e frecce, l’Africa dalla pelle scura e i colori esotici. Per le virtù morali: la Giustizia è una dea raffigurata con spada e bilancia, la Fortezza  è una donna in armatura con lancia e scudo, la Prudenza da una donna con specchio e serpente a simboleggiare la saggezza, la Temperanza è una donna che mostra un morso e redini da cavallo, simbolo di dominio.

Sulla Carrozza del Senato, il Prof. Dario Scarfì, esperto dell’epoca, ha pubblicato qualche anno fa l’omonimo libro già pubblicato a Siracusa.

Distretto culturale sudest UNESCO

logo_sudest_2011.jpgIl progetto “Distretto culturale del sud est”è “un Sistema integrato di sviluppo territoriale finalizzato alla valorizzazione e fruizione delle città riconosciute nella World Heritage List dell’UNESCO” (descrizione tratta dalla pagina ufficiale www.distrettosudest.it), il cui nuovo logo è stato da pochi giorni presentato alla stampa (ne è autore Salvatore La Piana).

Le città che lo costituiscono sono: Caltagirone, Catania, Militello in Val di Catania, Modica, Noto, Palazzolo Acreide, Ragusa, Scicli e Siracusa. Queste località rappresentano la massima espressione delle arti paesaggistiche e dei beni culturali e architettonici che la Sicilia orientale può mostrare al mondo e per tale motivo sono da diversi anni nell’omonima lista Unesco del patrimonio da valorizzare ed esaltare.Noto,_duomo.jpg

La lista, del distretto del sudest, comprende il Duomo e le terme Achilliane di Catania, le splendide chiese barocche di S.Giorgio, S.Pietro e S.Giovanni Evangelista (fra le altre), i musei e i palazzi nobiliari di Modica, la chiesa e la Scalinata di S.Maria del Monte (foto) e il giardino pubblico “V.Emanuele” di Caltagirone, il castello Barresi-Branciforte a Militello, la basilica di S.Paolo, il tempio di Afrodite e la cinta muraria di Palazzolo Acreide, tutto il complesso architettonico del Barocco di Noto (foto), il museo archeologico Ibleo di Ragusa, le chiese rupestri di Modica e, ovviamente scalinata Caltagirone.jpgSiracusa con quasi tutti i monumenti della città: le catacombe di San Giovanni, i castelli Eurialo e Maniace, i musei “P.Orsi”, “Bellomo”, del papiro e del cinema, il palazzo del Senato, il teatro Comunale, il convento dei Cappuccini, il tempio di Apollo, la fonte Aretusa, il teatro Greco e moltissimi altri  (lista completa di tutti i siti sulla stessa pagina internet).

 

Festival Filosofia, cultura, mostre e concerti

festival filosofia.jpgPer la decima edizione del Festival della Filosofia ed in occasione della Giornata Mondiale della Filosofia indetta dall’Unesco, l’associazione culturale Nuova Acropoli organizza, in tutta Italia, eventi culturali, mostre e spettacoli sul tema: “Io esco  … e tu?” IL MITO DELLA CAVERNA, IERI ED OGGI. Un invito simpatico per provare ad uscire dalla famosa Caverna di  Platone, per raccogliere le istanze dei giovani e le esperienze degli adulti.

L’antico Mito della Caverna, narrato da Platone nel  V° sec. a.C., affronta in modo semplice e sempre attuale il tema della ricerca della Libertà, la conquista faticosa della conoscenza, contro le menzogne dell’ignoranza che generano confusione ed inquinamento psicologico e mentale.

Questo mito, esposto da Platone nel 7° libro della “Repubblica”, nei secoli è stato ripreso dalla letteratura e dal cinema: “Matrix”, “Truman Show”, “Il Gabbiano Jonathan Livingston” solo per fare qualche esempio.NA maniace.jpg

Quest’anno, nei mesi di ottobre e novembre 2011, in occasione della Giornata Mondiale della Filosofia, Nuova Acropoli lo riproporrà, attraverso la realizzazione di mostre, poesie, teatro, musica dal vivo, proiezioni di film e dibattiti con giornalisti, personaggi del nostro tempo e, naturalmente, il coinvolgimento delle scuole.

Ecco il programma delle attività: Sabato 22 ottobre, dalle ore 20.00,visite guidate al Tempio di Apollo e a seguire rappresentazione teatrale “Io Esco, e Tu?”, a cura della Scuola di Teatro di Nuova Acropoli; Domenica 23 ottobre, all’Antico Mercato di via Trento, dalle ore 19.00, mostra ad indizi “Cogito, Ergo Sum… o meglio, ho pensato… e quindi CHI SONO?”, mostra ad indizi sulla vita, gli scritti, gli insegnamenti dei più grandi pensatori della Scuola di Filosofia, a seguire, alle ore 21.00 concerto live “Pink’s One”, tributo ai Pink Floyd. Tutti gli eventi ad ingresso gratuito.

 

Gli altri eventi del weekend:

 

unaltrasiracusa.jpgVenerdì 21 ottobre, dalle ore 17.00, presso il Museo Archeologico “P. Orsi”, “Un’altra Siracusa, il valore della cultura per il turismo”, primo di un ciclo di incontri per approfondire i temi sulla potenzialità economica e valorizzazione delle attività culturali, organizzato dal Comune e dalla Provincia di Siracusa, parteciperanno il sindaco ed il presidente della provincia di Siracusa;

 

Venerdì 21 ottobre alle ore 18.30, presso la biblioteca Vittorini dell’Istituto Tecnico Commerciale “Rizza” di via Diaz, conversazione con la dott.ssa Carla Siena sul tema “I sapori della mia memoria”, le prelibatezze di ieri e di oggi della pasticceria dei commercianti di Ortigia, organizzata dalla sezione di Siracusa della Società Dante Alighieri;

 

Venerdì 21 ottobre, dalle ore 22.30 al pub Buzz di via Perasso, per il ciclo “Rocketta Light, concerto live del quartetto catanese “Locomotif”;

 

Sabato 22 ottobre, alle ore 18, presso l’auditorium del Museo Archeologico “Paolo Orsi”, presentazione del libro di Violante Valenti, “La riforma teatrale di Leopardi”, Morrone Editore;

 

stefanopuglisi.jpgDa sabato 22 ottobre e fino al 26 novembre, dalle ore 17 alle ore 20, alla Galleria dello Steri, via Conciliazione 9, mostra fotografica di Stefano Puglisi dal titolo “L’architettura del vuoto in cerca di uno spazio simbolico”;

 

Infine, sabato 22 ottobre, dalle ore 18, nel centro storico di Ortigia, sul ponte Umbertino, concerto live dei “Qbeta”, organizzato dal Ce.Na.Co. (centro naturale commerciale) di Ortigia.



 

 

Consolidamento Lungomare Alfeo

alfeo.jpg“Eppur si muove”: è proprio il caso di dire che,  pur nel ragionevole scetticismo imperante, qualcosa comincia ad avviarsi per ciò che riguarda le opere di manutenzione e riqualificazione delle zone più importanti e delle aree prettamente turistiche della città di Siracusa.

Dopo la conferma dell’avviato iter per i lavori inerenti il nuovo porto turistico di Ortigia e della nuova marina in zona via Elorina, è arrivata la conferma, da parte dell’amministrazione comunale, che il Dipartimento di Protezione Civile della Regione Siciliana ha approvato il progetto e lo stanziamento dei fondi (per un valore complessivo di oltre 2 milioni di euro) del consolidamento del Lungomare Alfeo in Ortigia ed esattamente il tratto che dalla fontana Aretusa porta al Castello Maniace.

Il comunicato dell’assessorato al Centro storico evidenzia che “i lavori serviranno ad elevare la qualità complessiva di una zona molto apprezzata anche dai turisti; in essa operano infatti diversi esercizi di ristorazione che avranno quindi la possibilità di operare in un’isola pedonale che sarà ripavimentata ed armonizzata al resto della passeggiata” e, aggiungiamo, comporteranno tutte quelle opere necessarie al rafforzamento delle strutture stradali e per la prevenzione contro eventuali danni di natura climatica e/o atmosferica.

Nuova Marina di Siracusa

foto nuovo spero1.jpgC’è un progetto a Siracusa che si propone di modificare in modo radicale e riqualificare uno scorcio storico e caratteristico del panorama siracusano: l’area marina e costiera del tratto della città che va dalla stazione dell’aeronautica di via Elorina fin oltre il complesso del mercato ortofrutticolo (quasi all’estuario del fiume ciane).

 

 

 

Questo progetto, visibile su facebook (http://www.facebook.com/marinadisiracusa#!/marinadisiracusa) o sul sito www.marinadisiracusa.it  denominato, appunto, Marina di Siracusa, intende costituire in questa vecchia area industriale (da molti anni in stato di abbandono, vedi foto) un polo turistico i cui punti di forza saranno: la possibilità di ricoverare, con modalità altamente tecnologiche e di eccellenza, yacht e imbarcazioni da diporto anche di grande stazza; valorizzazione dei siti ambientali e paesaggistici (riserva naturale ciane e saline); realizzazione di un “waterfront” con servizi e spazi dedicati alla cittadinanza quali passeggiate, bar, spazi verdi, piste ciclabili etc.; sviluppo economico e possibilità occupazionali.foto nuovo spero2.jpg

Il progetto, finanziato dalla società “Spero srl”, ha superato la fase di approvazione del “Progetto preliminare” e attente l’esito della seconda fase “Progetto definitivo” e “a far data dal completamento dell’iter approvativo l’opera avrà un tempo di realizzazione di anni 4, con l’impiego di un numero complessivo di risorse umane  pari a 400 unità. In esercizio saranno impiegate 250 unità, tra personale diretto ed indotto”.  

 

 

foto spero2.jpgIl progetto, giustamente e come era prevedibile, non è passato inosservato alle associazioni ambientaliste che non vedono di buon occhio modifiche così radicali al panorama naturale e originario di questo tratto di costa e, a ragione, chiedono che sia ben valutato dall’amministrazione cittadina: da questo punto di vista il dibattito è aperto e, infatti, proprio per prevenire le polemiche e tentare di dare tutte le informazioni ai cittadini, i responsabili del progetto organizzano ogni venerdì pomeriggio, alle 17,30, sui luoghi degli interventi, una visita guidata gratuita aperta a tutti (per informazioni e-mail info@marinadisiracusa.it oppure sulla pagina “contatti” del sito internet).foto spero1.jpg

Al “cittadino comune” non resta che sperare che tutti gli attori coinvolti (amministrazione cittadina, imprenditori e ambientalisti) sappiano trovare la quadratura del cerchio e restituire alla città una zona da troppo tempo dimenticata, attraverso il rispetto dei luoghi e salvaguardando gli equilibri della natura.  

(Immagini tratte dal sito www.marinadisiracusa.it)

FAI Festa alla piazza

locandina_festa_alla_piazza.jpg“FAI Festa alla piazza”: sabato 15 e domenica 16 ottobre i volontari del Fondo Ambiente Italiano organizzano, in oltre sessanta piazze in tutta Italia, un happening comprendente svariate attività: degustazioni di prodotti tipici, giochi per bambini, mostre, poesie, spettacoli, giochi e musica con lo slogan “Ricordati di salvare l’Italia”, per rivitalizzare e vivere le piazze, la cultura, i luoghi del Belpaese e le sue tradizioni. A Siracusa l’appuntamento è in piazza Minerva (accanto piazza Duomo), dove sarà anche possibile partecipare alle visite guidate presso il cantiere, in fase di completamento del nuovo teatro comunale “Verga” di Ortigia.

il%20minotauro%20cieco.jpgAltri appuntamenti del weekend: venerdì 14 ottobre, ore 18.30 presso la Galleria Roma, piazza S.Giuseppe 2, presentazione del libro (di prossima pubblicazione) “Il Minotauro cieco” di Francesca Romana Mormile, presentato da Paolo Giansiracusa e Roberto Fai; venerdì 14 ottobre alle ore 22.30, presso il pub Buzz, continua la rassegna  musicale itinerante “Rocketta Light” con il concerto del cantautore norvegese Terje Nordgarden, musicista “dalle atmosfere delicate, dalle note ricamate da strumenti acustici e atteggiamento un po’ retrò”; sabato 15 ottobre alle ore 18.00, presso il Palazzo del governo di Via Roma, mostra del maestro Giovanni Alfano dal titolo “Una vita per l’arte”, visitabile gratuitamente fino al 6 novembre; sabato 15 ottobre, presso La Factory, concerto live “Iron Maiden Tribute” NBTV Night.     

 

Siracusa in onda su DoveTv

santuario.jpgMentre l’amministrazione comunale comunica di aver avviato un progetto per la costituzione di un sistema integrato e coordinato per lo sfruttamento dei luoghi e degli eventi culturali da mettere in cartellone durante i mesi dell’anno ed in attesa del completamento della definitiva sistemazione del nuovo teatro comunale “Verga” in via dei SS. Coronati in Ortigia, questa settimana sono in programma a Siracusa diversi convegni e attività socio-culturali.

La città di Siracusa sarà, però, anche protagonista, giovedì 13 ottobre alle ore 21, in tv sul canale 412 di Sky, DoveTv, rete tematica specializzata sulla divulgazione dei luoghi turistici e più apprezzabili d’Italia e del mondo: la conduttrice, Francesca Mazzalai, racconterà la città nelle sue bellezze, esaltandone tra l’altro l’immagine dal mare con cartoline delle vedute più suggestive, a cominciare dal castello Maniace.dove-traveltrends.jpg

 

Giovedì 13 ottobre, poi, dalle ore 10 alle ore 18, a palazzo Vermexio in piazza Duomo, con il patrocinio della Provincia e del Comune di Siracusa, degli ordini professionali dei medici e degli psicologi della regione siciliana, organizzato dall’Istituto di Gestalt, scuola di specializzazione in Psicoterapia, si terrà il convegno gratuito ed aperto al pubblico dal titolo “La follia del terzo millennio, tra assenza di radicamento e globalizzazione” (informazioni e iscrizioni sul sito www.gestalt.it), con la presenza di professionisti, docenti ed esperti del settore. Destinato a tutti gli interessati alle discipline di medicina, psicologia, psichiatria, psicoterapeuti e operatori del disagio sociale, il convegno verterà, anche con il contributo di evocazioni cinematografiche, sui temi del radicamento, sui percorsi delle follie e delle su terapie, la dicotomia mondo virtuale e reale, nonché sui miti del vecchio e nuovo millennio. E’ prevista la possibilità di mini dibattiti e interventi da parte dei partecipanti. Il convegno rilascerà attestato di frequenza e crediti professionali.

Di argomento storico, invece, il convegno di venerdì 14 e sabato 15 ottobre, dalle ore 9 in entrambe le giornate, presso l’Auditorium del Museo “P. Orsi” di Siracusa, dal titolo “Agatocle re di Sicilia, nel 2300° anniversario della morte”, convegno di studi organizzato dalla Società Siracusana di Storia Patria, e che vedrà susseguirsi le relazioni sul tema da parte di docenti e studiosi delle università di Catania, Lecce, Palermo, Messina, Genova e Bochum e dei responsabili delle soprintendenze e dei parchi archeologici di Siracusa, Lentini, Eloro e Tellaro.

 

15° Censimento nazionale

censimento.jpg“L’Italia che verrà parte da qui”: il 15° censimento della popolazione italiana (l’ultimo nel 2011) è lo strumento indispensabile per fotografare lo stato del nostro Paese, quanti siamo, dove viviamo, il nostro lavoro, come ci muoviamo etc. Sono dati indispensabili per il lavoro dell’Istat (Istituto Nazionale Scienze Statistiche), che li convoglierà in quello che sarà poi il report decennale che radiograferà l’evoluzione (si spera positiva) della società in generale, delle famiglie e dei singoli in particolare, per gli studi dei flussi sociali ed economici, come avviene in tutti i paesi del mondo. L’ultimo censimento del 2001 è stato, ad esempio, fondamentale per verificare il cambiamento demografico ed i flussi migratori derivanti dalle crisi geopolitiche di fine secolo e il prossimo lo sarà per comprendere quelli degli ultimi dieci anni.

Per questo la compilazione del censimento riguarda tutte le famiglie, ma i dati di ogni singolo gruppo familiare saranno trasferiti in maniera anonima e non comportano nessun controllo su proprietà e redditi, proprio perché il risultato ha un valore meramente statistico e non di verifica fiscale.

In tutte le città italiane (i moduli sono stati o saranno consegnati per posta a domicilio) da lunedì 10 ottobre si potranno consegnare i censimenti compilati presso gli uffici postali e a Siracusa nei punti di raccolta corrispondenti ai consigli circoscrizionali di quartiere Tiche, Grottasanta, Cassibile e Belvedere nonché l’ufficio centrale comunale di via San Metodio. In tutti questi centri inoltre verranno fornite informazioni per la compilazione (un po’ lunga ma abbastanza semplice) fino al 21 novembre, data della scadenza ultima per le consegne, mentre da quel momento in poi sarà cura degli incaricati del comune provvedere al recupero domicilio dei ritardatari.           

Si può inoltre procedere alla compilazione del censimento on line sul sito http://censimentopopolazione.istat.it/ (per info numero verde 800 069 701).

Il censimento è un obbligo e un dovere, uno strumento indispensabile per un Paese moderno, dedichiamoli, quindi, un po’ del nostro tempo.